Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Dermatologia
  4. /
  5. Allergie
  6. /
  7. Eczema allergico sulle mani:...
READING

Eczema allergico sulle mani: come curarlo?

Eczema allergico sulle mani: come curarlo?

L’eczema allergico è un disturbo frequente dovuto a un’alterazione dello strato di acqua e grasso che riveste la pelle. Quando si viene in contatto con sostanze che sono sensibilizzanti – come metalli, saponi, abiti, cosmetici – si può andare incontro a un eczema, una reazione infiammatoria allergica non contagiosa. Vediamo come riconoscerlo e curarlo.

Come si riconosce un eczema allergico?

Rossori e pruriti localizzati sono i sintomi tipici dell'eczema allergicoLa malattia evolve con stadi caratteristici. All’inizio compare un arrossamento associato a prurito e a volte bruciore. Poi si verifica un aumento della secchezza della pelle, che si stacca in larghe squame, apparendo qua e là appare arrossata. In alcuni casi, la pelle si riempie di piccole vesciche che, se attaccate da germi, si rompono. Le parti più colpite dell’eczema allergico sono le mani, poiché entrano in contatto con un maggior numero di sostanze, anche se qualsiasi zona del corpo può essere interessata dal fenomeno quando viene esposta a sostanze a cui si è sensibili. Un esempio? I lobi delle orecchie delle ragazze allergiche al nichel quando continuano a portare orecchini che contengono questo metallo.

Come curare l’eczema cutaneo da allergia?

Per non peggiorare la situazione, evitare appena possibile il contatto con tutte quelle sostanze che la possono far scatenare, mentre per curare le manifestazioni si può far ricorso ai farmaci. Tra quelli più utili ci sono le pomate al cortisone, prescritte dal medico e da usare per qualche giorno. Se è presente un forte prurito, si possono prendere gli antistaminici per bocca, poiché sono sensibili alla luce e, se messi sulla pelle, possono scatenare ulteriori reazioni. Inoltre è consigliabile seguire queste buone abitudini:

  • Chi deve rimanere in contato con sostanze che possono scatenare il problema deve indossare i guanti.
  • Usare spesso creme idratanti, per conservare il rivestimento di acqua e grasso che protegge la pelle.
  • Mangiare frutta e verdura crude: assicurano un’elevata quantità di vitamine e aumentano la resistenza del corpo verso le sostanze irritanti.

Con quali altre malattie può essere confuso l’eczema allergico?

L’eczema allergico (diverso dall’eczema disidrosico) può avere sintomi molto simili ad altre malattie, in particolare con la dermatite irritativa, disturbo dovuto al contatto con sostanze ritenute estranee dall’organismo. Il più delle volte, la causa scatenante sono agenti chimici, soprattutto sostanze acide e alcaline come i detersivi, che irritano la pelle. Il danno si verifica con un meccanismo diretto, cioè non si verifica una reazione allergica che interessa tutto l’organismo, come invece avviene con l’eczema, ma soltanto nella zona di contatto.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: