Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.dermoclinico.it
READING

Le creme senza profumo per idratare il viso

Le creme senza profumo per idratare il viso

In caso di pelle sensibile un consiglio spassionato è quello di utilizzare delle creme senza profumo. Applicare sul viso un crema profumata regala un piacevole sensazione olfattiva e sensoriale che, per molti, risulta come una coccola a cui è difficile rinunciare. Purtroppo però, questi prodotti ricchi di profumo, possono, con il passare del tempo o immediatamente dopo l’applicazione, provocare ipersensibilità cutanea. La maggior parte dei cosmetici contiene estratti o sostanze derivate da fragranze (anche naturali) che possono essere fonti di allergia. Le creme senza profumo affidabili sono vendute in farmacia, ma è sempre meglio dare un’occhiata all’INCI per avere maggiore sicurezza.

Perché è meglio evitare le creme che contengono profumi

I profumi hanno la caratteristica di essere fotosensibili. Ciò vuol dire, che quando applichiamo la crema viso idratante sul viso dobbiamo prestare attenzione a quanto tempo ci esponiamo al sole, perché la composizione del prodotto cosmetico potrebbe reagire a seguito dell’incontro con i raggi ultravioletti, causando non solo reazioni potenzialmente allergiche, ma anche macchie cutanee. La composizione più semplice e basilare di profumo contiene all’incirca 14 ingredienti che rappresentano un mix tra miscele naturali e prodotti chimici sintetici che in caso di pelle sensibile possono alterare il pH dell’epidermide, scatenando reazioni cutanee. Se si è consapevoli di avere una pelle reattiva e sensibile, l’utilizzo di una crema senza profumo diventa una mossa astuta e saggia.

Come riconoscere le creme senza profumo

La dicitura “fragrance free” o “senza profumo”, riportata sull’etichetta o sul fronte del prodotto, certifica che esso non contiene all’interno dell’INCI profumazioni aggiuntive. Non è detto che le creme senza profumo abbiano un odore sgradevole, semplicemente la loro formulazione non è arricchita da ulteriori fragranze. Esistono anzi molti prodotti fragrance free che sono caratterizzati da un odore tipico delle materie naturali da cui vengono estratti i principi attivi e che risultano gradevoli all’olfatto. Riconoscere le creme senza profumo è semplice, basta ricercare nell’INCI la dicitura “parfum”.

L’allergia ai profumi può colpire a tutte le età e a volte può insorgere a seguito di cambiamenti ormonali o fisici. Ad esempio, nelle donne è facile riscontrare questa intolleranza dopo la menopausa, quando il tessuto cutaneo risulta più delicato e sensibile a causa dei classici sintomi di questo particolare momento della vita di una donna. Se dopo tanti anni di utilizzo della stessa crema viso idratante si riscontrano fastidi cutanei come prurito e arrossamento, è utile chiedere consiglio al dermatologo, magari è proprio la presenza di alcuni profumi nella formula cosmetica che hanno cominciato a scatenare allergie.

Quali principi attivi privilegiare se si soffre di pelle secca

Tre le tipologie di pelle più soggette all’intolleranza ai profumi, la pelle secca è la più predisposta. Quando si è intolleranti a un profumo, tra le prime reazioni cutanee riscontrabili c’è quella sensazione di “pelle che tira”. In caso di pelle secca si possono scegliere creme senza profumo dermatologicamente testate per nutrire in profondità la pelle, proteggendola dalla disidratazione tipica durante il cambio di stagione. Ottimo è l’utilizzo di una crema viso idratante con filtro solare, utile per proteggere la pelle anche dai raggi UV in città. Alternativa è una crema viso nutriente antiage dai principi attivi come fosfolipidi e glucosamina, che rigenerano in profondità il tessuto cutaneo. Per l’idratazione sempre utili le formule ricche di acido ialuronico (meglio se in microsfere) e peptidi della soia e del riso, amminoacidi che aiutano il rassodamento cutaneo. Vitamina E e C svolgono invece una preziosa azione antiossidante. Tra le formulazioni bio, fondamentale preferire quelle con estratti di oli e burri vegetali come olio di mandorle dolci, burro di karité, ma anche aloe e miele.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: