Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Rughe e Invecchiamento della...
  4. /
  5. Viso
  6. /
  7. Viso gonfio al mattino?...
READING

Viso gonfio al mattino? Ecco come drenarlo

Viso gonfio al mattino? Ecco come drenarlo

Durante la notte, la circolazione linfatica rallenta, così al mattino il viso appare più gonfio e ci vuole qualche ora per tornare alla normalità. Come fare per accelerare questo processo? Ve lo sveliamo in questo articolo.

Gli esercizi e le abitudini per drenare il viso gonfio al mattino

Prima di andare a dormire, bevi una tisana che ti aiuti a stimolare la diuresi. Fai preparare dall’erborista una miscela di 10 g di foglie d’edera, 20 g di semi di finocchio, 20 g di gambi di ciliegie, 5 g di frutti di ippocastano, 5 g di foglie di passiflora, 10 g di fucus, 5 g di foglie di boldo. È sufficiente un cucchiaino in una tazza d’acqua calda. Per favorire la circolazione del viso, cerca poi di dormire supina con un cuscino sotto la nuca, per mantenere la testa a un livello superiore al resto del corpo.

Appena sveglia, sciacqua invece il viso con acqua fresca. Prima di truccarti, se ti vedi ancora gonfia passa sulla pelle un cubetto di ghiaccio, tampona con una velina e applica la tua crema drenante per il viso preferita (se non ne hai una, scegline una in farmacia che contenga caffeina o centella asiatica): massaggiala dalla mascella fino alla fronte, poi pizzica delicatamente la pelle per facilitare l’assorbimento. Per sgonfiare il viso al mattino più velocemente, fai qualche esercizio vocale: ripeti, in modo da allargare o chiudere il più possibile la bocca, le vocali A e O. Fai almeno una volta al mese, inoltre, un ciclo di massaggi linfodrenanti per il viso: sgonfiano, favoriscono il drenaggio delle tossine, rendono la pelle luminosa e attenuano le rughe.

Borse e occhi gonfi si risolvono nello stesso modo?

I gel drenanti aiutano a combattere il problema degli occhi gonfi al mattinoLa differenza fra occhi gonfi e borse è minima, ma i due problemi non sono equivalenti lo stesso. Nel primo caso è un disturbo legato alla stasi linfatica, nel secondo caso, invece, dipende dai cuscinetti adiposi posti nella palpebra superiore e in quella inferiore. Il gonfiore si presenta al mattino e, come per il resto del viso, si attenua nel giro di un paio d’ore. Le borse invece, peggiorano progressivamente nel corso della giornata, anche per effetto della forza di gravità.

Come fare, dunque, per avere occhi meno gonfi e un contorno occhi più disteso? Appena sveglia, con la testa china sul lavandino, sciacqua gli occhi con acqua fresca. Se lo preferisci, utilizza un cubetto di ghiaccio e fallo scorrere più volte, in modo circolare, lungo il contorno degli occhi. Applica un gel specifico ad azione drenante e rinfrescante (i componenti base sono generalmente ruscus, hamamelis, centella asiatica). Prima massaggialo dall’angolo interno dell’occhio verso l’esterno con il polpastrello dell’anulare, poi picchietta alternando i polpastrelli dell’indice e del medio per favorire l’assorbimento. Per avere subito uno sguardo più fresco, immergi due bustine di camomilla nell’acqua calda, lasciale raffreddare per qualche minuto, poi applicale sulle palpebre. La camomilla ha un effetto decongestionante e funziona ottimamente anche in caso di orzaioli.

Gonfiore del viso e ritenzione idrica

A favorire la circolazione linfatica è la contrazione muscolare connessa al movimento. Così, se passi la maggior parte del tuo tempo seduta o se rimani ferma in piedi a lungo, le gambe tendono a gonfiarsi. Come la ginnastica facciale aiuta a drenare il viso, così l’esercizio fisico aiuta ad avere gambe più toniche. Il nostro consiglio quotidiano? Ogni venti minuti fai qualche passo veloce e sollevati più volte sulla punta dei piedi. Sfrutta ogni occasione per muoverti: sali le scale a piedi, scendi dall’autobus una fermata prima, cammina mentre parli al telefono. Quando stai seduta, non accavallare le gambe e, appena puoi, appoggiale a uno sgabello o, meglio ancora, alla scrivania.

Tra gli sport, preferisci il nuoto. Il movimento in posizione di galleggiamento e il massaggio dell’acqua favoriscono il drenaggio e tonificano la muscolatura; sono particolarmente efficaci contro le cosiddette culotte de cheval. Altri sport efficaci sono la bicicletta, il jogging, la cyclette o anche il semplice camminare: bastano venti minuti al giorno a passo veloce. Fai attenzione ai tacchi: quelli alti ostacolano il movimento muscolare del polpaccio. Se non vuoi rinunciarci, alternali a quelli che non superano i 4-5 centimetri. Quando dormi tieni un cuscino sotto il materasso all’altezza dei piedi: favorisce il deflusso del sangue.

Come evitare la ritenzione idrica del viso e del corpo con la corretta alimentazione

Come sempre, la bellezza parte sempre dall’alimentazione, che gioca un ruolo fondamentale anche per quanto riguarda la ritenzione idrica e i gonfiori di viso e corpo. Ecco cosa ti consigliamo di fare:

  1. Bevi almeno un litro e mezzo di acqua oligominerale al giorno, meglio se lontano dai pasti.
  2. Al posto delle bevande gasate o zuccherate, scegli il tè verde: oltre a essere un ottimo antiossidante, favorisce la diuresi.
  3. Abìtuati a mangiare meno salato, perché il sale favorisce la ritenzione dei liquidi e ostacola l’eliminazione dell’acqua che già ristagna. Non è necessario non salare la bistecca o diminuire il sale nell’acqua della pasta, basta ridurre gli alimenti che ne contengono molto, come le patatine, gli insaccati e i cibi in scatola.
  4. Preferisci gli alimenti che contengono bioflavonoidi e vitamina C, come frutti di bosco, kiwi, agrumi, che aiutano a rinforzare le pareti dei capillari.
  5. Tieni sotto controllo il peso forma: i chili in eccesso “pesano” sulle gambe e rendono difficile il deflusso sanguigno e linfatico.
  6. Evita di bere alcolici, soprattutto la sera.
Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: