Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Inestetismi e Rimedi
  4. /
  5. Cellulite
  6. /
  7. Microterapia: come funziona l’erede...
READING

Microterapia: come funziona l’erede della me...

Microterapia: come funziona l’erede della mesoterapia

Un ago lungo un millimetro e mezzo ha risolto tutti i problemi perché ha mantenuto i vantaggi della mesoterapia ma ne ha eliminato gli effetti indesiderati: così dall’evoluzione di una tecnica già esistente e nata la microterapia, una delle armi più importanti nella lotta contro la cellulite. La caratteristica fondamentale è che punta sulla superficialità dell’iniezione per depositare il farmaco, che per essere efficace non deve andare in profondità, anzi. Approfondiamo insieme il tema.

Quali sono i vantaggi specifici della microterapia?

Iniettando i principi attivi al livello del derma superficiale, si evita la rottura dei vasi capillari di medio e grosso calibro e la formazioni di ecchimosi e si permette alla sostanza di restare più a lungo sottocute, con un maggiore potere di azione. In questo modo, inoltre, non si formano microcicatrici che, aumentando di numero col tempo, potrebbero diventare un serio problema. Ma la dimensione dell’ago, da sola, non basta: per evitare che la cute, richiudendosi dopo l’iniezione, elimini la sostanza, e stata messa a punto una nuova tecnica: il S.I.T (dall’inglese: Skin Injection Therapy).

Si tratta di un dispositivo monouso collegato a una normale siringa, formato da una parte rigida e concava dal cui centro fuoriesce un ago lungo poco più di un millimetro con il quale e possibile iniettare le sostanze senza che vengano espulse. La forma del SIT permette che la pelle, aderendovi elasticamente, si trasformi in una specie di cupola mentre il microago penetra all’interno dell’epidermide. Sollevando il dispositivo dalla pelle, la cupola si appianerà e il foro creato dall’ago, prima tenuto dilatato dalla curvatura della pelle, si chiuderà immediatamente trattenendo il liquido iniettato che sarà poi spinto in profondità dalla forza di appiattimento del tessuto.

Applicazioni ed effetti collaterali della microterapia

A differenza della mesoterapia, la microterapia è indolore e assolutamente non invasiva. La prima applicazione di questa metodica è stata rivolta al trattamento della cellulite. Iniettando nel derma microdosi di una soluzione salina ipertonica si stimola, per osmosi, il passaggio di liquidi dal piano adiposo verso il derma, dove i vasi linfatici e sanguigni possono svolgere un fisiologico drenaggio. Eliminando l’edema si riattiva il microcircolo adipocitario permettendo così la ripresa della lipolisi. In altre parole, eliminando in modo naturale i liquidi in eccesso il grasso può essere più facilmente metabolizzato dall’organismo: come bruciare una spugna asciutta invece di una spugna inzuppata d’acqua. È consigliata per ogni tipo di cellulite, in particolare per quella edematosa. Ma da sola non basta. Perché si ottengano risultati migliori, è necessario far seguire alla microterapia una serie di massaggi eseguiti una o più volte la settimana.

Mass-Mar: i benefici di combinare il massaggio con la microterapia

A tal fine e stata ideata una tecnica di massaggio, il Mass-Mar (Mobilizzazione per un Alto Riassorbimento), che rovescia i principi del massaggio tradizionale: anziché verso il basso (cioè verso i muscoli, dove non possono essere smaltiti, perché terminato il massaggio tornano tra le cellule di grasso), i liquidi vengono spinti verso l’alto nel derma, il tessuto che si trova sopra la cellulite e che e la naturale sede di riassorbimento). Si tratta di movimenti molto delicati, ritmici e ondulatori che sollevano le palline di grasso. In pratica l’estetista ricorre alla manualità tipica del linfodrenaggio.

Per aumentarne l’efficacia, durante il Mass-Mar vengono applicate emulsioni ricche di sali e speciali enzimi. I primi favoriscono il processo osmotico, cioè il fenomeno fisico chimico per cui, in particolari condizioni, un liquido viene attratto da un altro e allungano l’effetto drenante del massaggi. I secondi migliorano a respirazione cellulare e favorisce lo smaltimento dei grassi; Il Mass-Mar è indicato soprattutto per il primo stadio della cellulite, caratterizzato da gonfiore e ristagno di liquidi.

Facebook Comments

VEDI ANCHE: