Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Silhouette Donna
  4. /
  5. Chioma al sicuro con...
READING

Chioma al sicuro con un integratore alimentare per...

Chioma al sicuro con un integratore alimentare per capelli

Fine dell’estate, ovvero abbronzatura che se ne va e capelli che cominciano a cadere. Giocare d’anticipo, però, è possibile e a confermarlo è il professore e direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis di Milano Antonino Di Pietro, in un’intervista con Alberta Mascherpa su Silhouette Donna. Scopriamo cos’ha detto.

Che cosa provoca la caduta dei capelli?

Il capello possiede un proprio ciclo di vita che si conclude nella fase telogen, momento fisiologico in cui il bulbo pilifero si stacca e cade per lasciare posto a un capello più giovane e forte. In estate, quando fa caldo e la sudorazione è intensa a causa delle alte temperature, perdiamo molte delle nostre riserve di sali minerali (zinco, silicio e selenio) utili per la corretta costituzione del capello. Il risultato è un possibile indebolimento della chioma. Ecco perché in autunno i capelli sono spesso più fragili e cadono con più frequenza. Ma bellezza e salute della capigliatura possono dipendere anche da fattori esterni come stress, cambiamenti ormonali, farmaci, tinture per capelli o shampoo aggressivi. Prevenire e rallentare la caduta dei capelli è possibile grazie a un trattamento con un integratore per capelli o una visita dal dermatologo.

Quali integratori possono essere assunti per la caduta dei capelli?

La biotina è un alleato prezioso per il benessere di annessi cutanei come capelli, unghie e pelle. Questa vitamina, appartenente al gruppo B, contribuisce a mantenere volume e lucentezza della chioma, proteggendo anche le lunghezze, più esposte a rottura e doppie punte. Un trattamento con integratori ricchi di cheratina e aminoacidi è invece la “best option” per chi desidera prevenire la caduta di capelli, irrobustendo cute e bulbi piliferi, mentre integratori alimentari per capelli con zinco, selenio e vitamina C aiutano a proteggere la pelle dallo stress ossidativo, tra le principali cause della caduta di capelli. In momenti di grande stress e ansia, o prima del cambio di stagione un trattamento con integratori per capelli anticaduta di questo tipo può migliorare la fisiologica struttura del capello, reintegrando vitamine e sali minerali necessari per capelli più sani e forti.

Cosa mangiare per migliorare la salute dei capelli

Da cosa è provocata la caduta dei capelli?In combinazione all’integratore alimentare per capelli, si può adottare un menu anticaduta. Alcuni alimenti sono infatti particolarmente funzionali nel mantenere capelli più forti e spessi. Uvetta, banane e avena sono ricchi di silice, sostanza utile per una chioma più folta. Uova, avocado, frutta secca e pesce come salmone, sgombro, sardine sono ricchi di omega 3, acidi grassi buoni che restituiscono luminosità e forza ai capelli. Per chi invece vuole proteggere il cuoio capelluto e non le lunghezze, consigliati sono alimenti come broccoli, spinaci, biete, verze (verdure a foglia verde) che mantengono il benessere della cute. A valorizzare le lunghezze ci pensa l’olio extravergine di oliva, che tiene alla larga opacità e secchezza della struttura capillare.

Quando la caduta dei capelli deve preoccupare

Alimentazione e integratori alimentari per capelli sono soluzioni performanti nei casi in cui la caduta dei capelli non dipenda da patologie tricologiche. Se il diradamento della chioma e la caduta sono superiori alla media, è opportuno eseguire un esame tricologico per individuare le cause precise di questo inestetismo. Alopecia e calvizie sono i due principali nemici del benessere dei capelli di donne e uomini, in cui è il tricologo o dermatologo a intervenire suggerendo la terapia adeguata. Innovativi sono i trattamenti con PRP, che sfruttano il plasma sanguigno ricco di piastrine. La tecnica PRP consiste in microiniezioni di plasma su tutto il cuoio capelluto per stimolare l’attività dei follicoli, favorendo rigenerazione e ricrescita, mentre il trattamento Biorevis sfrutta il potere stimolante e rigenerante di aminoacidi e peptidi, molto utili per attenuare situazioni di diradamento, alopecia e calvizie locali.
Leggi l’intervista al prof. Antonino di Pietro su Silhouette Donna.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: