Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Dermatologia
  4. /
  5. Irritazioni
  6. /
  7. Couperose: cos’è e come...

Couperose: cos’è e come si cura?

La couperose è un inestetismo cutaneo che si manifesta con un arrossamento della pelle del viso, dovuto all’ingrossamento o alla rottura dei vasi capillari. Nello specifico si contraddistingue per la presenza di macchiette rosse sul viso o sulle gambe simili a ragnatele che provocano bruciore. La sua comparsa, che denuncia problemi di circolazione riguardanti i capillari, è spesso collegata a forti sbalzi di temperatura e può essere arginata seguendo una serie di consigli che vanno dall’alimentazione, alla scelta di creme protettive adeguate, ai trattamenti laser nei casi più gravi. Vediamo allora insieme tutti i rimedi per la couperose.

Chi soffre maggiormente di couperose e perché?

Le persone più esposte alla couperose sono quelle che hanno la pelle chiara e sottile, anche se questo inestetismo può comparire in chi ha la pelle secca ed è in menopausa. Durante questo periodo della vita, infatti, la pelle non tende soltanto ad assottigliarsi e a inaridirsi, ma si verificano problemi al microcircolo sanguigno. A modificare il tono dei capillari interviene anche una modificazione ormonale tipica di questa fase.

Durante la brutta stagione, poi, la couperose peggiora a causa degli improvvisi e frequenti sbalzi di temperatura cui è sottoposto il viso quando dal freddo esterno si passa ad ambienti surriscaldati. Le pareti dei capillari si restringono e si dilatano in modo rapido e improvviso, dando luogo a “vampate” che si associano a senso di calore, facendo dilatare i capillari. Per evitare tutto questo, occorre rendere graduale e meno brusco il passaggio da una temperatura all’altra, proteggendo inoltre la pelle con opportuni cosmetici.

Come evitare la couperose con un’alimentazione e uno stile di vita adeguati

Per contrastare la couperose bisogna prima di tutto evitare di peggiorare la situazione: niente fonti di calore dirette e nessuna lunga esposizione al sole. Un aiuto importante nella lotta contro la couperose viene però dall’alimentazione. Occorre inserire nella propria dieta cibi ricchi di vitamina C, come ribes, kiwi, agrumi, peperoni, broccoli, spinaci e cavolfiori. Molto utili sono anche i mirtilli, i lamponi, le susine e l’uva rossa perché contengono una grande quantità di bioflavonoidi, sostanze che stimolano la circolazione del sangue nei vasi capillari della pelle del viso.Occorre limitare inoltre l’assunzione di cibi piccanti e di bevande alcoliche, aumentando invece il consumo di prodotti ricchi di antocianosidi, come more e mirtilli. Infine, è importante limitare il numero di sigarette: il fumo ha un effetto molto negativo sulla salute della cute perché determina lo sviluppo di radicali liberi, compromettendo la funzionalità delle cellule, incluse quelle venose.

Couperose: attenzione al sole e agli sbalzi di temperatura

Fra le buone abitudini che poi si possono osservare c’è quella di evitare di lavarsi il viso con acqua troppo calda o troppo fredda. Lo sbalzo di temperatura tra l’acqua e l’ambiente circostante potrebbe infatti peggiorare il problema. Per lo stesso motivo, prima di entrare in un luogo caldo dall’esterno può essere utile riscaldare la pelle del viso, appoggiando le mani più calde sul viso per qualche secondo. Per quanto riguarda l’esposizione solare in caso di couperose, è di fondamentale importanza utilizzare un solare a protezione elevata e diminuire la temperatura cutanea spruzzandosi spesso sul viso acqua minerale termale o oligominerale. Cosmetici o saponi troppo aggressivi possono poi peggiorare la già delicata situazione. Risulta invece benefico effettuare sulle aree del viso arrossate impacchi freddi di infuso di malva o di camomilla, che svolgono un’azione calmante e astringente.

I prodotti dermocosmetici adatti a chi soffre di couperose

In caso di couperose è importante proteggere la pelle nella modalità più corretta: bisogna mantenerla ben idratata, evitando però creme troppo grasse. La cute deve infatti respirare per non surriscaldarsi troppo. Per contrastare la couperose si consiglia quindi applicare una crema protettiva per i vasi sanguigni e a elevata protezione solare anche durante i mesi freddi. Naturalmente rimane fondamentale usare sempre creme protettive quando ci si espone al sole al mare, in montagna o in generale durante la stagione estiva. Per mimetizzare gli effetti estetici della couperose si può, invece, optare per il trucco camouflage. Si tratta di prodotti per il trucco specificamente formulati per nascondere inestetismi evidenti come questo.

Ma nel caso in cui l’inestetismo sia davvero evidente o esteso, puoi ricorrere a una nuova tecnica indolore che li elimina in una seduta: la “wave focus”. La metodica sfrutta i principi della radiofrequenza: si appoggia il viso alla parte dello strumento che veicola onde radio a bassa potenza e alta intensità e l’energia, vibrando, fa evaporare l’acqua dai vasi sanguigni che si chiudono. E il problema è risolto. In questo video il prof. Antonino di Pietro ti spiega di più a proposito del laser per couperose: guardalo!

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: