Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.dermoclinico.it
READING

Piede d’atleta: di che cosa si tratta?

Piede d’atleta: di che cosa si tratta?

Piede d' atleta: i migliori consigli del Dermatologo Antonino Di Pietro dell'Istituto Dermoclinico Vita Cutis di Milano
Forse a causa di una sudorazione eccessiva ho cominciato a soffrire di fastidiosi taglietti fra le dita dei piedi che mi causano prurito e bruciore. Si tratta di un fungo? Mio fratello che ne ha sofferto dice che si chiama Piede d’atleta ma io non ho mai corso.
Maria Luisa, Parma

Non ci sono dubbi che proprio l’estate porti con sé qualche fastidioso disturbo. Particolarmente diffuse nei mesi più caldi sono le micosi, funghi della pelle che possono colpire diverse zone. Una delle aree più interessate è il piede, che può manifestare funghi come la Tinea Pedis, comunemente detta “Piede d’atleta”, o l’Onicomicosi.

La Tinea Pedis si presenta con spaccature della pelle negli spazi tra le dita dei piedi e, nei casi più seri, con chiazze rossastre e vesciche dolorose, che possono evolvere in infezioni. Questi sintomi, se trascurati, possono rendere molto difficoltoso camminare.

Ai primi segnali è perciò importante intervenire, rivolgendosi al dermatologo per una valutazione. Nel caso in cui le lesioni si presentano circoscritte, come primo intervento, si possono effettuave dei pediluvi. Il paziente deve immergere i piedi per una decina di minuti in acqua tiepida, in cui sono stati sciolti un paio di cucchiai di bicarbonato, sostanza dall’azione disinfettante.

Una volta concluso il pediluvio, i piedi non vanno risciacquati e devono essere asciugati con cura, tamponando la pelle senza frizionare e cercando di non lasciare parti umide. Nelle zone tra le dita, vanno poi applicate un paio di gocce di olio di malaleuca.


Piedi in forma: ecco come fare


Se in due settimane i sintomi del fungo non si alleviano, è necessario ricorrere a pomate antifungine, che possono comunque essere associate ai pediluvi a base di bicarbonato.

Un altro disturbo è appunto l’Onicomicosi, cioè un’infezione superficiale delle unghie, che si manifesta con una macchia biancastra o giallognola che tende ad allargarsi progressivamente fino a rendere l’unghia rugosa e debole.

Prof. Antonino Di Pietro, dermatologo a Milano

Cos’è il Piede d’atleta?

Il piede d’atleta (il cui nome scientifico è Tinea Pedis) è il termine d’uso comune per l’infezione dei piedi o delle dita dei piedi provocata da un gruppo di funghi detti dermatofiti.

Questi funghi prosperano negli ambienti caldi e umidi come spogliatoi, docce, scarpe e calze, quindi abitano tranquillamente sui piedi dove le condizioni sono simili. Normalmente il piede d’atleta si manifesta fra le dita dei piedi, ma può colpire anche la parte inferiore e laterale del piede.

Mentre il fungo presente sulla cute è la causa dell’infezione principale, altri lievieti e batteri possono aumentare e provocare altri sintomi come il cattivo odore dei piedi. Purtroppo il piede d’atleta è molto contagioso e si propaga facilmente per contatto cutaneo con superfici e oggetti contaminati. Se tocchi qualcuno che ha questa condizione e ti dimentichi di lavarti le mani è facile sviluppare un’infezione simile.

Piede d'atleta: consulto online del migliore dermatologo a Milano all'Istituto Dermoclinico Vita Cutis Plinio

Facebook Comments

VEDI ANCHE: