Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Cura del Corpo
  4. /
  5. Pelle sensibile: come prendersene...
READING

Pelle sensibile: come prendersene cura

Pelle sensibile: come prendersene cura

Spesso si arrossa, brucia e pizzica, non tollera il trucco. Si presenta rosea e povera di barriere naturali. È la pelle sensibile, che reagisce in modo eccessivo agli agenti esterni, irritandosi e arrossendosi. Ma pochi e semplici accorgimenti aiutano a difenderla e a proteggerla.

Pulire
La pelle sensibile va pulita con prodotti delicati che non alterino il sottile strato di grasso. Indicati sono un latte o un gel detergente morbidi, a base di agenti lenitivi, come l’estratto di miele, e di sostanze che proteggano i capillari, come il rusco. Per il latte usare un dischetto di cotone, per il gel le dita, poi risciacquare abbondantemente.
Il tonico deve essere senz’alcol, per non irritare la pelle, a base di sostanze ad azione lenitiva, come gli estratti vegetali di rosa e di camomilla, picchiettando il viso con un batuffolo di cotone.

Idratare
Per il giorno usare una crema idratante arricchita da filtri Uv-A e Uv-B o che nutre la pelle in profondità a base di sostanze come miele, latte di cocco e di riso, di lipidi vegetali, di acido ialuronico e di complessi vitaminici.
Per la notte preferire una crema idratante e lenitiva a base di estratti vegetali di tiglio, fiordaliso, timo, arnica, escina, che evita arrossamenti. Massaggiare con leggeri movimenti circolari, partendo dal centro del viso verso i lati.

Un paio di volte la settimana

Per rinforzare le difese, ricorrere a una maschera specifica, ricca di oli, resine e sostanze naturali, come mirtillo e fragola. Applicarle dopo la pulizia, evitando il contorno occhi.
Le formule in gel si applicano al mattino, lasciarlo per 5 minuti, poi toglierlo con un batuffolo di cotone inumidito.
Le formule in crema sono indicate alla sera: idratano e nutrono la pelle in profondità. Lasciare il prodotto per 2-3 minuti, poi risciacquare il viso abbondantemente.

Le buone abitudini

  • Non lavarsi con acqua troppo calda: la pelle reagisce seccandosi e arrossandosi.
  • Evitare i passaggi bruschi dagli ambienti riscaldati a quelli esterni: si screpola e reagisce dilatando i capillari del viso.
  • Una volta alla settimana fare un impacco di 5-10 minuti con pane bagnato in acqua tiepida avvolto in un panno di cotone: il pane contiene amido, che ha un grande potere lenitivo.
  • Per darle sollievo, usate uno spray contenente acque termali ed estratti vegetali di tiglio e camomilla, da usare in qualsiasi momento della giornata. Vaporizzateli direttamente sul viso tenendo il flacone a una distanza di 15 centimetri, poi picchiettate con le dita per favorirne l’assorbimento.
Facebook Comments

VEDI ANCHE: