Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.dermoclinico.it
READING

Culotte de cheval: qual è la reale efficacia delle...

Culotte de cheval: qual è la reale efficacia delle creme snellenti?

Le culotte de cheval sono uno tra gli inestetismi più odiati dalle donne di qualsiasi forma ed età. La giornalista Alberta Mascherpa di Silhouette Donna ha chiesto il parere di Antonino Di Pietro, dermatologo a Milano e direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis. L’esperto risponde a uno dei dubbi più comuni: la crema snellente è davvero efficace? E come possiamo ridurre questi accumuli di grasso localizzati e ritrovare una forma fisica sinuosa? Ecco allora tutto quello che devi sapere sui trattamenti snellenti e le creme dimagranti che possono aiutarti nella lotta contro le culotte de cheval.

Qual è la composizione delle principali creme snellenti in commercio?

Esistono diverse tipologie di creme dimagranti, dalle texture più differenti, che si adattano ai diversi tipi di pelle. Solitamente è facile trovare lo snellente gambe in gel, un prodotto a rapido assorbimento che consente di evitare spiacevoli aloni sui vestiti, soprattutto perché è un prodotto stagionale che comincia ad essere utilizzato in primavera-estate. Una texture più fondente e corposa è invece consigliata per chi soffre di disidratazione cutanea e pelle poco elastica. Cautela però quando si utilizzano creme snellenti per cosce e glutei ad azione caldo-freddo: queste formulazioni possono irritare e avere controindicazioni in caso di pelle sensibile. Inoltre la crema snellente a effetto caldo non aiuta a ridurre le cellule adipose, anzi può causare episodi spiacevoli di vasodilatazione.

Esistono creme dimagranti realmente efficaci?

Il professore e dermatologo Di Pietro è molto chiaro su questo punto:

Le creme snellenti possono essere un aiuto ma vanno applicate con costanza, ogni giorno dopo la doccia facendole penetrare con un delicato massaggio.

La formulazione della crema snellente non elimina il grasso e non riduce la quantità di cellule adipose, poiché il suo potere si concentra a livello superficiale e topico. L’efficacia delle creme dimagranti si testa piuttosto a livello di tono ed elasticità della pelle. Grazie all’azione rassodante e tonificante della maggior parte dei trattamenti snellenti, si favorisce un tessuto cutaneo più compatto, che nasconde i segni più evidenti di inestetismi cutanei derivati dall’accumulo di grasso come culotte de cheval e buccia d’arancia. Gli attivi utili da ricercare nella crema snellente per gambe sono quelli che incentivano il corretto microcircolo come centella, rusco, edera, ippocastano, bromelina, mentre la crema snellente per pancia e fianchi funziona grazie a estratti come caffeina, arancio amaro, alghe detossinanti o drenanti e mentolo.

Ci sono controindicazioni nell’utilizzo di creme snellenti?

Le creme dimagranti termoattive vanno utilizzate con attenzione, perché possono causare alcuni effetti indesiderati alla circolazione. Fino a pochi anni fa era, erano diffuse creme snellenti per cosce e glutei che lasciavano una sensazione di calore dopo essere state applicate. Una crema snellente che si attiva con il calore non fa altro che peggiorare i sintomi di cellulite e culotte de cheval poiché il calore determina un maggiore ristagno dei liquidi. Inoltre, in caso di pelle sensibile, l’azione scaldante della crema snellente può intaccare il benessere dei capillari, favorendone la rottura e la comparsa di teleangectasie. Prima di utilizzare questo tipo di dermocosometici è opportuno chiedere il consulto di un dermatologo.

Oltre alle creme quali altri trattamenti snellenti esistono?

Le creme dimagranti non esistono, ma alcune formule possono fare la differenza nel ridurre le culotte de cheval.L’azione della crema snellente può essere più efficace se accostata a dei massaggi eseguiti da mani esperte. Tra i trattamenti snellenti migliori c’è la cavitazione, utile per ridurre le culotte de cheval e il grasso addominale, grazie all’azione degli ultrasuoni a bassa frequenza. Questa tecnica colpisce direttamente gli adipociti, che vengono disintegrati eliminando anche il grasso in eccesso. In alternativa si possono eseguire dei massaggi più soft dall’estetista con l’obiettivo di aiutare a smaltire i liquidi. La cavitazione è un vero e proprio trattamento dimagrante che può essere eseguito non solo per migliorare i difetti derivati da adiposità localizzate, ma anche in caso di consistenti perdite di peso.

I rimedi più efficaci contro le culotte de cheval

Alla crema snellente o alle sedute di trattamenti snellenti devono essere associate anche delle buone abitudini. L’attività fisica migliore per ridurre le culotte de cheval si traduce in esercizi aerobici come bici e lunghe camminate. Ottimi gli sport acquatici come acquagym o hydrobike, che aiutano a contrastare gli inestetismi della cellulite. A casa, esegui delle serie in crescendo di squat e ponte per i glutei per irrobustire cosce e glutei e tenerli al riparo da buccia d’arancia e culotte de cheval. A tavola integra alimenti ricchi di liquidi e dalle proprietà drenanti come asparagi, finocchio, pilosella, ananas, frutti di bosco. Si possono scegliere anche dei trattamenti con integratori alimentari con centella, rusco, e arancio amaro, utile per stimolare il metabolismo.

 

Leggi l’intervista completa su Silhouette Donna.

Facebook Comments

VEDI ANCHE: