Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Rughe e Invecchiamento della...
  4. /
  5. Invecchiamento Cutaneo
  6. /
  7. Come rassodare la pelle...
READING

Come rassodare la pelle del viso a 50 anni

Come rassodare la pelle del viso a 50 anni

Con la menopausa, anche le ghiandole sudoripare che si trovano nella pelle riducono la loro attività. Dopo i 50 anni la pelle diventa meno tonica, più asciutta e rugosa, e fanno la loro comparsa i primi cedimenti, soprattutto a livello delle braccia. In realtà, quello che avviene alla pelle si verifica in tutti i tessuti e le mucose, che si atrofizzano, e perdono elasticità. Con una minore percentuale di acqua, le cellule diventano meno compatte e fanno “rimbalzare” i raggi del sole in ogni direzione. Come conseguenza, la pelle ha un colore spento e opaco. Come rimediare a tale fenomeno? Vediamolo di seguito.

I prodotti più indicati per un viso tonico a 50 anni

Per le pelli mature non ci sono soltanto le creme, ma anche sieri, emulsioni per il contorno occhi, prodotti per la pulizia e maschere. Tutti questi preparati contengono sostanze elasticizzanti che restituiscono tono ai tessuti, che stimolano il ricambio cellulare, e principi nutrienti e idratanti in grado di contrastare la secchezza. Tra i più importanti ci sono:

  • il deltalattone: grazie al suo potere emolliente, conferisce alla pelle un aspetto levigato;
  • il coenzima Q10: è un potente energizzante che favorisce il rinnovamento cellulare;
  • la glucosamina: favorisce la fisiologica formazione di nuovo acido ialuronico, indispensabile per l’idratazione profonda.

Tra gli integratori più consigliati in menopausa, invece, ci sono soprattutto quelli a base di vitamina C, omega 3 e omega 6.

I trattamenti mirati per rassodare il viso maturo

Come avere una bella pelle del viso a 50 anniA causa del rallentamento del rinnovamento cellulare che inizia già dai 40 anni, lo spessore della pelle aumenta e le macchie dovute agli accumuli di melanina diventano più evidenti. Per eliminarle, si può usare il laser che, vaporizzando gli strati superficiali della pelle, non soltanto toglie le macchie, ma elimina anche gli accumuli di grasso e le rughe di cellule cornee (le cosiddette cheratosi) e rende la pelle più liscia e compatta. La durata del trattamento dipende dalla zona da curare: in genere, per la guarigione sono necessari circa 7 giorni, mentre per la scomparsa definitiva dell’arrossamento può essere necessario anche un mese. Dopo l’intervento si applicano creme rigeneranti e protettive per alcuni giorni.

Vampate al viso durante la menopausa: come evitare il rossore?

Guance e volto possono arrossire spesso durante la menopausa, perché in questo periodo si verifica un aumento del flusso del sangue, non solo sul volto, ma anche in tutto il resto del corpo: il calore intenso si accompagna spesso a sudore e talvolta a brividi. Pare che le cosiddette “vampate” siano dovute a un momentaneo aumento di gonadotropine, ormoni prodotti dall’ipofisi che stimolano l’ovaio, cercando di rimediare alla riduzione di estrogeni, tipica di questo periodo in una donna. Alcune soluzioni, come evitare di indossare tessuti sintetici e ingerire molto caffè, alcol o cibi piccanti, permettono di arginare in parte il problema. Se le vampate diventano insopportabili, rivolgetevi al medico di fiducia che valuterà se sia il caso di intraprendere una terapia ormonale.

Le regole per un viso e un corpo tonico anche in menopausa

Massaggiate almeno una volta al giorno il corpo con una crema idratante, per aiutare la circolazione del sangue e far penetrare i principi. Con entrambe le mani, come a formare un anello attorno alla caviglia, risalire fino al ginocchio e poi ritornate alla caviglia, per 5 volte; quindi partire dal ginocchio, risalire alla coscia e ripetere. Per le braccia, formare un anello con il pollice e l’indice. Sì ai peeling settimanali che rimuovono le cellule morte e donano un bel colorito alla pelle. Per averli più delicati, è sufficiente aggiungere alla crema del latte detergente.

Non esponetevi ad alte fonti di calore, perché fanno dilatare eccessivamente i vasi capillari, in questo modo essi si indeboliscono e fanno arrivare sangue meno ossigenato alle cellule cutanee. Si crea una sofferenza cronica che come conseguenza ha una minor produzione di collagene ed elastina, per cui si invecchia più velocemente. No, quindi, a bagni troppo caldi, appoggiarsi ai termosifoni e stare troppo vicino al caminetto.

Alimentazione per un viso più tonico

Trascorrere qualche giorno in campagna non ha solo effetti benefici sulla salute del corpo: proprio grazie all’alimentazione sana può portare anche grande giovamento alla pelle. È la freschezza dei prodotti che si possono consumare durante una vacanza in campagna a fare la differenza. Specialmente gli ortaggi, freschissimi, sono ricchi di proteine vegetali, sostanze che servono a ricostruire rapidamente le cellule della pelle, rendendola più forte ed elastica. La frutta, poi, è ricca di sali minerali, sostanze che hanno proprietà nutritive e idratanti; in più nei legumi si trovano anche i fitoestrogeni, cioè gli ormoni naturali che aiutano a rendere la pelle più tonica e splendente. Per questo bisognerebbe, a qualsiasi età, consumare durante la giornata tre etti di frutta e verdura fresche. L’ambiente della campagna, inoltre, è immerso nel verde e quindi è molto ossigenato. E questo ossigeno aiuta un ricambio più rapido ed efficace della pelle vecchia con la nuova.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: