Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Rughe e Invecchiamento della...
  4. /
  5. Viso
  6. /
  7. Doppia detersione: come funziona...
READING

Doppia detersione: come funziona e quali sono i be...

Doppia detersione: come funziona e quali sono i benefici

Dimentichiamo sapone e acqua: una corretta pulizia del viso si attua attraverso il gioco di squadra e l’utilizzo di più prodotti. Questo nuovo trend è conosciuto come doppia detersione ed è l’arma segreta per mantenere il viso più giovane e luminoso. Scopriamo di cosa si tratta.

Che cos’è la doppia detersione e in cosa consiste?

Una tendenza recente è quella della doppia detersione viso, nata dalle discipline orientali e ormai acquisita anche nelle beauty routine occidentali. Si può eseguire con due detergenti diversi, per esempio un’acqua micellare e un’emulsione detergente (latte o crema), come un gioco di squadra dove ogni giocatore ha compiti differenti. I detergenti in commercio hanno formulazioni e obiettivi tra i più disparati, che possono anche essere mixati. Questa pratica di bellezza nasce per rispondere alle esigenze dermatologiche che si sono evolute a causa dei cambiamenti ambientali e dello stile di vita. La detersione è infatti il primo step per aiutare a rallentare la comparsa di inestetismi cutanei tipici dell’invecchiamento accelerati da smog e particelle inquinanti che si accumulano tutti i giorni sulla cute, sensibilizzandola e incentivando disturbi come ipersensibilità, secchezza cutanea e colorito grigio e spento.

Quali sono i benefici della doppia detersione per la pelle del viso?

È sempre importante ricordare che quando parliamo di pulizia del viso non ci riferiamo al semplice démaquillage. Il make up è la parte più evidente di ciò che si è depositato sulla pelle durante la giornata, ma oltre ad esso c’è la sporcizia invisibile degli agenti inquinanti presenti nell’aria, accompagnata da cellule morte, tracce di sudore e polvere che vanno rimossi per una pelle più fresca, luminosa e compatta. La doppia detersione con prodotti efficaci serve proprio a pulire la cute in profondità: prima si rimuove il trucco, poi si deterge la pelle. Questo permette alla pelle di essere più ricettiva e disponibile ai trattamenti successivi oltre a mantenersi in equilibrio e più sana. La semplice pulizia del viso con acqua e sapone non è infatti sufficiente a garantire una detersione completa, in quanto sull’epidermide si depositano alcune sostanze che non possono essere eliminate dalla semplice acqua.

Quali prodotti scegliere per la doppia detersione?

Innanzitutto è necessario conoscere il proprio tipo di pelle e le relative esigenze cutanee. L’ideale è farsi aiutare da un dermatologo esperto con una visita specialistica della pelle, di modo da individuare anche i prodotti più adatti al tipo di pelle. In generale potrebbe essere utili seguire i seguenti prodotti per la doppia detersione:

  • Azione antiaging: la doppia detersione viso deve puntare sulla rigenerazione cutanea. Ottimo l’utilizzo combinato di latte detergente e acqua micellare. I primo deve essere ricco di antiossidanti come vitamina C ed E e SOD, ai quali unire l’azione della Fospidina, fosfolipidi e glucosamina, attivi che contribuiscono al fisiologico processo di riparazione e rigenerazione. Preferire invece acque micellari ricche di prebiotici naturali come inulina e glucooligosaccaridi che aiutano a mantenere il microbioma cutaneo in equilibrio rallentando la comparsa di rossori e irritazioni. È possibile partire dal latte detergente e terminare con acqua micellare per un’azione più rinfrescante. In alternativa partire dall’acqua micellare e completare la doppia detersione viso con il latte detergente per un effetto emolliente.
  • Pelle mista: anche in questo caso sono ideali le acque micellari prima del detergente specifico per pelle impura. Le formulazioni con Alusil sono finalizzate a rieducare la pelle nella produzione di sebo, per una pelle al riparo da impurità. Attenzione in questo caso alle texture ricche di tensioattivi, possono causare l’effetto sebo rebound.
  • Pelle secca: latte detergente sempre consigliato ad azione rigenerante con Fospidina abbinato a un olio detergente viso per struccare nella fase iniziale della doppia detersione. Cautela con la scelta dell’olio, spesso è ricco di estratti naturali che in caso di pelle sensibile potrebbe dare reazioni allergiche.

Si tratta sempre di doppia detersione viso, ma in questo caso ai prodotti per la detersione si affianca un panno struccante viso, da preferire in cotone vergine e biologico. Sono ormai diffusi i panni struccanti con fibre sintetiche, ma queste trame possono non essere adatte a tutti i tipi di pelle. Al contrario, Il cotone è particolarmente indicato in caso di pelle sensibile perché è privo di ogni fibra sintetica e in base alla pressione può esercitare una microesfoliazione che rispetta anche le pelli più sensibili e amplifica i benefici della doppia detersione viso.

Scarica l’articolo

Facebook Comments

VEDI ANCHE: