Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it

Irsutismo: come curarlo

È un disturbo esclusivamente femminile e consiste nella comparsa di molti peli sul volto (particolarmente tra il naso e il labbro superiore), sul petto e sulla pancia, cioè in zone dove le donne non hanno solitamente peluria. Inoltre, sulle braccia e sulle gambe vi sono più peli del solito; spesso, infine, l’irsutismo è accompagnato da acne.

Questo problema non va confuso con l’ipertricosi, che può colpire sia gli uomini sia le donne e consiste esclusivamente nella presenza di peli più numerosi – e spesso anche più grossi – nelle zone del corpo maschile o femminile dove crescono normalmente.

Quando è un sintomo
In sé stesso, l’irsutismo non può essere considerato una malattia, ma ne è il sintomo.
Questo accade prima di tutto quando viene accompagnato da irregolarità mestruali, in particolare da amenorrea, cioè da assenza di mestruazioni.
L’irsutismo può anche segnalare la malattia di Cushing, una disfunzione delle ghiandole surrenali che causa ipertensione arteriosa oppure l’ovaio policistico, un disturbo dell’apparato riproduttivo femminile.
Altre volte la comparsa viene provocata dall’assunzione di alcuni farmaci come il cortisone o il minoxidil, nonché dagli ormoni androgeni.

Quando è “idiopatico”
Tuttavia, nella maggioranza dei casi l’irsutismo deriva da uno squilibrio ormonale che non ha bisogno di cure: in questi casi viene definito “idiopatico”.

Si tratta di un fenomeno frequente dopo la menopausa e anche durante l’adolescenza, quando il ciclo mestruale non si è ancora regolarizzato. I fattori in gioco possono essere di diverso tipo.
Il primo è una maggiore secrezione di ormoni maschili da parte dell’ovaio o delle ghiandole surrenali. Infatti, il responsabile primo della crescita dei peli è il testosterone: una certa quantità di testosterone viene prodotto d’altra parte anche dall’organismo femminile.

Un secondo fattore è lo scarso livello di Shbg, la proteina che nelle donne impedisce a gran parte del testosterone di attivarsi.
Infine, una maggiore facilità degli enzimi a trasformare il testosterone in Dhl (Diidroepiandiosterone), la sostanza che agisce a livello della pelle favorendo la crescita dei peli.

Le cure
Quando l’irsutismo è il sintomo di altre malattie, sono queste che vanno curate per prime.
Se esteticamente è insopportabile, si interviene sugli squilibri ormonali con ciproterone acetato (è il farmaco più usato) o con lo spironolattone.

I peli presenti nelle parti del corpo più visibili si possono eliminare con il laser o la radiofrequenza focale.

Facebook Comments

VEDI ANCHE: