Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Cura del Corpo
  4. /
  5. Cosmetici Profumi Make-Up
  6. /
  7. I cosmetici hanno una...

I cosmetici hanno una scadenza?

Come possiamo comprendere la scadenza di un cosmetico? Scopriamo insieme come leggere le informazioni riportate sul packaging dei prodotti di bellezza e gli accorgimenti da seguire per una beauty routine in totale sicurezza.

Che cos’è il PaO e a cosa serve

che cos'è il pao e a cosa serveAl contrario dei prodotti alimentari quando si parla di cosmetici e dermocosmetici, non si fa riferimento alla data di scadenza, quanto alla durata dei cosmetici che viene espressa sul packaging con il PaO (Period After Opening, dall’inglese: periodo dopo l’apertura). Il PaO rappresenta il periodo entro il quale il cosmetico aperto può essere utilizzato in tutta sicurezza. Questa procedura è adottata in tutti i paesi dell’Unione Europea e può essere riconosciuta grazie a un simbolo rappresentato da un vasetto aperto e un numero seguito dalla lettera M, che sta a indicare i mesi entro il quale sarebbe preferibile consumare il prodotto.

Come conservare correttamente i cosmetici

Per conservare correttamente i cosmetici, è importante adottare alcune semplici buone abitudini:

  1. Ricordare di custodire i propri prodotti in un posto fresco, asciutto e lontano dalla luce diretta del sole.
  2. Prestare attenzione agli sbalzi di temperatura.
  3. Assicurarsi di prelevare il prodotto con mani pulite. Se si utilizzano accessori come palettine o spugnette ricordarsi di lavarle sempre tra un utilizzo e l’altro.
  4. Evitare di aprire contemporaneamente cosmetici che svolgono la stessa funzione. Se si sceglie una crema per il viso idratante è consigliato continuare con costanza il trattamento e non alternarla nello stesso momento a una formulazione analoga, per evitare sprechi e per non confonderne i risultati.
  5. L’ideale è scegliere un’applicazione lamellare (stratificazione dei prodotti). Meglio applicare i prodotti in successione e non mischiare le texture soprattutto se di marchi differenti.
  6. Quando possibile preferire prodotti che si avvalgono di flaconi airless e bombole bov (bag on valve) perché più sostenibili e in grado di proteggere la formula da agenti esterni.
  7. Non lasciare aperti i tubetti, per evitare che si riempiano d’aria. L’ossigeno è uno dei maggiori ossidanti.
  8. Se il colore della crema viso è cambiato in superficie, verificare se sulla confezione è riportato la possibile variazione di colorazione nel tempo.
  9. Cautela con i prodotti solari: una volta superato il PAO, l’azione dei filtri potrebbe non essere più così efficace nell’aiutare a prevenire scottature ed eritemi.

Crema scaduta: quali controindicazioni?

Come anticipato non si parla di prodotto scaduto, ma una volta superato il PaO, un cosmetico potrebbe non garantire correttamente le performance dei risultati e del sistema conservante. Perciò sarebbe bene evitare la sua applicazione, soprattutto in caso di pelle sensibile. Se ci si accorge di aver applicato una “crema scaduta” e si verificano controindicazioni è importante rivolgersi al dermatologo.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: