READING

Come combattere la caduta dei capelli in primavera

Come combattere la caduta dei capelli in primavera

caduta dei capelli a primaveraDopo la stagione invernale, può accadere che si verifichi una caduta dei capelli più intensa del solito, che si prolunga per qualche settimana. Si tratta di un fenomeno fisiologico, che si manifesta anche nel passaggio tra estate e autunno e che non dovrebbe destare particolari preoccupazioni, a meno che la quantità di capelli sia davvero eccessiva. Si può comunque limitare il fenomeno, seguendo una serie di semplici accorgimenti, indicati dal Prof. Antonino Di Pietro, dermatologo a Milano e direttore dell’Istituto Dermclinico Vita Cutis.

Una dieta anti-caduta

L’alimentazione gioca un ruolo di primaria importanza per una capigliatura sana e robusta. Nella dieta non devono mancare i nutrienti necessari alla buona salute dell’organismo e di conseguenza della chioma stessa. Largo spazio deve perciò essere dato a frutta e verdura fresche, preziose fonti di vitamine, minerali e antiossidanti, che vanno consumate quotidianamente.

Tra le vitamine più importanti c’è la B, la cui mancanza è tra le prime cause di caduta, poiché stimola la crescita dei capelli, oltre a  combattere l’eccesso di sebo. La si può reperire mangiando cereali integrali, pesce grasso, piselli e yogurt. La vitamina A, invece, presente in carote, fegato e patate dolci, rinforza il fusto. La C, reperibile mangiando agrumi, kiwi e peperoni, favorisce la crescita, mentre la vitamina E, presente in cereali, riso integrale, olio di oliva, mandorle e nocciole regola la produzione di sebo.

Tra i sali minerali non devono mancare:

  • ferro, presente nella carne;
  • rame, di cui sono ricchi aragoste e fegato;
  • zinco, assimilabile consumando ostriche, carne di manzo e pane bianco;
  • selenio, reperibile attraverso cereali, uova e pollame);
  • manganese, disponibile in pane integrale e avocado.

Se malgrado una dieta adeguata i capelli cadono comunque in maniera troppo abbondante, è necessario rivolgersi a uno specialista dermatologo che, in seguito a una visita e a esami specifici, potrà accertare l’eventuale presenza di un disturbo e stabilire il trattamento adeguato, prescrivendo in alcuni casi l’assunzione di integratori.

Durante la pulizia e l’asciugatura

Per contrastare la caduta, quando si lavano i capelli è importante:

  • evitare di spazzolare o pettinarli quando sono ancora bagnati, poiché risultano più suscettibili alla traizione e perciò più facili da spezzare;
  • eliminare quanta più acqua possibile prima dell’asciugatura con il phon, tamponando con un asciugamano;
  • in fase di asciugatura, mantenere il phon a distanza dalla testa e a temperatura bassa, facendo una pausa di qualche minuto di tanto di tanto per consentire alle cuticole di raffreddarsi.

L’aiuto dei massaggi

Per favorire la salute della capigliatura risulta infine utile massaggiare regolarmente il cuoio capelluto, un’azione efficace che contribuisce ad attivare la circolazione, prevenendo il diradamento.

Facebook Comments

VEDI ANCHE: