Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Dermatologia
  4. /
  5. Verruche
  6. /
  7. Verruche: gli accorgimenti per...
READING

Verruche: gli accorgimenti per prevenirle

Verruche: gli accorgimenti per prevenirle

Complice la frequentazione di piscine all’aperto e docce in spiaggia, l’estate è il momento dell’anno in cui è più facile contrarre le verruche.

Cosa sono le verruche?

Le verruche sono lesioni della pelle di colore grigio chiaro, spesso a forma di piccolo cavolfiore e con una grandezza variabile da pochi millimetri fino al centimetro di diametro, altamente contagiose. Si contraggono dal virus Human
Papilloma Virus, che si insinua nei piccoli graffi o nelle escoriazioni sulla pelle. Questo virus sopravvive più a lungo e si propaga più facilmente in ambienti caldo-umidi, dove molte persone camminano a piedi nudi, come i bordi delle piscine, gli spogliatoi delle palestre, le saune.

Quali sono i soggetti più predisposti a contrarre le verruche?

Chi soffre di disturbi circolatori potrebbe essere più soggetto allo sviluppo dei sintomi delle verruche. Infatti in questi pazienti la pelle è meno irrorata dal sangue e, dunque, più fragile e più facilmente soggetta all’aggressione del virus delle verruche. Inoltre sono più predisposti i soggetti che soffrono abitualmente di dermatiti, cioè di disturbi della pelle di origine allergica, poiché la loro pelle è più vulnerabile.

Quanto tempo impiegano le verruche a formarsi?

In genere possono passare da uno a otto mesi prima che appaiano in modo evidente sulla pelle. Per questo non è possibile curarle subito ma bisogna attendere che si manifestino.

Le verruche si possono contrarre anche al mare?

L’acqua di mare non permette al virus di sopravvivere grazie ai sali che vi sono disciolti. Tuttavia il consiglio è quello di prestare attenzione anche lì. Per esempio sulla spiaggia ci sono docce dove, in genere, dopo il bagno ci si va a sciacquare con l’acqua dolce. Spesso sul piano di queste docce rimangono piccole pozze d’acqua calda dove il virus delle verruche sopravvive.

Verruche: la prevenzione

La prima precauzione per prevenire le verruche consiste nel non camminare a piedi nudi ai bordi delle piscine, nelle docce e in generale in tutti gli ambienti caldo-umidi come saune e spogliatoi di palestre, che rappresentano l’habitat ideale per la proliferazione del virus. Basta quindi indossare calzature o ciabatte di plastica per scongiurare gran parte delle possibilità di entrare a contatto con il virus.

Le ciabatte vanno poi igienizzate con cura una volta a settimana, immergendole per dieci minuti in una soluzione di acqua, candeggina o disinfettante. Se ci si accorge di avere ferite e graffi sulla pelle, è inoltre importante tenerli al sicuro, coprendoli con cerotti impermeabili, facilmente reperibili in qualsiasi farmacia. Anche la scelta delle calzature è importante nella prevenzione delle verruche. Nei mesi più caldi, l’ideale è indossare scarpe che consentano al piede di traspirare con facilità, come le calzature in cuoio o in tela. Infatti, il sudore eccessivo può predisporre il piede a un rischio maggiore di infezioni.

Per contrastare il contagio

Va infine ricordato che le verruche sono molto contagiose. Per questo motivo, è fondamentale non indossare le calzature altrui ed evitare di usare gli asciugamani di altre persone. Gli asciugamani vanno inoltre possibilmente utilizzati una volta sola, per far sì che le verruche non si propaghino in altre aree della pelle.

Proteggere le mani dalle verruche

Per proteggere la pelle delle mani dalle verruche è utile indossare guanti protettivi in plastica, se si compiono lavori manuali negli ambienti caldo-umidi dove il virus della verruca potrebbe essere presente. Al termine del lavoro, occorre lavare accuratamente le mani senza usare sostanze aggressive per la pelle. Anche l’asciugatura è importante, per evitare che la pelle maceri per l’umidità residua e favorisca così la comparsa di piccole lesioni che facilitano l’ingresso del virus.

La crioterapia

In casi più gravi e frequenti è necessario asportare le verruche con un intervento dal dermatologo. Le verruche essendo molto contagiose possono infatti presentarsi contemporaneamente in diverse parti del corpo, creando una grande sensazione di disagio nel paziente. Per tale motivo andrebbero asportate il più rapidamente possibile. Il metodo più sicuro ed anche meno doloroso per eliminarle e la “crioterapia” con azoto liquido. Con la crioterapia, si forma inizialmente una bolla che solleva la verruca dalla profondità, dopo pochi giorni la bolla si secca e cade portando via con se la verruca. L’epidermide si ricostruisce ridando una cute sana e senza cicatrici.

Leggi l’articolo su Di Più

Facebook Comments

VEDI ANCHE: