Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Cura del Corpo
  4. /
  5. Gambe e Glutei
  6. /
  7. Perché le tue gambe...
READING

Perché le tue gambe non si abbronzano?

Perché le tue gambe non si abbronzano?

Molti sognano un’abbronzatura luminosa e uniforme per tutta la pelle del corpo. Ottenere una pelle dorata non è però così semplice, alcune zone cutanee si abbronzano infatti più lentamente e certi fototipi in particolare impiegano per natura più tempo per attivare la produzione di melanina.

Perché alcune zone del corpo si abbronzano meno velocemente di altre?

Il nostro corpo produce melanina solo quando è necessario, ovvero quando è opportuno riparare e proteggere l’epidermide da un’eccessiva o prolungata esposizione solare. Ecco quindi che il nostro corpo effettua una selezione naturale e fisiologica, concentrando le cellule che producono melanina dove servono di più. Per questo in alcuni casi, abbronzare le gambe è un’operazione che avviene più lentamente poiché solitamente vengono esposte non direttamente alla luce solare e durante tutto l’anno vengono riparate e coperte da indumenti lunghi e attillati. In altri casi, come abbronzare le gambeuna scarsa o affaticata circolazione potrebbe rallentare l’ossigenazione dei tessuti e la conseguente distribuzione della melanina.

Come aiutare la pelle delle gambe ad abbronzarsi

Abbronzare le gambe bianche e delicate è possibile se si seguono alcuni trattamenti preventivi. In caso di fototipo chiaro è sempre consigliato cominciare il trattamento con un integratore solare o un integratore per la pigmentazione della pelle due o tre mesi prima dell’esposizione al sole prolungata. I migliori contengono rame e ingredienti antiossidanti come il pino marittimo.  A questi attivatori di melanina si possono abbinare anche alcuni alimenti come la frutta di colore arancione e la verdura a foglia verde. Ovviamente è poi necessario scegliere una corretta protezione solare con SPF alto da abbinare all’azione restitutiva di un doposole con burro di karitè, fosfolipidi e glucosamina.

Scegliere la texture per la crema solare gambe e corpo

Per favorire un’abbronzature più duratura, sicura e omogenea anche per le gambe è possibile affidarsi a texture leggere in spray o latte solare. Texture come quella di un latte solare permettono un’applicazione più veloce, semplice e uniforme anche su ampie zone del corpo come schiena, gambe e braccia. Per i più sportivi che amano praticare attività fisica in spiaggia o lunghe passeggiate in montagna, un’ottima soluzione può essere rappresentata dai prodotti solari in spray, più freschi e pratici.

Alta protezione solare anche per le gambe?

Proprio perché questa parte del corpo, è rimasta al riparo dalla luce solare diretta per molti mesi, è importante concedere alla pelle il giusto tempo per attivare la produzione di melanina. Il consiglio per evitare scottature sulle gambe è scegliere un filtro solare 50 durante i primi giorni di vacanza, per poi eventualmente scendere a SPF30 quando la pelle è già abbronzata. Importante è sapere che un’alta protezione solare non rallenta l’abbronzatura, anzi garantisce una tintarella più sicura e duratura. Le migliori creme solari ad alta protezione sono infatti arricchite da attivi che aiutare la fisiologica pigmentazione della pelle come l’inositolo o estratti vegetali come la microalga marina unicellulare.

Come scegliere la crema doposole per le gambePelle delle gambe screpolata

Un errore comune è quello di non proteggere adeguatamente la pelle delle gambe dal sole e ritrovarsi al rientro della vacanze, con pelle secca, screpolata e che si desquama. Oltre alla protezione, è opportuno al rientro dalla spiaggia applicare tutti i giorni una crema doposole corpo. Attivi quali la fospidina, fosfolipidi, glucosamina e acido ialuronico hanno proprietà restitutive e idratanti, ideali per ripristinare il film idrolipidico anche dopo l’esposizione solare. Tra gli estratti naturali eccezionali come doposole troviamo oltre all’azione rinfrescante risaputa dell’aloe vera, anche il burro di karitè dal potere emolliente e idratante.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: