Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Rughe e Invecchiamento della...
  4. /
  5. Viso
  6. /
  7. Check up della pelle:...
READING

Check up della pelle: quando, come e perché farlo

Check up della pelle: quando, come e perché farlo

Lo dicono i dermatologi: non tutte le donne co­noscono la propria pelle. Per esempio, più del 40 per cento è convinta che sia sempre uguale, ma non è così. L’ali­mentazione disordinata, l’inquinamento, i raggi Uv anche cittadini aggrediscono pelle e derma, che è lo strato più profondo, modificandoli nel tempo. Non solo, l’epidermide può essere diver­sa addirittura da un giorno all’altro, come capita subito prima nel periodo mestruale, quando di­venta molto più sensibile. Se vuoi sapere come sta ora, inizia con un check up della pelle fai-da­-te.

Il check up fai-da-te per controllare l’idratazione della pelle

Il check up della pelle parte dal controllo dell’elasticità: pizzica la pelle della guancia tra pollice e indice e ruotala in senso orario, conta fino a cinque e rilascia Se, dopo 30 secondi, hai ancora dei segni “di assestamento”, significa che è poco elastica. La causa è il calo nella produzione di fibre di collagene ed elastica che si verifica naturalmente con gli anni.

Poi misura l’untuosità. Prendi una velina e falla aderire al viso. Aspetta 30 secondi e toglila. Se noti tracce più scure e lucide, vuol dire che hai problemi di untuosità. Se non sei più adolescen­te i motivi possono essere vari, co­me un’alimentazione disordinata, o la pillola contraccettiva.

L’idratazione della pelle si verifica così: incolla sulla guancia un pezzetto di scotch, toglilo e guarda la super­ficie. C’è una patina biancastra: so­no cellule morte. Se lo strato è a “macchia di leopardo”, tutto bene­. Se è compatto, significa che la pelle è poco idratata. La colpa può essere di creme troppo aggressive.
Guarda la plasticità. Premi una guancia su un cuscino per 10 secondi. Poi, osserva le pieghe disegnate sulla pelle. Se rimangono per più di 30 secondi, i tuoi tessuti sono poco plastici perché il collagene, a causa dell’età, si è “indurito”.

Le regole di una pelle sempre perfetta

Ecco alcuni consigli da seguire quotidianamente per avere una pelle del viso sempre perfetta:

  • Detersione. Se la mattina ti lavi o la sera ti strucchi con il sapone, prima di mettere la crema passa sul viso il latte deter­gente, poi dell’acqua tiepida. Noterai che la pel­le, rispetto a quando usi solo acqua e sapone, non tira. Questo perché il latte ripristina la pellicola fatta da acqua e lipidi che ricopre l’epidermide.
  • Esfoliazione. Ricorda poi di fare lo scrub due volte alla settimana. Se non sei abituata a esfoliare la pelle, inizia con una volta alla settimana per un mese, poi ogni 15 giorni. Lo scrub aiuta a togliere le cellule morte e favorisce il ricambio cellulare. Risultato: una pelle più compatta e più recettiva, cioè ben disposta, nei confronti di ogni trattamento.
  • Idratazione. Usa creme diverse sul viso. La pelle non è tutta uguale. Ed è proprio per questo moti­vo che i cosmetici, a seconda della zona dove andranno applicati, variano le concentrazioni delle sostanze attive. In questo modo, garanti­scono la massima efficacia con il minimo ri­schio di fastidi o irritazioni.
  • Démaquillage. Struccati sempre prima di fare sport. Se vai in palestra di mattina, metti sul viso solo la crema e truccati dopo la doccia. Se, invece, vai di se­ra, porta con te le salviette e struccati prima di iniziare. II make up ostruisce pori e impedisce alla pelle di respirare. Inoltre il sudore, a contat­to con i prodotti di maquillage, può scatenare una reazione e causare irritazioni e macchie.
  • Protezione solare. Usa i filtri solari anche in città. I raggi Uv provocano la diminuzione della produzione di collagene e di elastina, le due proteine responsa­bili dell’elasticità della pelle. E questo non capi­ta solo quando ci si espone volontariamente al sole, ma anche quando si è in città. Ecco perché è bene usare sempre creme arricchite da filtri anti Uv con un fattore di protezione tra 15 e 30.

Un ultimo consiglio: controlla sempre le scadenze delle creme. I cosmetici vengono testati, cioè provati, quando sono nuovi. Alla scadenza, i conservanti che vengono aggiunti per rendere stabili i principi attivi iniziano a perdere la loro efficacia. Aumenta, quindi, il rischio che le sostanze contenute nelle creme si alterino e diventino tossiche per la pelle. Per evitare problemi, allora, controlla sempre le da­te sulle confezioni. E getta i prodotti scaduti.

Cos’altro? Cambia la crema a seconda delle stagioni. Anche la pelle del viso sente il caldo e il fred­do. E, se in inverno ha bisogno di creme ricche che la proteggano, ora, con la bella stagione, va curata con prodotti leggeri, che la lascino traspirare. Come i gel o le creme “light”.

Chiedi al dermatologo un check up del viso

Se vuoi conoscere davvero bene la tua pelle, ora c’è un’iniziativa che può aiutarti. Si chiama Centro per la pelle sana, iniziativa nata e promossa da Vichy con il contributo scientifico dei dermatologi di Isplad (International society of plastic-aesthetic and oncologic dermatology) e la collaborazione di Agifar Milano (Associazione giovani farmacisti). L’iniziativa permette di rivolgersi a un’équipe di dermatologi che valuterà gratuitamente lo stato di salute della pelle del tuo viso, consigliandoti i comportamenti e i trattamenti per preservarla più a lungo. Un gruppo di farmacisti ti farà scoprire le caratteristiche dei vari trattamenti dermocosmetici. Per saperne di più, chiama il numero verde 800032860, che è attivo tutti i giorni dalle 10 alle 14.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: