Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Interviste
  4. /
  5. Unghie fragili e che...
READING

Unghie fragili e che non crescono: cosa fare?

Unghie fragili e che non crescono: cosa fare?

Avere unghie sane e belle è importante e non solo per un motivo estetico ma anche perché le unghie possono essere lo specchio della nostra salute e rivelarci, sfaldandosi o rompendosi facilmente, eventuali carenze alimentari, segnalando che al nostro corpo mancano alcuni sali minerali importanti come quelli di ferro, rame e zinco. Ma un aspetto più o meno bello delle unghie può aiutarci a capire anche se soffriamo di altri disturbi che con le unghie non hanno nulla a che vedere. Infatti proprio dalle unghie, dalla loro colorazione, possiamo addirittura vedere i segni di una difficoltà a livello circolatorio o respiratorio. Come fare, allora, per mantenere in salute le unghie e far sì che crescano sane e forti? Vediamolo insieme.

Cosa fare quando un’unghia si spezza?

L’unghia spezzata, se questa rottura si è verificata sulla parte più esterna, va arrotondata con una lima per unghie, perché non vi siano angoli in grado di graffiare. Poi bisogna attendere che l’unghia ricresca e rimodellarla. Diversa è invece la situazione in cui il paziente ha un’unghia che si è rotta alla radice e presenta una spaccatura ma non è spezzata. In questo caso si deve aiutare l’unghia a ricrescere sana perché, crescendo, si potrebbe sfaldare e rompere facilmente. Spesso vengono consigliati gel a base di cheratina, la stessa sostanza di cui sono fatte le unghie. Il gel rinforza l’unghia, assicurando nel contempo una perfetta protezione alla pelle che si trova sotto l’unghia stessa. Il gel va applicato finché l’unghia sarà cresciuta del tutto, dopo aver lavato accuratamente le mani, o i piedi, e dopo averli bene asciugati. Il prodotto, trasparente, si asciuga in pochi minuti, durante i quali non bisogna toccare niente per evitare che vi si accumuli sopra polvere o sporcizia.

I traumi delle unghie sono anche la causa delle macchie bianche che si formano sulla superficie dell’unghia, chiamate comunemente bugie. Quando poi l’unghia cresce, il segno si sposta verso l’esterno del dito e quindi compare la macchia bianca. Non c’è modo di eliminarla però basta aspettare che, crescendo, arrivi fino al bordo esterno per tagliarla via. Comunque sia, la bugia non è espressione di alcuna malattia o di carenza alimentare. I segni di mancanza di sali minerali sono altri. Unghie che si spezzano facilmente o che si sfaldano con facilità indicano che al corpo mancano alcune sostanze nutritive importanti: ferro, rame e zinco soprattutto. Queste si possono assumere arricchendo la dieta di carne rossa, frutta secca e verdura a foglia verde che sono ricche di tali sostanze. Questo renderà le unghie più resistenti e quindi anche meno soggette a infezioni di tipo batterico e fungino.

Per quale motivo le unghie possono essere aggredite da batteri e funghi?

Perché spesso, vicino alle unghie, si verificano piccoli traumi o sbucciature, nelle quali è più facile, per i batteri e per i funghi, insinuarsi e provocare l’infezione. Questo accade perché le mani toccano in continuazione oggetti che possono essere contaminati da batteri o da spore di funghi. Le infezioni si curano con pomate antibiotiche che al paziente prescrivo di applicare con continuità durante tutta la giornata, ogni tre o quattro ore, e poi di coprirle con una garza sterile. Nei casi in cui questo rimedio si dimostri insufficiente viene prescritto un antibiotico per bocca per almeno una settimana. Le cure per le infezioni da fungo, invece, sono differenti: si segue in genere una terapia antifungina per bocca, che deve durare almeno dieci giorni, poiché la zona è difficile da trattare con antimicotiche. In questi casi, per aiutare l’eliminazione del fungo, si suggeriscono al paziente delle immersioni dell’unghia malata in un bicchiere di acqua con un cucchiaino di bicarbonato di sodio. Questa cura, che va protratta anch’essa per almeno dieci giorni, va fatta almeno due volte al giorno. In questo modo l’unghia tornerà a essere sana e potrà essere lo specchio della nostra salute.

Quali sono i motivi per cui le unghie non crescono?

Alcune abitudini quotidiane possono contribuire a rendere fragili le nostre unghie, che si indeboliranno e cresceranno meno velocemente, oltre a sfaldarsi o spezzarsi. Ad esempio il contatto prolungato con i detersivi può rovinare le unghie: in questo caso diventano fragili e porose. Ecco perché è bene fare i mestieri di casa con i guanti, meglio se in lattice, se non si è allergici a questa sostanza. I guanti dovrebbero essere usati anche per le pulizie asciutte, cioè quando si passa la polvere, perché la polvere tende a seccare la pelle delle mani e quindi anche a rovinare le unghie: meglio però scegliere guanti in cotone, così la pelle può traspirare e non macerare nel sudore che si crea nell’ambiente chiuso del guanto in lattice o gomma. Per migliorare la salute delle unghie, inoltre, è consigliabile bere molta acqua: poiché sono fatte principalmente di cheratina e di acqua, se l’acqua viene meno le unghie si sfaldano facilmente. Inoltre, per lavarle è sempre meglio usare solo acqua tiepida: troppo sapone potrebbe aggredire l’unghia.

 

 

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: