Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Abbronzatura e Sole
  4. /
  5. Mare
  6. /
  7. Weekend fuori porta? A...
READING

Weekend fuori porta? A ogni pelle la sua meta

Weekend fuori porta? A ogni pelle la sua meta

Con l’avvicinarsi della primavera torna la voglia di scoprire nuovi posti ed esplorare nuove terre. Il desiderio di godersi le giornate più lunghe e i primi raggi miti di sole ci dona l’energia giusta per organizzare un weekend fuori porta. Ebbene, sapevi che puoi scegliere una meta anche in base alla tua pelle? Ecco come.

Se soffri di problemi d’acne o macchie cutanee

Sole per acne: fa veramente bene?La luce solare è composta da raggi ultravioletti e raggi infrarossi, quest’ultimi sono i più dannosi che riscaldano la cute e favoriscono la produzione di radicali liberi. Questo fenomeno è conosciuto come photoaging e si manifesta con invecchiamento precoce e inestetismi come macchie e discromie. Per le pelli più sensibili e soggette a macchie è dunque raccomandata tutto l’anno l’applicazione di una crema solare SPF50. Ottime sono le texture ricche di Plusolina, un complesso di oli vegetali che si dimostra naturalmente protettivo nei confronti della pelle dalla luce solare, aiutando anche a evitare eritemi solari.

Anche in caso di pelle impura è importante applicare un’alta protezione solare e al rientro dalla spiaggia sono consigliate creme con Alusil, in grado di seboriequilibrare la pelle con attività antimicrobica. I benefici del mare sulla salute sono molti, ma non pensare che sole e mare siano un toccasana per la pelle acneica e soprattutto per quella soggetta alla formazione di discromie. Per anni si è stati convinti che l’acne al sole e al mare potesse migliorare. In realtà, l’azione del sole agisce a livello antisettico e antibatterico solo se preso a piccole dosi, mentre quando si sta troppo al sole e al caldo si favorisce la vasodilatazione, che accelera l’afflusso di sangue e di ormoni contribuendo a peggiorare l’acne e i suoi sintomi. L’effetto non è immediato e per questo motivo al principio si riteneva il sole un amico della pelle impura.

Se vuoi migliorare la tua dermatite

Il picnogenolo del pino marittimo francese per calmare acne e dermatiteUn bel picnic in pineta è quello che serve per aiutare a ridurre acne e dermatite. Pineta che non deve essere per forza avvolta dall’aria di montagna, ma anche di mare. La corteccia del pino marittimo è infatti ricca di picnogenolo, una sostanza che favorisce il microcircolo aiutando a migliorare inestetismi come acne e dermatite. Gli amanti della montagna, vero toccasana per gli asmatici, devono quindi dire addio alle vacanze in alta quota? Ovviamente no, ma il pino che cresce vicino al mare ha una quantità maggiore di picnocogenolo perché deve difendersi più a lungo da caldo e raggi solari diretti. I posti di mare sono notoriamente più soleggiati rispetto a quelli di montagna, dove il sole cala prima. In farmacia è possibile trovare anche integratori con piconogenolo che supportano l’organismo nell’azione antiossidante. In questi bui tempi di isolamento da Coronavirus, l’integratore può aiutarci a fantasticare immaginando il profumo di una pineta estiva.

Sauna e bagnoturco per migliorare i disturbi respiratoriSe hai problemi alle vie respiratorie o soffri di infezioni dell’orecchio

I benefici del mare sono la soluzione per chi desidera attenuare infezioni alle vie respiratorie e all’orecchio, mentre per disturbi alla vie aree come sinusiti, bronchiti, riniti e asma, ottimo è un bel fine settimana di ritiro alle terme. Gli effetti derivati dai benefici di sauna e bagno turco e in particolare delle acque sulfuree e salsobromoiodiche sono un toccasana per migliorare fastidi respiratori. A questi si può affiancare l’aria pura di montagna per amplificare gli effetti positivi della SPA.

Se soffri di tallonite

Per chi soffre di tallonite, un disturbo cronico e fastidioso che interessa il tallone, diventa complicato scegliere la meta giusta per le vacanze. La preoccupazione è di non riuscire a portare a termine un percorso o anche una semplice passeggiata sulla spiaggia. In questi casi è necessario consultare un fisioterapista e poi individuare delle calzature adatte. L’esperto consiglierà l’applicazione di pomate specifiche per ridurre l’infiammazione per circa 15 giorni. Utile potrebbe essere applicare anche localmente un po’ di ghiaccio e anche alcuni sali. Se spesso manifesti questo disturbo puoi scegliere un integratore con vitamina D3 ed estratti di salice che aiutano a prevenire stati di tensione muscolare localizzati.

Leggi l’articolo

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: