Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Abbronzatura e Sole
  4. /
  5. Abbronzatura
  6. /
  7. 5 consigli per un’abbronzatura...
READING

5 consigli per un’abbronzatura maschile perf...

5 consigli per un’abbronzatura maschile perfetta

Beati loro: hanno la pelle più robusta che si difende meglio dalle aggressioni degli agenti esterni, come il sole. Ma attenzione: da una parte le ghiandole sebacee, grazie all’elevato numero di androgeni, rendono la pelle più idratata e, quindi, più resistente, dall’altra quello che conta è il fototipo. Nel senso che se uno ha la carnagione e i capelli più o meno chiari (fototipo 1 o 2), si deve proteggere con uno schermo alto. Pena: arrossamenti, scottature e eritemi. Naturalmente, più la pelle è scura (fototipo 3 e 4) più lui può abbassare la guardia in fatto di protezione.

Insomma, al sole, anche se non ha dimestichezza con creme e simili, anche lui deve scegliere il prodotto specifico per la sua pelle, il tipo di vacanza e l’intensità delle radiazioni. Anzi, ci sono dei rischi tipicamente “maschili”. Ecco come deve comportarsi per salvarsi la pelle ed evitare brutte sorprese:

  1. Dopo la rasatura deve proteggersi con una crema a fattore più elevato. L’azione della lametta, infatti, altera il film idrolipidico e la pelle è più fragile.
  2. È meglio applicare dopobarba privi di alcol e senza profumo. Quelli alcolici contengono sostanze fotosensibilizzanti che possono interagire con il sole e causare dermatiti e macchie.
  3. Durante i primi giorni, soprattutto nelle ore più calde, è preferibile che indossi una T-shirt bianca. Così mette al riparo parti delicate, come la schiena e il torace, di solito disabituate al contatto con la luce e, di conseguenza, più vulnerabili e soggette a scottarsi.
  4. Porta i capelli molto corti o rasati, li ha radi o è addirittura calvo? Oltre a indossare un cappellino, deve proteggersi con un filtro molto alto (intorno al 30). La pelle in quelle zone, infatti, è fragilissima e priva di difese naturali, anche per chi ha la carnagione scura.
  5. Se non vuole usare creme protettive perché detesta avere la sensazione di unto sulla pelle, non ha più scuse: i solari di ultima generazione sono freschi, si assorbono subito e sono adatti per chi va in barca o pratica sport acquatici. I gel e le emulsioni, in particolare, si stendono bene anche nelle zone dove ci sono i peli. Assolutamente fondamentale nel kit maschile da spiaggia è lo spray protettivo per capelli. L’acqua di mare, infatti, irrita il cuoio capelluto e le ghiandole sebacee, per effetto “rebound”, si attivano in modo eccessivo. I capelli diventano più grassi e si innesca un meccanismo “a catena” di conseguenze molto temute dal genere maschile. L’indebolimento dei capelli, un’eventuale caduta e, nella peggiore delle ipotesi, persino la calvizie.
Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: