Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Dermatologia
  4. /
  5. Nei Granulomi Escrescenze
  6. /
  7. Mappatura nei: quando e...

Mappatura nei: quando e come farla

Per alcuni, come Marylin Monroe, sono stati una fortuna, per altri sono solo una preoccupazione o un disagio estetico: stiamo parlando dei nei. Queste macchie scure sulla pelle sono sempre da guardare con cura e soprattutto in estate è bene proteggerle adeguatamente. Insieme a Minnie Luongo di Benessere condividiamo quanto sia importante il controllo dei nei.

Perché è importante controllare i nei?

I nei sono della macchie scure della pelle che per motivi a volte sconosciuti o per colpa di alcune cattive abitudini possono evolversi in un melanoma, un tumore della pelle.  Se il melanoma non viene individuato in tempo, esso penetra pian piano in profondità raggiungendo la circolazione e trasportando cellule cancerogene in altri parti del corpo, favorendo l’espansione di queste particelle tumorali anche agli organi principali. Il controllo dei nei serve quindi per scongiurare questa possibilità, poiché il dermatologo è in grado di valutare lo stato dei nei e scegliere quali eventualmente è meglio togliere.

Quali sono i nei da controllare?

I nei possono essere ritenuti pericolosi con una speciale metrica definita ABCDE che valuta le caratteristiche fisiologiche dei nevi stabilendo quali sono benigni e quali preoccupanti. Questa sigla si riferisce ai seguenti parametri di valutazione: asimmetria, bordi, colori, dimensioni ed evoluzione del neo. Quando un nevo si dimostra diverso a causa di una di queste condizioni, ad esempio più scuro rispetto al solito o più esteso, il dermatologo può richiedere degli esami più approfonditi e in caso di nei pericolosi sarà possibile rimuoverli.

Quanto spesso e in che periodo dell’anno andrebbe fatta la mappatura dei nei?

La mappatura dei nei è consigliata almeno una volta all’anno in soggetti in cui queste macchie scure non sono così diffuse. Per chi, geneticamente, è invece più predisposto alla formazione di nevi, l’ideale sarebbe effettuare un controllo nei almeno due volte l’anno e precisamente prima e dopo l’esposizione solare prolungata. I raggi UV e gli infrarossi possono difatti causare danni cutanei profondi e prolungati nel tempo, influenzando anche l’equilibrio dei nei. Per questo è opportuno scegliere creme solari dall’alto fattore protettivo, soprattutto se si ha una pelle chiara. Le formulazioni con Plusolina, di innovazione italiana, oltre a offrire un’alta protezione rispettano anche le pelli più sensibili.

Come si svolge la visita dermatologica in cui si controllano i nei?

Il controllo dei nei avviene attraverso uno strumento chiamato dematoscopio. Questo strumento agisce come un microscopio, per indagare non solo lo strato più superficiale dell’epidermide, ma anche il derma, consentendo l’analisi completa del tessuto cutaneo e dei suoi inestetismi. L’esame dei nei può essere fatto senza spogliarsi del tutto: a meno che i nevi sospetti non siano localizzati proprio nelle parti intime, è possibile indossare la biancheria durante la visita.

In seguito all’esame istologico di un nevo atipico si potrà suggerirne l’asportazione; a ogni modo tutte le informazioni raccolte vengono analizzate ed eventualmente archiviate per essere confrontate con gli esiti dei futuri controlli su nei sospetti, come, ad esempio, quelli con struttura irregolare visibile anche a occhio nudo. Proprio dal nome di questo dispositivo medico è possibile definire la mappatura dei nei anche come visita di videodermatoscopia. Tale seduta è utile non solo per analizzare i nevi, ma anche altri inestetismi cutanei come le macchie ed è utile anche per verificare lo stato di salute del cuoio capelluto.

Cosa è meglio, la videodermatoscopia o l’epiluminescenza?

Videodermatoscopia ed esame dei nei in epiluminescenza sono in realtà la stessa tipologia di seduta. Entrambe prevedono l’utilizzo del dermatoscopio digitale per analizzare i nevi e/o altri inestetismi cutanei e successivamente archiviarli, costruendo una cartella clinica che può essere controllata ogni anno.

Esistono convenzioni per fare un controllo dei nei gratuito?

In base alla struttura sanitaria a cui ci si rivolge è possibile determinare il costo del controllo dei nei e le relative convezioni sanitarie. Insieme al gruppo San Donato di Milano promuoviamo spesso giornate e iniziative per il controllo gratuito dei nei al Palazzo della Salute di Milano.

Leggi l’intervista al prof. Di Pietro su Benessere

Facebook Comments

VEDI ANCHE: