Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Cura del Corpo
  4. /
  5. Mani
  6. /
  7. I 3 errori che...
READING

I 3 errori che rovinano la tua pelle ogni giorno

I 3 errori che rovinano la tua pelle ogni giorno

Piccoli gesti ripetuti ogni giorno: da quando ti svegli a quando la sera appoggi la testa sul cuscino. Attenzioni di pulizia fatte automaticamente, anche se con le migliori intenzioni: quelle di prendersi cura di sé, della pelle e del corpo. Eppure, a volte, basta poco per compromettere i risultati delle proprie cure di bellezza: una doccia fatta alla temperatura sbagliata, un prodotto poco adatto al tipo di pelle o anche a una parte specifica del corpo. Il rischio di questi “errori da toilette” è quello di stressare l’epidermide e, in alcuni casi, anche di provocare irritazioni o reazioni cutanee che possono ritardare o annullare i risultati a cui puntiamo. Ti presentiamo qui cinque momenti di una giornata-tipo e altrettanti errori che probabilmente compi nella tua beauty routine. Prova a impare, con l’aiuto dei nostri esperti, come correggerli.

Se ti lavi con tanta schiuma

Correre sotto il getto della doccia è l’ideale per svegliarsi e svegliare la pelle. Quello che ci vuole per sentirsi energiche e fresche tutto il giorno. Lo sbaglio più frequente è associare la pulizia ai saponi che fanno più schiuma. In realtà, i detergenti ricchi di tensioattivi, con lo sporco, sciolgono anche le sostanze grasse del film idrolipidico che, così, si indebolisce e si disidrata. Meglio l’olio da bagno, che lava a fondo ma lascia la pelle morbida.

Se fai la doccia fredda dopo l’allenamento

Niente di più sbagliato, dopo una sana sudata in palestra, che gettarsi sotto un vivificante getto fresco. Non solo, infatti, c’è il rischio di un malessere dovuto al brusco sbalzo di temperatura, ma si compromettono i benefici dell’allenamento. II getto freddo, a contatto con il corpo accaldato, causa una vasocostrizione: la circolazione del sangue rallenta e rallenta anche il processo di eliminazione dell’acido lattico accumulato nei muscoli con l’allenamento.

Se ti lavi le mani di fretta

È l’operazione a cui si dedica meno tempo: eppure, lavarsi le mani in cinque secondi non va bene. Ne servirebbero almeno venti per sconfiggere eventuali germi e batteri. Perché il lavaggio sia efficace seguite questi suggerimenti: usate una saponetta a pH acido, tra 4.5 e 5.5, che pulisce a fondo; lavatele, strofinandole vigorosamente con acqua tiepida e insistete sotto ogni unghia; poi, asciugatele con un telo pulito. Concludete mettendo una crema per le mani. Oltre che pulite, saranno morbide come il velluto.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: