Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Abbronzatura e Sole
  4. /
  5. Sole
  6. /
  7. Gli alimenti e le...
READING

Gli alimenti e le bevande per proteggere la pelle ...

Gli alimenti e le bevande per proteggere la pelle dagli infrarossi

Se i danni degli UV sono noti a tutti, quelli del calore vengono spesso sottovalutati. Le radiazioni termiche conosciute come infrarossi sono molto più subdole degli UV perché riescono a passare attraverso i vestiti e a raggiungere le cellule riscaldandole e portandole oltre la temperatura ideale (36-37 gradi). La conseguenza è un’alterazione nel metabolismo dei tessuti, che apre la strada all’invecchiamento precoce e, secondo alcuni studi, aumenta persino il rischio di tumori cutanei. L’eccesso di calore, inoltre, fa evaporare l’acqua contenuta nelle cellule, disidratando l’organismo e provocando una più veloce esfoliazione della cute, un assottigliamento del derma e una perdita di tono cutaneo. Infine, dilata i vasi sanguigni, favorendo l’insorgere di couperose e telangectasie (ovvero i lividi dovuti alla rottura di capillari). Per evitare tutto questo, le creme con schermo solare non servono: bloccano gli UV ma non gli infrarossi. Vediamo allora come agire.

Proteggersi dal sole con gli antociani e i frutti di bosco

Per vincere il caldo bisogna quindi tenere l’organismo sempre ben idratato dall’interno, bevendo almeno un litro e mezzo di liquidi al giorno, mangiando cibi ad alto contenuto d’acqua e ricchi di acidi grassi polinsaturi. E, per proteggere i vasi sanguigni, ci vogliono alimenti che contengono antocianosidi (cioè tutti quelli, come le ciliege, le fragole e i mirtilli, che migliorano la circolazione).

More, ribes, mirtilli e lamponi sono innanzitutto ricchi di vitamine A e C. che favoriscono la microcircolazione e l’eliminazione dei liquidi in eccesso. I frutti di bosco contengono inoltre notevoli quantità di antociani. Si tratta di sostanze lenitive, in grado di rinforzare le pareti dei vasi sanguigni.

Altrettanto elevata in questi cibi è la presenza di flavonoidi, composti naturali che assicurano una significativa azione antiossidante, aiutando a contrastare in maniera efficace i radicali liberi. Consumando regolarmente i frutti di bosco si produce quindi un effetto antinvecchiamento, che aiuta a mantenere la pelle naturalmente sana, bella ed elastica.

Proteggersi con l’idratazione

Naturalmente, il fabbisogno di liquidi in un adulto aumenta quando ci si muove di più o quando, con il caldo, si suda molto. Se non si beve abbastanza si riduce l’acqua nell’organismo. Già quando questa è al livello minimo (circa l’ 1%), pur non provocando la sete abbatte la capacità fisica del 10-15%, riducendo in parallelo anche la capacità mentale. Bere spesso, senza aspettare di avere sete, quindi, è una regola essenziale per evitare i cali d’energia.

4 regole per non disidratarti mai

Oltre a utilizzare regolarmente i beauty-alimenti, per dissetare la pelle segui queste indicazioni per tutta l’estate:

  1. Cucina i cibi al vapore o a calore basso in poco liquido, evitando le cotture aggressive. Alle alte temperature, infatti, gli alimenti perdono acqua e principi vitali
  2. Usa il sale con parsimonia per favorire il ricambio idrico dal quale dipendono la depurazione e l’idratazione dell’organismo.
  3. Per lo spuntino sostituisci merendine e snack con frutta fresca o macedonie condite con spezie (cannella, vaniglia), erbe (menta, citronella) e succo di limone.
  4. Per i primi piatti scegli sempre cereali a effetto rinfrescante: riso, orzo e miglio al posto di pasta, gnocchi e ravioli.

4 bevande giuste al momento giusto

Le esigenze idriche dell’organismo variano durante la giornata e in base a queste è opportuno scegliere le bevande:

  1. Tè. Una tazza a colazione è un buon energetico per il risveglio, disseta e fornisce quercetina, un potente antiossidante che combatte i radicali liberi.
  2. Caffè. Dopo pranzo favorisce la digestione stimolando le secrezioni biliari e l’assorbimento degli amidi e contrasta la sonnolenza.
  3. Succo di pomodoro. È un aperitivo rinfrescante e multivitaminico, che fornisce soltanto 16-20 calorie a bicchiere. Oltre a rispettare la linea, giova all’abbronzatura perché contiene carotenoidi; inoltre ha un effetto diuretico e disintossicante.
  4. Vino. Disidratante se si esagera e salutare se sorseggiato (un bicchiere) a cena, perché protegge dai radicali liberi. Meglio bere il rosso, dal potere antiossidante 10 volte superiore al bianco.

Esistono alimenti abbronzanti

Non esistono cibi che abbronzano ma, svariati alimenti possono essere d’aiuto per aiutare a favorire una abbronzatura sana e durevole. Un esempio sono cibi quali meloni, pomodori, albicocche, pesche e carote, perché sono ricchi di betacarotene. Si tratta nello specifico di una sostanza protettiva per la nostra pelle, poiché forma una barriera contro gli effetti nocivi  dei raggi solari . Oltre al  betacarotene, questi alimenti  contengono altre sostanze utili non solo per la tintarella ma per il benessere della pelle in generale. Sono sostanze come le vitamine A, C ed E, dall’azione antiossidante e capaci di proteggere la pelle dalla disidratazione provocata dal sole.

 

Leggi l’intervista su Di Più

Leggi l’approfondimento su Di Più

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: