Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Cura del Corpo
  4. /
  5. Piedi
  6. /
  7. Calli infiammati e occhi...
READING

Calli infiammati e occhi di pernice infetti: i rim...

Calli infiammati e occhi di pernice infetti: i rimedi

Calli e duroni sono un inestetismo molto frequente e tendenzialmente innocuo che però, se non correttamente gestito, può generare dolore e fastidio anche a camminare. Scopriamo cosa succede quando i calli si infiammano e come possiamo intervenire in questi casi.

Come si formano i calli e in che modo possono infiammarsi?

Scarpe troppo strette e una postura scorretta possono incentivare la comparsa di calli. Questo disturbo cutaneo si manifesta con un ispessimento della cute che viene generato come meccanismo di protezione quando la pelle viene continuamente sollecitata e sfregata. Inizialmente asintomatici, i calli tendono a infiammarsi a causa di tentativi di rimozione fai da te poco ortodossi, generando dolore e fastidio che possono impedire di camminare correttamente.

Che differenza c’è fra calli e occhi di pernice? Come si infettano questi ultimi?

L’occhio di pernice è una particolare tipologia di callo infiammato che si sviluppa solitamente sotto la pianta del piede. È riconoscibile grazie alla sua forma arrotondata con un punto più scuro all’interno. Questa particolarità è data da un vaso capillare che è stato raggiunto dall’infiammazione. In alcuni casi, l’occhio di pernice può raggiungere non soli i piccoli capillari, ma anche le terminazioni nervose, rendendo questo inestetismo più doloroso rispetto ai normali duroni che possono comparire ai lati del piede. L’occhio di pernice si forma solitamente a causa di scarpe troppo strette in punta che stimolano continuamente la parte plantare del piede: al contrario, quando una calzatura è troppo larga, il problema dei calli infiammati interessa in genere i lati del piede.

Calli infiammati: i rimedi naturali

Pediluvio e pietra pomice sono i migliori rimedi per attenuare l’occhio di pernice e i normali calli in generale. Un buon pediluvio con bicarbonato e lavanda – utile anche in caso di micosi dei piedi, note comunemente come “piede d’atleta” – è fondamentale per aiutare ad ammorbidire la pelle e prepararla al successivo trattamento con pietra pomice. Inoltre l’utilizzo della lavanda può essere utile per eliminare i cattivi odori. In alternativa a questo supporto naturale, in farmacia è possibile trovare alcuni apparecchi con testine a rullo che possono aiutare a esfoliare delicatamente la pelle. Attenzione, però: prima di procedere con questo rimedio fai da te è importante verificare quanto i calli sono infiammati perché, se si procede in maniera grossolana, si potrebbe incentivare l’infiammazione generando dolore e favorendo l’estensione del callo più in profondità tra gli strati della cute. Per chi soffre di questo disturbo in maniera frequente è consigliato di effettuare una pedicure in un centro specializzato almeno una volta alla settimana.

Pomate e trattamenti dermatologici contro i calli infiammati o infetti

In farmacia è possibile acquistare una pomata per calli infiammati a base di urea o acido salicilico che effettua una leggera esfoliazione utile per ridurre gradualmente la pelle in eccesso. Ovviamente se il callo è eccessivamente infiammato e dolorante è bene rivolgersi subito a un dermatologo o podologo in grado di asportare il callo in maniera corretta senza danneggiare la cute. Per prevenire la comparsa di calli e occhi di pernice è bene idratare a fondo la pelle ogni sera con una crema piedi specifica dall’azione emolliente con estratti naturali come olio di tea tree, burro di karité e olio di mandorla. Ottime anche le creme con Fospidina, non specifiche per questa zona del corpo, ma efficaci nell’idratare in profondità anche la pelle più spessa dei piedi.

Gli occhi di pernice sono scatenati da cattive abitudini riguardanti le calzature
Scarica l’articolo

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: