Come ringiovanire le mani

Tecniche anti-ageing per ringiovanire le mani, prevenzione dell’orzaiolo, ginnastica in acqua: io suggerimenti del Prof. Antonino Di Pietro, dermatologo a Milano e direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis, per la cura della pelle e della bellezza

Pur avendo cinquanta anni, la mia pelle è ancora in forma, fatta eccezione per le mani. C’è qualche trattamento per migliorarle che dia però un risultato naturale?
Paola

Le consiglio la tecnica Overlap, un trattamento capace di attenuare le rughe caratteristiche delle mani. La terapia consiste in iniezioni di acido ialuronico naturale, sotto forma di gel, negli avvallamenti tra un tendine e l’altro del dorso della mano. Dopo essere stato iniettato, il gel crea piccoli gonfiori che sollevano le depressioni della pelle. Poiché è molto fluido, poi, nelle ore successive si espande e l’acido ialuronico riesce quindi a stimolare la produzione di collagene e di elastina nei tessuti circostanti. Le mani riacquistano così bellezza e tonicità, con un risultato piacevolmente ed estremamente naturale. Il trattamento prevede due sedute a distanza di un mese l’una dall’alta. È poi in genere necessaria una seduta di mantenimento ogni tre mesi circa.

Sono appena guarita da un fastidioso orzaiolo. Vorrei che non si ripresentasse più. Mi dà qualche consiglio per prevenirlo?
Alessio

Per evitare la ricomparsa del disturbo, le consiglio innanzitutto di prestare attenzione alla corretta pulizia delle palpebre e del contorno occhi. Trattandosi di una zona delicata, le suggerisco di utilizzare sempre detergenti neutri. Le consiglio poi di evitare di toccarsi gli occhi. Infatti, sulle dita possono essere presenti batteri e germi in grado di innescare un processo infiammatorio, scatenando così la comparsa dell’orzaiolo. Infine, le suggerisco di indossare sempre gli occhiali nei giorni ventosi. In questo modo, eviterà che corpusconi di piccole dimensioni entrino a contatto con la zona delgi occhi, provocando il disturbo.

Mi hanno consigliato la ginnastica in acqua perché soffro di gonfiori alle gambe. È vero che fa bene?
Elisabetta

Sì, le confermo che le hanno dato un buon consiglio. La ginnastica in acqua è molto utile per contrastare i gonfiori alle gambe perché facilita il ritorno venoso, cioè la risalita del sangue verso il cuore, favorendo così la circolazione e l’ossigenazione del corpo. Per migliorare ulteriormente la situazione, le consiglio anche di massaggiare ogni giorno le gambe dalla caviglia fino alla coscia, esercitando leggere pressioni. Infine, le suggerisco di dormire sollevando le gambe di alcuni centimetri con un cuscino, in modo da evitare il ristagno del sangue e la sofferenza delle pareti venose.

Facebook Comments

VEDI ANCHE: