Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Interviste
  4. /
  5. Quali malattie si celano...
READING

Quali malattie si celano dietro le tue unghie frag...

Quali malattie si celano dietro le tue unghie fragili?

Le unghie in buona salute sono resistenti ma flessibili, hanno un colore rosato e la superficie liscia e uniforme. Sono formate da una parte invisibile, cioè la radice, chiamata anche lamina ungueale, che costituisce la parte viva e si trova nel tessuto molle, alla base della struttura. La parte visibile dell’unghia è formata dalla matrice o lunula, chiamata così per la forma semilunare e il colore bianco, e dalla lamina, costituita da scaglie cornee semitrasparenti (formate da cheratina, la stessa sostanza di cui sono fatti i capelli), attaccata al letto ungueale. Le unghie sono composte per circa il 20% da acqua e da cheratina, una sostanza formata da aminoacidi, da Sali minerali (ferro, zinco e rame) e da alcune vitamine (come la B6, la A, la C, la E e la H), che garantiscono elasticità e resistenza. Quando le unghie cambiano forma e consistenza, può significare che bisogna modificare qualche abitudine quotidiana, ma può essere il segnale di una patologia che necessita di cure specifiche. Vediamo allora cosa fare a seconda dell’aspetto assunto dalle nostre unghie.

Unghie fragili: cause e rimedi

Le unghie fragili si rompono al minimo urto e i vari strati di cheratina si scollano e si sfaldano. Le cause sono spesso abitudini alimentari sbagliate, immersioni frequenti in acqua molto calda, contatto prolungato con detersivi e manicure troppo aggressiva. Per accertarlo, bisogna fare una visita dermatologica per escludere la presenza di malattie che coinvolgano l’organismo. Per curarle, invece, si usa in genere un gel fortificante o una pomata a base di vitamine o di aminoacidi per dare alla radice dell’unghia le sostanze utili alla produzione di cheratina; bisogna inoltre evitare il più possibile il contatto diretto con acqua molto calda e detersivi e fare attenzione alla manicure.

Unghie ricurve: può essere un problema di polmoni o cuore

Hanno la forma ricurva come il vetrino di un orologio e la curvatura può arrivare fino alla punta dei polpastrelli: le cause delle unghie ricurve verso il basso sono spesso malattie croniche del cuore o dei polmoni (insufficienza cardiaca o polmonare, enfisema, bronchite), del fegato (epatite) oppure dell’intestino (polipi, parassiti).

Ecco quali esami fare se si presenta questo sintomo:

  • Per il cuore: radiografia del torace, elettrocardiogramma, ecocardiogramma, Holter.
  • Per i polmoni: radiografia del torace, Tac, esame del catarro, spirometria.
  • Per il fegato: esami del sangue (transaminasi, bilirubina, fosfatasi alcalina), ecografia dell’addome.
  • Per l’intestino: radiografia dell’addome, colonscopia, esame delle feci, ricerca del sangue e dei parassiti nelle feci.

La cura dipenderà ovviamente dalla problematica riscontrata:

  •  Per il cuore: dieta sana, riduzione della pressione del sangue, digitale, diuretici.
  • Per i polmoni: antibiotici, fluidificanti, antinfiammatori.
  • Per il fegato: riposo, dieta equilibrata, interferone.
  • Per l’intestino: dieta corretta, antiparassitari, operazione di asportazione di eventuali polipi

Unghie incurvate verso l’alto: tiroide, diabete e anemia fra le cause principali

Le unghie “a cucchiaio” presentano un avvallamento al centro, che assume la forma di un cucchiaio. In questo caso le cause più comuni sono anemia per carenza di ferro, un’alterata attività della tiroide e diabete.

Quali esami fare? Il medico prescrive in genere i seguenti:

  • Per l’anemia: esami del sangue (conteggio dei globuli rossi, emoglobina, ferro, transferrina).
  • Per la tiroide: esami del sangue (T3, T4 e Tsh), ecografia e scintigrafia del collo, eventuale biopsia.
  • Per il diabete: glicemia, emoglobina glicata, esame delle urine.

Anche in questo caso, la cura dipenderà dalla patologia effettivamente riscontrata:

  • Per l’anemia: dieta corretta, acido folico, ferro.
  • Per la tiroide: dieta, somministrazione di ormoni tiroidei se la ghiandola funziona poco, di metimazolo o di propiltiouracile se la ghiandola funziona troppo, intervento chirurgico nei casi più seri.
  • Per il diabete: dieta corretta, esercizio fisico, insulina, sostituti dell’insulina, antidiabetici da prendere per bocca.

Unghie bucherellate: potresti avere una malattia della pelle

Le tue unghie sono disseminate di piccole “buche”? Le cause possono essere microgranuli ripetuti o alcune malattie della pelle, come psoriasi o vitiligine. Una visita dermatologica è preziosa per conoscere l’esatta causa del disturbo e procedere con la cura o la terapia più adeguata:

  • Per la psoriasi: corticosteroidi, derivati della vitamina D3, immunosoppressori, raggi Uva.
  • Per la vitiligine: cortisone, integratori che attivano la produzione di melanina, vitamina B.

Unghie ispessite e striate: cause principali

Hanno striature verticali, che danno all’unghia l’aspetto di un artiglio; questo difetto interessa soprattutto l’alluce. e colpisce di solito le persone di una certa età: è un fenomeno causato dal naturale processo di invecchiamento, da infezione da funghi o da alluce valgo. Per scoprire la causa, bisogna sottoporsi a una visita dermatologica in seguito alla quale verrà somministrata una delle seguenti cure:

  • In caso di infezione e in base alla serietà della malattia: prodotti anti-micotici da prendere per bocca o sottoforma di pomate, da mettere sulla parte malata.
  • Per l’aspetto estetico: trattamento leggermente abrasivo, seguito da lucidatura delle unghie.
  • Per l’alluce valgo: plantari personalizzati, divaricatori, intervento chirurgico.

 

Non hai trovato il contenuto che cercavi? Prova a leggere questo altro articolo relativo ai problemi delle unghie, altrimenti contatta il dott. Di Pietro per sottoporgli il tuo problema.

 

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: