Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Interviste
  4. /
  5. Per una pelle idratata,...
READING

Per una pelle idratata, il bagno e la doccia siano...

Per una pelle idratata, il bagno e la doccia siano brevi

«Quando vi lavate, vi consiglio di rimanere nell’acqua non oltre venti minuti» • «I lavaggi troppo lunghi possono indebolire e seccare la pelle»

«A causa del freddo la pelle diventa sacca e ha bisogno di cure. Per restruirle la giusta idratazione e mantenerla sana, idratata e morbida suggerisco di fare la doccia oppure il bagno, regolando la temperatura sull’acqua tiepida. Assicuratevi di non fare durare il lavaggio oltre i venti minuti. Mentre siete sotto l’acqua massaggiate la pelle con un guanto di crine o con un panno di cotone. Poi variate temperatura dell’acqua, alternando quella calda con quella fredda. Infine, dopo la doccia oppure il bagno stendete sulla pelle un velo di crema a base di sostanze ricavate dalla soia e dal guscio di crostacei»

Ecco cosa consiglia un grande esperto, il professor Antonino Di Pietro, dermatologo di fama internazionale, presidente e fondatore dell’Isplad, la Società internazionale di dermatologia plastica, oncologica e rigenerativa. Ci siamo siamo rivolti a lui per sapere come mantenere la pelle del corpo giovane e sana e gli chiediamo: «Perché consiglia di lavarsi con l’acqua tipieda? Qual è la temperatura giusta?»
«Consiglio di lavarsi con l’acqua alla temperatura di circa trentasette gradi», dice il professor Di Pietro. «L’acqua troppo calda secca la pelle e la disidrata perché elimina in parte il film idrolipidico, cioè la pellicola sottile composta da grasso e da acqua che protegge la pelle».

«Perché raccomanda di non prolungare oltre i venti minuti la doccia oppure ii bagno?», gli chiediamo.
«Il bagno e la doccia troppo lunghi possono indebolire e seccare la pelle, mentre i lavaggi brevi la rivitalizzano», spiega il professor Di Pietro.

«Perché consiglia di massaggiare la pelle con un guanto di crine oppure con un panno di cotone?». gli domandiamo.
«Il massaggio con il guanto di crine oppure con il panno di cotone permette di staccare le cellule morte che si trovano sulla superficie della pelle e questo processo aiuta la pelle a rigenerarsi facilmente», spiega il professor Di Pietro.

«Perché consiglia di variare la temperatura dell’acqua durante il bagno oppure la doccia, passando dai getti caldi a quelli freddi?», gli domandiamo.
«I getti di acqua calda e fredda attivano la circolazione», risponde il professor Di Pietro «infatti l’acqua calda dilata i vasi sanguigni, mentre quella fredda li restringe. Questa ginnastica dei vasi sanguigni migliora la bellezza della pelle e la rende più tonica.

«Infine, perché consiglia dopo la doccia oppure il bagno di stendere una crema?», gli chiediamo.
«Suggerisco», dice il professor Di Pietro «una crema a base di fospidin, cioè un composto contenente fosfolipidi, sostanze che derivano dalla soia, e glucosamina, una sostanza ricavata dal guscio dei crostacei, perché questi principi nutrono la pelle in profondità e la mantengono in salute e più giovane».

Facebook Comments

VEDI ANCHE: