Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. News
  4. /
  5. Come togliere le rughe...
READING

Come togliere le rughe del viso?

Come togliere le rughe del viso?

Splendente, vitale, perfettamente liscia: la nostra pelle la vogliamo vedere sempre così. Per questo quando i segni d’espressione diventano vere rughe, quando appaiono i primi rilassamenti, non la riconosciamo più. È il momento di intervenire. Ma come scegliere, tra tanti metodi, quello adatto? Ecco una piccola guida ai trattamenti più noti, con i vantaggi e i rischi.

Terapie rivitalizzanti per agire sulle rughe leggere del viso

Microiniezioni di estratti placentari

Aria sciupata, colorito spento, piccole rughe superficiali: è il momento di ricorrere a una terapia rivitalizzante cellulare con un ciclo di microiniezioni intraepidermiche di estratti placentari. Gli estratti, iniettati, si depositano sotto lo strato corneo, senza sfiorare i capillari né le terminazioni nervose. Messa a punto dal dottor Antonino Di Pietro, questa metodica risulta completamente indolore, e i primi risultati si possono vedere dopo un ciclo di cinque sedute, con una seduta mensile di mantenimento. Una seduta dura un quarto d’ora.

Elettroridoforesi

In Italia è agli inizi, mentre in Francia è considerato uno dei metodi più efficaci per ridare tono ai tessuti e per agire sulle piccole rughe. Di che cosa si tratta? Per mezzo di un campo elettrico che favorisce il passaggio di ioni attraverso la cute, si arriva alla stimolazione dei muscoli e delle strutture cutanee. Le sedute durano circa mezz’ora, sono sottilmente dolorose per via della posa degli aghi e per il passaggio della corrente. Attenzione, però, va scelto un medico di provata esperienza. Dopo il trattamento il viso può restare segnato per qualche ora, nel peggiore dei casi per un giorno o due.

Dermolise

Ancora un metodo che dà una sferzata di energia ai tessuti e agisce su tutto il viso. Per ristabilire l’equilibrio energetico cellulare, si sottopone l’epidermide a numerose piccole scariche elettriche, regolate da un computer. Secondo alcuni specialisti, però, i risultati non sono sufficientemente dimostrati e, al contrario, c’è il rischio che la stimolazione elettrica danneggi i tessuti: la ruga potrebbe infossarsi.

I filler per riempire le rughe localizzate del viso

Iniezioni di collagene

Tra i trenta e i quarant’anni incominciano a comparire le rughe localizzate ai lati delle labbra, sulla fronte, sulle guance. Sono segni che possono essere eliminati con le iniezioni di collagene. Il collagene viene iniettato con un ago sottilissimo al di sotto della ruga, che per questo si risolleva e sparisce. Il dolore è quello di una lieve punzecchiatura, ma oggi si elimina con una pomata anestetica. Rovescio della medaglia: il collagene dopo un po’ viene assorbito e il trattamento va ripetuto.

Iniezioni di Fibrel

Messo a punto in origine per livellare le cicatrici infossate, per esempio quelle dell’acne e della varicella, il Fibrel è un derivato del siero che fino a poco fa si usava anche come collante nella sutura delle ferite. Oggi è dimostrata la sua utilità anche nel riempire (e dunque spianare) le rughe profonde se lo si inietta nel derma profondo. Prima del trattamento, la paziente deve sottoporsi al prelievo del sangue da cui si elaborerà il Fibrel. I risultati durano 3 mesi.

Filling

Un’altra tecnica per eliminare le rughe localizzate prevede di riempirle con il grasso prelevato dal soggetto stesso, in quelle zone dove e in eccedenza (glutei, cosce, fianchi). Va iniettato in profondità, le rughe si spianano ma i risultati durano dai due agli otto mesi, perché il grasso piano piano viene assorbito. Si esegue ambulatorialmente in anestesia locale, lascia lividi consistenti per almeno una settimana.

I peeling per eliminare le rughe sottili e diffuse del viso

C’è ruga e ruga: dopo quelle localizzate, passiamo a quelle sottilissime, poco profonde, che però finiscono per formare un reticolo su tutto il viso. Per loro ci sono due soluzioni:

  • Peeling chimico. Miracoloso nel togliere il reticolo di rughe superficiali su tutto il viso, nonché le rughette sul labbro superiore. Si pennella un composto al fenolo che provoca una lesione da caustici ed elimina gli strati più superficiali della pelle. Sviluppato a Miami da Gordon e Backer, questo intervento richiede mani superesperte perché ha un margine di rischio. Le reazioni alla tossicità del fenolo sono imprevedibili e si sono avuti casi di ustioni di terzo grado con esito cicatriziale.
  • Dermoabrasione. Di tipo meccanico, questo metodo elimina le rughe superficiali. Il chirurgo sfiora la pelle con una mola diamantata ed esfolia l’epidermide. L’operazione si fa in anestesia locale e dopo dieci giorni si possono togliere le medicazioni. Attenzione, pero, la faccia resta a lungo dolorante e non si può prendere il sole per qualche mese. Tra i rischi, anche quello che la pelle ricresca di un colore non uniforme.

Quando ricorrere al bisturi per togliere le rughe dal viso?

Il prima e il dopo dei trattamenti estetici contro le rugheQuando le rughe iniziano ad accompagnarsi a cedimenti più o meno pronunciati, a rilassamenti estesi, a gonfiori e a un invecchiamento generale e il momento di affidarsi al bisturi:

  • La blefaroplastica ridà tono all’intero viso, eliminando la stanchezza dallo sguardo, sempre più all’ingiù. Durante l’intervento si eliminano anche le borse adipose e i rigonfiamenti (ernie adipose) sotto gli occhi. L’operazione è in anestesia locale o totale, le cicatrici sono pressoché invisibili. I segni svaniscono in circa cinque giorni.
  • Per avere una bocca da star non c’è che l’imbarazzo della scelta. La chirurgia propone, oltre all’autoinnesto, un altro intervento semplicissimo: si solleva il labbro superiore da rimodellare come fosse l’orlo di un vestito, aprendolo con taglietti a V e chiudendolo con cuciture a Y. Non richiede degenza ma lascia il labbro gonfio per una settimana. Per rimodellare i contorni delle labbra si ricorre a infiltrazioni di collagene e al lipofilling. Questi ultimi, a differenza degli interventi chirurgici, non hanno effetti permanenti.
  • Due begli zigomi aiutano il viso a rimanere sempre giovane. Chi non li ha di natura può regalarsi due piccole protesi che aiutano la pelle a restare sempre tesa attraverso la zigomoplastica additiva.
  • Anche il naso non sfugge alla forza di gravità e, con il passare degli anni, tende a cedere. Il bisturi è quello che ci vuole per rimetterlo in forma. Intervento supercollaudato, si esegue in day hospital con anestesia locale: dopo quattro giorni si tolgono le medicazioni.

 

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: