Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Rughe e Invecchiamento della...
  4. /
  5. Viso
  6. /
  7. Soffri di pelle secca?...
READING

Soffri di pelle secca? Ecco il fondotinta adatto p...

Soffri di pelle secca? Ecco il fondotinta adatto per te

Quando la pelle è disidratata e screpolata è difficile trovare una buona base per il trucco che si adatti alla pelle secca. La texture di molti fondotinta può infatti evidenziare una grana irregolare e un’epidermide disconnessa. Ecco allora alcuni consigli del dermatologo che possono tornare utili per individuare subito il giusto fondotinta per pelle secca.

Quali caratteristiche deve avere un fondotinta per la pelle secca?

Capire quale sia il fondotinta adatto alla propria pelle non è così semplice: come la crema viso, anche il fondotinta deve essere scelto in base alle esigenze dermatologiche cutanee. Chi ha la pelle grassa, ad esempio, dovrebbe preferire un prodotto “oli free” e cioè senza sostanze grasse che potrebbero incentivare la produzione di sebo e l’effetto di alone unto tipico appunto della pelle mista e grassa: in questi casi è consigliabile infatti ricorrere a un fondotinta in polvere ad azione matte (opacizzante). Il miglior fondotinta per pelle secca è invece quello colato, che unisce nella sua texture una miscela di polveri e sostanze grasse estratte da diversi lipidi. Il fondotinta per pelle secca lo si riconosce anche dal packaging: solitamente è venduto in un portacipria con una spugnetta annessa che permette la corretta stesura del prodotto. I fondotinta fluidi per pelli secche possono essere un’alternativa, ma devono essere scelti con cura, verificando gli ingredienti.

Ci sono fondotinta specifichi per pelli secche e sensibili?

I consigli del dermaotlogo per individuare il fondotinta per pelle secca.Per le pelli più giovani, al posto del fondotinta per pelle secca, è consigliata la BB cream come base per il trucco per pelle secca. La Blemish Balm Cream ha una formulazione più ricercata che unisce l’azione coprente a principi attivi idratanti e anche anti-age negli INCI più tecnologici. Tra gli ingredienti da ricercare sul pack: acido ialuronico, coenzima Q10 e vitamina C. Trovare il corretto fondotinta per pelli secche e mature è invece più complicato, perché le texture fluide e corpose possono evidenziare, oltre alla disidrosi, anche le rughe. Consigliato è cominciare dalla scelta di crema nutriente viso per pelle secca ricca di antiossidanti come la vitamina E e di attivi che idratano in profondità come fospidina, glicosaminoglicani e aminoacidi. In alternativa si può applicare una CC cream, la versione evoluta della BB cream indicata per le pelli più mature, grazie a una texture più corposa che aiuta a coprire e attenuare i primi segni dell’invecchiamento come rossori e macchie della pelle.

Cosa succede quando si usa un fondotinta non adatto alle pelle secca?

Il fondotinta per pelle secca non deve essere selezionato a caso, perché come abbiamo anticipato può rendere ancora più evidenti i sintomi tipici della pelle secca e disidratata. I prodotti che trovi al supermercato, ad esempio, sono ricchi di sostanze pigmentanti che sottolineano una grana irregolare e colorito non omogeneo. Le texture troppo fluide finiscono invece per infilarsi nelle spaccature e screpolature della pelle facendo apparire la pelle ancora più desquamata e secca. Il suggerimento è recarsi in farmacia e seguire i consigli dell’esperto individuando un fondotinta per pelli secche e sensibili, in quanto questi prodotti hanno formulazioni dermatologicamente testate per rispettare il pH cutaneo.

Come applicare il trucco sulla pelle secca?

Applicare la base trucco per pelle secca può avvenire attraverso l’aiuto di un pennello, se si è un po’ esperti di make up, altrimenti si può optare per una spugnetta che aiuti a stendere la texture del fondotinta in modo omogeneo. Per chi desidera applicare il fondotinta per pelle secca con le dita, è importante ricordarsi di partire dal centro del viso (la cosiddetta zona T: mento, naso viso e zigomi) spostandosi verso l’esterno. Un accorgimento da utilizzare in inverno quando fa molto freddo è utilizzare un olio viso come primer, ma sempre previa visita dermatologica. Gli oli per il viso bio possono infatti contenere estratti naturali potenzialmente allergizzanti per la pelle secca.

Leggi l’articolo

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: