Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it
READING

Acido ialuronico: cos’è e come si utilizza

Acido ialuronico: cos’è e come si utilizza

acido ialuronicoAcido ialuronico: il nome di questa sostanza è ormai universalmente noto per le sue proprietà antinvecchiamento e come prezioso alleato per la salute e la bellezza della pelle. Ma non sempre si hanno le idee ben chiare a riguardo. Di cosa si tratta in realtà? Come si utilizza? Quali benefici offre?

La prima cosa da sapere è che l’acido ialuronico è una sostanza prodotta naturalmente dal nostro corpo ed è uno dei componenti fondamentali dei tessuti connettivi.

Oltre a garantire l’idratazione cutanea, l’acido ialuronico svolge altre significative funzioni: favorisce la produzione di collagene ed elastina, mantiene il tono, l’elasticità e la turgidità della pelle, lubrifica e ripara i tessuti e aiuta l’organismo a proteggersi da batteri e microrganismi infettanti.

LEGGI ANCHE: Picotage, per un viso fresco e rigenerato

Nell’ambito della cura della pelle, l’acido ialuronico offre due importanti caratteristiche: è un eccellente rigenerante e un ottimo riempitivo. Questa sostanza è capace di rigenerare la cute, migliorandone aspetto e qualità, proprio perché ne è parte integrante naturale. L’acido ialuronico svolge quindi una significativa azione stimolante, facendo in modo che le cellule producano più collagene ed elastina, ovvero quelle componenti che rendono la cute sana e viva. Questa caratteristica rigenerante garantisce soprattutto una funzione preventiva e protettiva.

L’acido ialuronico svolge però anche una determinante azione riempitiva sulle rughe già esistenti, senza provocare spiacevoli effetti collaterali. Se utilizzato nella sua formulazione naturale, attraverso i cosiddetti filler riassorbibili (ossia filler effettuati con materiali che l’organismo è capace di riassorbire completamente nell’arco di qualche mese), solo in casi estremamente rari dà luogo a intolleranze, poiché si tratta di una sostanza che viene “digerita” piuttosto rapidamente e con facilità dagli enzimi presenti nella pelle.

LEGGI ANCHE: Antiaging: le novità

Come funzionano e agiscono questi filler? È innanzitutto necessario scegliere la giusta concentrazione di acido ialuronico, a seconda dei singoli casi. L’acido viene inoltre arricchito con particolari elementi che uniscono le molecole, formando un gel più o meno denso. Sfruttando le varie densità, attraverso piccole iniezioni indolore, è quindi possibile sollevare depressioni cutanee più o meno marcate e riempire rughe lievi o profonde. Il riassorbimento garantisce un ulteriore vantaggio: in caso di eventuali ripensamenti, nel giro di pochi mesi, si ritorna alla condizione di partenza.

La parola chiave, insomma, è “rivitalizzazione della pelle”, con risultati perfettamente naturali.

Facebook Comments

VEDI ANCHE: