Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.dermoclinico.it
READING

Il programma detox per rinnovarsi dopo l’est...

Il programma detox per rinnovarsi dopo l’estate

Riposate, radiose, abbronzate. Al ritorno dalle vacanze ci si sente decisamente bene, ma per evitare che i benefici conquistati svaniscano nel giro di pochi giorni, occorre essere previdenti. Il cambio di orari, ritmi e clima può scatenare infatti quella che si definisce “sindrome del rientro”, che provoca spossatezza e calo di risorse antistress. Se in più l’estate ha portato con sé peccati di gola e concessioni alla pigrizia, questo è il momento per iniziare un programma disintossicante che prepari anche al cambio di stagione.

La dieta detox del post-vacanze

Secondo la medicina cinese, il metabolismo del corpo segue ritmi stagionali proprio come il mondo vegetale: verso la fine dell’estate, ad esempio, l’organismo mette in atto un naturale sistema di eliminazione di scorie e tossine per rinforzare le difese immunitarie in vista dei primi freddi. Questo fenomeno avviene attraverso pelle, polmoni, intestino e vie respiratorie, ma se questi organi sono affaticati, ecco che il naturale processo di purificazione è rallentato e richiede qualche aiuto in più. Anzitutto, attenzione a tavola.

Per una ‘cura-urto’ a effetto depurativo può bastare una settimana a regime controllato: eliminare zuccheri e alcolici, fritti, carne rossa, insaccati e latticini, a favore di una dieta ricca di pesce e riso integrale. Consumare a volontà invece tutti i vegetali disintossicanti come uva, agrumi, frutti di bosco, prugne, melone, ananas, pomodori: questi alimenti, infatti, sono ricchi di bioflavonoidi antiradicali liberi, vitamine del gruppo P che depurano e proteggono i capillari. È consigliabile anche arricchire la dieta con integratori di vitamina F, che stimola la produzione di collagene ed elastina, aggrediti dai raggi Uv. E per aiutare la pelle a rinnovarsi, è bene adottare creme a base di alfa-idrossiacidi che stimolano l’esfoliazione.

La detersione corretta per illuminare il viso

Appena tornate dalle vacanze il viso è radioso e dorato, ma dopo una decina di giorni l’abbronzatura perde luminosità, diventa opaca e a chiazze. È il momento di ricorrere a uno scrub delicato a giorni alterni per eliminare le cellule morte che soffocano e macchiano la pelle impedendo la corretta ossigenazione e l’assorbimento delle creme. La routine prevede un’accurata pulizia della pelle, mattino e sera, con latte e tonico senza alcol o acqua demineralizzata tenuta in frigorifero. Due volte alla settimana invece si consiglia una maschera viso antitossine, da preparare frullando due albicocche, mezza arancia con la buccia, 100 ml di latte e due cucchiai di zucchero. La miscela va applicata su viso e collo puliti, tenuta in posa per 10 minuti, coperta da una pezzuola di cotone inumidita con acqua di rose, per evitare che coli.

Via libera ai fanghi cosmetici e alle vitamine per la pelle

Appena sveglia, ogni mattina, l’attrice Winona Ryder beve un bicchiere d’acqua tiepida in cui ha sciolto un cucchiaino d’argilla depurata. Questa polvere dalle proprietà antitossiche e antisettiche cattura infatti scorie, tossine e veleni e ne favorisce l’eliminazione. Un’idea alla quale ispirarsi per un trattamento di ‘pulizia interna’ al cambio di stagione. Con il medesimo principio funzionano i fanghi cosmetici (già pronti per l’uso), da applicare direttamente sulla pelle, per assorbire impurità, eccesso di sebo, ossigenare i tessuti, cedendo loro preziosi minerali riequilibranti. Per aumentarne l’efficacia, l’estetista Antonella Frigeri, responsabile dei Fisio Becos Center di Bergamo, consiglia di coprire il fango sulla pelle con una pellicola trasparente. Per contrastare gli effetti ossidanti di smog e inquinamento, si può ricorrere invece ogni giorno a una pastiglia di vitamina C effervescente, da sciogliere in un bicchiere d’acqua. Preziosi anche gli integratori a base di selenio, manganese, zinco e rame.

Sgonfiarsi ed eliminare i brufoletti con tisane specifiche

Bere due litri di acqua minerale non gasata al giorno è il primo passo per stimolare l’eliminazione delle tossine, sgonfiarsi e illuminare il colorito. Il segreto? Bere anche se non si avverte lo stimolo della sete, lontano dai pasti e a piccoli sorsi. Ma si può fare di più con una tisana specifica che alleggerisca le funzioni epatiche. Il dermatologo consiglia di farsi preparare in erboristeria un mix di foglie essiccate di salvia e tarassaco (un cucchiaio in 150 ml di acqua bollente per 10 minuti). Una tazza ogni mattina a digiuno, con un cucchiaino di miele ad azione idratante, garantisce in un mese una pelle senza imperfezioni, brufoletti e punti neri.

La cromoterapia che stimola la positività

Secondo i principi della cromoterapia, la scienza che utilizza i colori per infondere benessere e serenità, il blu e l’azzurro hanno un effetto calmante e rilassante che favorisce la purificazione di corpo e mente. In più, essendo nuance “fredde”, contrastano le infiammazioni e regolano la circolazione del sangue. Un maquillage azzurro, lieve e trasparente, ben sfumato sulle palpebre, è dunque l’ideale per sintonizzarsi con i ritmi dell’organismo in fase di ricambio.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: