Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Dermatologia
  4. /
  5. Digital aging: come contrastare...
READING

Digital aging: come contrastare l’invecchiamento d...

Digital aging: come contrastare l’invecchiamento digitale

Videocall, esposizione costante alla luce blu dei monitor, stanchezza e insonnia provocate dall’uso continuo dei dispositivi digitali. Il Digital Aging o invecchiamento digitale è un fenomeno sempre più diffuso nell’era dell’utilizzo incontrollato dei device. Come porvi rimedio? Ne abbiamo parlato in un recente intervento su BresciaToday.

Gli effetti dei monitor sulla pelle

Le onde elettromagnetiche emesse dagli schermi dei dispositivi che utilizziamo in maniera no-stop ogni giorno potrebbero in alcuni casi provocare una serie di danni significativi alla nostra pelle. Ne determinano prima di ogni altra cosa il surriscaldamento, favorendo l’evaporazione dell’acqua contenuta nei suoi tessuti. L’effetto prodotto si traduce in un incremento della secchezza cutanea oltre che in un deterioramento delle fibre di collagene, cosa che va a discapito del turgore e dell’elasticità della nostra pelle. Esistono tuttavia specifici trattamenti dermoestetici, rapidi quanto non invasivi, che ci aiutano ad agire su queste problematiche, contrastando con efficacia il Digital Aging.

Soluzioni dermoestetiche per contrastare il Digital Aging

A essere maggiormente soggetto all’azione dell’invecchiamento digitale è per ovvie ragioni il viso. La pelle del volto potrebbe essere interessata da fenomeni infiammatori correlati all’uso dei dispositivi elettronici e aggravati dall’utilizzo costante della mascherine, arma di difesa contro il Covid-19. Considerato nel suo insieme, il quadro sembrerebbe contribuire a creare manifestazioni cutanee quali rughe, macchie, cheratosi e piccoli nei fibromatosi.

Su queste problematiche, oggi e tradizionalmente, è possibile intervenire con trattamenti mirati come il laser CO2 frazionato, in grado di agire su inestetismi quali le micro rughe del viso e quelle presenti nell’area vicina agli occhi, zone in l’azione combinata di schermi e mascherine si mostra con particolare intensità.

Tecnologie all’avanguardia contro l’invecchiamento digitale

Tra le tecnologie più all’avanguardia per intervenire su questo tipo di inestetismi c’è il dispositivo Smartxide2, la cui azione riguarda anche la parte pigmentata, contribuendo a donare luminosità alla pelle. Il laser è capace di stimolare i cheratinociti, le cellule dell’epidermide, offrendo così un naturale miglioramento della texture cutanea e favorendo la produzione di nuove fibre collagene, così da garantire un piacevole effetto di ringiovanimento cutaneo, con un risultato del tutto naturale.

Altra tecnologia di ultima generazione per contrastare il Digital Aging si trova in Vivace, un dispositivo per il microneedling a radio frequenza che consiste nella combinazione di un effetto “meccanico” prodotto da micro aghi e un effetto “termico” derivante dalla
radiofrequenza trasmessa attraverso questi ultimi. Con questo tipo di trattamento si ottengono risultati in poco tempo e a lungo termine, attraverso sedute molto tollerabili e con tempi di recupero brevissimi.

La metodica garantisce una stimolazione “gentile” della produzione naturale di collagene, dimostrandosi efficace nel miglioramento delle rughe del viso ma anche del collo e offrendo tonicità alla pelle di queste aree nel suo complesso.

Leggi l’articolo completo su BresciaToday

Facebook Comments