Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Vivere Meglio
  4. /
  5. Alimentazione
  6. /
  7. Cosa mangiare a colazione...
READING

Cosa mangiare a colazione per avere una bella pell...

Cosa mangiare a colazione per avere una bella pelle?

Una corretta alimentazione contribuisce a controllare l’invecchiamento cutaneo e a prevenire le rughe. Fondamentale, per la freschezza della pelle, il ruolo del microcircolo, vale a dire la rete dei piccoli vasi sanguigni che hanno il compito di portare sangue, e quindi ossigeno, ai tessuti. Alterazioni del microcircolo sono all’origine di inestetismi quali la couperose, la secchezza cutanea o, al contrario, un’anomala produzione di sebo. Per regolarizzare la microcircolazione e di conseguenza per avere una bella pelle, ecco cosa mangiare a partire dalla colazione.

Bisogna eliminare il latte a colazione?

Tra le bevande della prima colazione indispensabile il latte, che non solo è ricchissimo di calcio, prezioso per le ossa di bambini e anziani, ma contiene aminoacidi che stimolano la produzione di collagene ed elastina, amici della freschezza cutanea. Una buona quota di flavonoidi, potenti antiossidanti che si oppongono ai radicali liberi, è presente poi nel cacao. Nella cioccolata troviamo invece il triptofano, precursore della serotonina, l’ormone della felicità. Via libera, quindi, a latte e cacao. Ma anche il caffè tonifica i vasi sanguigni e aumenta la velocità del flusso ematico grazie al suo ingrediente principale, la caffeina: ciò significa migliore ossigenazione dei tessuti e pelle più tonica. E la caffeina giova anche a chi soffre di cellulite in quanto accelera l’assorbimento dei grassi.

Quale frutta mangiare per avere una bella pelle?

In arance e pompelmi c’è un vero trionfo di vitamina C. Le sue virtù? Combatte i radicali liberi, migliora l’elasticità dei vasi sanguigni e la motilità dei capillari, regola la produzione di melanina, ed è quindi indicata nel trattamento delle discromie cutanee (macchie scure e chiazze bianche). Infine, aumenta le naturali difese dell’organismo. Overdose di vitamina C nel kiwi, ricco anche di vitamine A ed E. Si chiama invece bromelina l’ingrediente-base dell’ananas: è antinfiammatorio e si oppone alla ritenzione idrica presente nella cellulite. Il betacarotene, precursore della vitamina A, si trova invece nelle fragole, nel melone e nel mango. Vitamine A e C, anticianosidi e flavonoidi, ideali per la stimolazione del microcircolo, caratterizzano poi il mirtillo. Quanto alla mela, è ricca di vitamine A e C, oligoelementi, sali minerali. Contiene anche la quercetina, che migliora l’assorbimento di ossigeno nell’organismo e stimola la capacità polmonare.

Pane e burro, invece, sono da demonizzare?

Nella versione integrale il pane è ricco di crusca, i cui oligoelementi sono “amici” di capelli, unghie, strato corneo e responsabili di un buon equilibrio metabolico. Tra i più significativi il ferro, che trasporta gli atomi di ossigeno dal sangue ai tessuti, nutrendoli e rinvigorendoli, e lo zinco, che irrobustisce le membrane cellulari e stimola il sistema immunitario. Infine, il rame, che secondo i dati di ricerche recenti sembra prevenire e frenare l’incanutimento. Alcuni tipi di pane integrale contengono anche l’acido gamma linolenico (GLA), che idrata in profondità i tessuti e combatte la secchezza. E il burro? È l’alimento forse più ricco di selenio, di cui sono note le proprietà antiossidanti.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: