Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Cura del Corpo
  4. /
  5. Depilazione
  6. /
  7. Follicolite post ceretta: come...
READING

Follicolite post ceretta: come depilarsi senza irr...

Follicolite post ceretta: come depilarsi senza irritazioni?

Giunti alla vigilia delle vacanze estive, molte persone, soprattutto le donne ma in misura sempre crescente anche gli uomini, vogliono eliminare i peli superflui per mettere in mostra un aspetto più gradevole. Tuttavia la depilazione può anche rivelarsi un fattore di rischio per la salute della pelle perché, se eseguita con procedure sbagliate, la pelle stessa può irritarsi e persino sviluppare una infezione particolare chiamata follicolite che, oltre a essere sgradevole alla vista, può pregiudicare poi l’esposizione al sole durante il periodo delle cure. Vediamo allora come si possono eliminare i peli superflui senza causare irritazioni.

Uomini e donne possono depilarsi nello stesso modo?

No, perché tra uomo e donna vi sono differenze che riguardano soprattutto lo spessore dei peli da eliminare. Quindi alcune procedure che sono indicate per le donne non lo sono per gli uomini perché essi rischiano più facilmente di andare incontro a infezioni o a irritazioni. In ogni modo, gli strumenti che attualmente sono usati più frequentemente, a casa propria, per eliminare i peli superflui, sono tre: il rasoio a mano, quello elettrico e la ceretta.

Qual è il modo corretto di usare il rasoio per non causare la follicolite?

Prima di usare il rasoio bisognerebbe preparare adeguatamente la pelle facendo una doccia, un bagno o applicando panni umidi e tiepidi. Poi occorre proteggere la pelle con la schiuma da barba o con un sottile strato di sapone e agire facendo scorrere la lama nel verso del pelo e non in contropelo. L’uso del rasoio non consente una depilazione duratura: nel giro di cinque o sei giorni i peli ricrescono. Invece questo tipo di depilazione è indicato per trattare petto e schiena dell’uomo: queste zone della pelle maschile sono ricche di ghiandole sebacee che, se stimolate in modo scorretto, possono irritarsi e causare un problema: una infezione chiamata follicolite perché interessa il follicolo pilifero, cioè la minuscola sacca che, nella pelle, contiene la radice del pelo.

Agli uomini e alle donne si consiglia di utilizzare rasoi usa e getta, cioè per una sola volta, al fine di prevenire eventuali infezioni batteriche, più probabili se i rasoi sono già stati usati. Dopo questa procedura si raccomanda l’uso di pomate a base di ossido di zinco e di magnesio silicato, che hanno la funzione di proteggere la pelle e di creare una barriera protettiva contro i batteri. In alternativa sono molto utili anche pomate contenenti deltalattone, una sostanza di origine vegetale che aiuta a proteggere la pelle dopo la depilazione.

Ci sono differenze importanti tra il rasoio elettrico e quello manuale?

Sì. Il principio di azione del rasoio elettrico è un po’ diverso e più aggressivo. Questo rasoio, oltre a tagliare il pelo, lo tira verso l’esterno per eliminarlo più in profondità. La durata della efficacia della depilazione con il rasoio elettrico è, quindi, un po’ più lunga di quella ottenuta con il rasoio a mano: l’effetto può durare fino a una decina di giorni. Anche in questo caso, però, la pelle deve essere preparata con spugnature calde che la ammorbidiscano. Inoltre è consigliabile strofinare la pelle con un guanto composto da fibre di cellulosa, derivata dai vegetali, per ammorbidirla e per consentire un’azione più efficace e, nel contempo, più dolce. Dopo il passaggio del rasoio elettrico, meglio passare un velo di pomata a base di ossido di zinco e di magnesio silicato o, ancora, di deltalattone. Se la pelle è particolarmente soggetta a follicoliti e irritazioni, applicare una pomata ad azione leggermente antibiotica o di usare un detergente che contiene clorexidina, che ha la stessa funzione purificatrice».

Cerette depilatorie: come eseguirle per evitare la follicolite?

La ceretta andrebbe usata solo quando i peli sono lunghi, perché su una peluria corta non è altrettanto efficace. Sconsigliato ricorrervi, in generale, per trattare il petto e la schiena degli uomini, per la presenza, come prima accennato, di molte ghiandole sebacee che si possono irritare facilmente se sollecitate dallo strappo necessario a rimuovere la ceretta stessa. Raccomando di preparare la pelle applicando un impacco tiepido sulla zona da trattare. Tuttavia la pratica della ceretta non è indicata nelle donne che soffrono di una spiccata fragilità capillare. Infatti la trazione della pelle potrebbe rompere i capillari e creare quindi piccoli lividi antiestetici sottopelle. Dopo questo tipo di depilazione, è bene effettuare una pulizia accurata per eliminare i residui di cera: le salviettine oleose in vendita con la confezione sono indispensabili. In mancanza di esse, può andare bene anche l’olio alle mandorle o una crema grassa, ma non profumata.

Irritazioni da depilazione: cosa fare?

Se la pelle si arrossa dopo la depilazione, un rimedio utile consiste nell’applicare sulla parte interessata detergenti a base di clorexidina, una sostanza disinfettante. In genere, passati due o tre giorni, i piccoli foruncoli si seccano e la pelle torna normale. Se invece l’irritazione non regredisse, si passa alle pomate antibiotiche a base di gentamicina, da applicare almeno tre volte al giorno. In questo caso bisogna ricordarsi di non esporre al sole la parte trattata: infatti l’azione dei raggi solari sulla pomata può originare la formazione di macchie sulla pelle. Se la situazione non migliora in due o tre giorni applicando pomate antibiotiche si ricorre a una terapia, sempre antibiotica, ma per bocca. Questa risolve il problema definitivamente ma è meglio ricorrervi solo dopo che gli altri rimedi, meno invasivi, non hanno dato i risultati sperati.

Quali norme igieniche bisogna seguire in caso di follicolite dopo una depilazione?

Mantenete pulita e asciutta la parte colpita ed evitate lo scambio di asciugamani con gli altri familiari per evitare che i germi della follicolite si possano trasmettere ad altri, ma anche per evitare che eventuali impurità presenti sugli asciugamani possano peggiorare la situazione della pelle del paziente. La pelle affetta da follicolite non si deve bendare ma, se si sta prendendo l’antibiotico, non bisogna esporla al sole. L’aria aperta può aiutare il processo di guarigione a patto di evitare il contatto con polvere, sabbia, terra e altre impurità dell’ambiente.

Come fare per rendere la ceretta meno dolorosa?

Prima di fare la ceretta è consigliabile sottoporre le aree interessate a impacchi di acqua calda che ammorbidiscono la pelle e dilatano i pori, semplificando e rendendo meno dolorosa la depilazione. È poi utile applicare sulla cute un lieve velo di talco. La ceretta agirà così direttamente sui peli e meno sulla pelle, con una conseguente diminuzione del dolore.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: