Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.dermoclinico.it
READING

I mille e uno usi della salvia per la tua bellezza

I mille e uno usi della salvia per la tua bellezza

La stessa radice etimologica conferma che la salvia fa bene alla salute: il suo nome deriva infatti dal latino “salvus” in italiano “salvo”. Questa pianta officinale trova largo uso nelle formulazioni farmaceutiche più antiche e in cucina, per saporire i piatti. La salvia ha diversi benefici anche per capelli e denti: vediamo insieme quali.

Quali proprietà ha la salvia e a cosa fa bene?

La salvia è ricca di oli essenziali, flavonoidi e acidi fenolici che le conferiscono proprietà antinfiammatorie, antisettiche e diuretiche. Risulta quindi un alleato contro la sindrome dell’intestino irritabile e altri sintomi gastrointestinali. L’azione diuretica è invece utile a ridurre la comparsa di ritenzione idrica, edemi e reumatismi. Le sue proprietà balsamiche sono utilizzate in alcune preparazioni che aiutano a sciogliere il catarro e a proteggere l’apparato respiratorio dalle infiammazioni. La salvia è una pianta amica del benessere femminile poiché ha un’azione estrogenica, viene infatti impiegata per attenuare i sintomi della sindrome premestruale e menopausa.

Cosa può sostituire la salvia in cucina?

Uso della salvia in cucinaGrazie al suo sapore deciso e caratteristico, la salvia può essere utilizzata per condire e insaporire molti piatti dal primo al dolce. Un classico abbinamento della cucina italiana è la salvia in un bel piatto di carne, oppure insieme a ravioli di magro. Ma i più esperti la utilizzano anche nella preparazione di dolci come sorbetti o torte in accostamento a sapori agrumati come quelli di arancia e limone. Esistono diverse tipologie di salvia che possono conferire una sapore più o meno deciso al vostro piatto: oltre la salvia comune, si può trovare al mercato la salvia variegata (dal sapore più intenso) o la salvia ananas, che come suggerisce il nome ha un gusto che richiama il frutto esotico. Sostituire la salvia al sale può essere una mossa consigliata per garantire una migliore salute generale dell’organismo, soprattutto per tenere alla larga la ritenzione idrica.

Come usare la salvia per i denti?

La salvia usata come sbiancante per i denti è un rimedio della nonna efficace. Questa pianta officinale contiene particolari minerali che svolgono una leggera azione abrasiva che combinata con i suoi preziosi oli officinali lubrifica lo smalto dei denti. Strofinando le foglie di salvia direttamente sui denti si eliminano le particelle colorate che si accumulano sullo smalto dentale con il consumo di determinati alimenti. Grazie alle sue proprietà antisettiche e antibatteriche questa pianta officinale è in grado di ridurre infiammazione e irritazione delle gengive, ecco perché i suoi estratti vengono utilizzati in molti prodotti per la cura dentale. Si consiglia di applicare la salvia per sbiancare i denti due volte alla settimana; i suoi effetti sono duraturi e non hanno controindicazioni per la salute dei denti se non si superano le modalità consigliate.

La salvia nella cura dei capelli fragili

La salvia ha caratteristiche utili anche per il benessere dei capelli. I suoi eccipienti aiutano a purificare la cute riducendo la comparsa della forfora, inoltre sono utili per sgrassare il cuoio capelluto, opacizzando anche i capelli più grassi. Un impacco con salvia, olio extra vergine e yogurt può essere un’ottima soluzione per i capelli lunghi che hanno bisogno di rinforzare la lunghezze rese aride e spente dal sole o dall’utilizzo di phon e piastra. La salvia è utilizzata anche per coprire i capelli bianchi, basta lasciare in infusione una tazza di foglie di salvia con circa 3 bicchieri pieni d’acqua. Una volta terminato il periodo di infusione, la lozione va filtrata e va utilizzata entro la giornata. Ovviamente la colorazione non è immediata, ma può essere efficace se effettuata una volta alla settimana per almeno un mese per notare i primi capelli bianchi scomparire.

Pediluvi con salvia per piedi che sudano troppo

Con il cambio di stagione i piedi possono sudare di più ed essere più vulnerabile all’attacco di funghi e batteri, due volte alla settimana concediti un pediluvio per i piedi con salvia; utile per combattere la sudorazione eccessiva. Bastano 5 o 6 foglie di salvia in acqua tiepida per rinfrescare, idratare e profumare la pelle dei piedi. Le proprietà deodoranti della salvia possono essere combinate anche in un pediluvio con bicarbonato utile per ammorbidire i calli e per un’azione preventiva contro micosi e verruche.

Leggi l’articolo

 

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: