Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Vivere Meglio
  4. /
  5. Alimentazione
  6. /
  7. Le carenze alimentari possono...
READING

Le carenze alimentari possono riflettersi sulla sa...

Le carenze alimentari possono riflettersi sulla salute dei capelli?

Un’interessante discussione con Maria Elena Perrero di Gazzetta dello Sport, per chiarire al meglio quanto alcune carenze alimentari possano influenzare la salute dei capelli, a rispondere è il professore e direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis Antonino di Pietro.

Le carenze alimentari possono influenzare la salute dei capelli?

L’alimentazione può certamente condizionare la salute dei capelli e la loro apparenza. La radice del capello è caratterizzata da un bulbo che penetra a circa 3 mm di profondità nella cute, nella zona germinativa, dove affluiscono diversi vasi sanguigni che trasportano le sostanze nutritive necessarie per il benessere ed equilibrio dell’intera chioma. Questi nutrienti sono necessari per produrre cheratina, proteina costituente il capello. Così come l’attività del microcircolo deve essere efficiente e i vasi devono essere resistenti ed elastici. Quando infatti l’attività sanguigna è compromessa, anche il capello può risentirne.

Quali alimenti selezionare per mantenere la salute dei capelli?

Sono due gli obiettivi che dovremmo tenere in considerazione quando si ricerca un’alimentazione che si preoccupa della salute dei capelli. Favorire alimenti che contengono flavonoidi, ne sono ricchi i frutti di bosco. Ma anche alcuni estratti vegetali come il rusco e la centella asiatica che si possono ritrovare in alcuni integratori alimentari. Ben accette le proteine, reperibili consumando uova, carne e pesce, ma anche legumi come fagioli e lenticchie. Altrettanto importanti sono le vitamine, in primo luogo quelle appartenenti al gruppo B, come la biotina che è in grado di stimolare la crescita dei capelli e di rinforzarli, evitando che manifestino un aspetto debole e fragile. La biotina è presente in diversi alimenti quali fegato di vitello, latte di mucca, formaggio, frutta secca, grano, riso integrale, piselli, cavolfiori e funghi. Ottimo anche l’apporto del silicio presente ad esempio nel bamboo, che aiuta a promuovere l’equilibrio del capello. Alcune recenti ricerche hanno evidenziato infatti come i capelli degli asiatici siano particolarmente belli e luminosi anche a seguito di una dieta che è ricca di bamboo. Nell’elenco delle sostanze utili per la salute della chioma vi sono infine i minerali, quali tetro, rame, zinco, selenio e manganese, che si trovano in un’ampia varietà di cibi di origine sia animale sia vegetale.

L’obesità può influire sulla salute dei capelli?

E’ certo che disturbi alimentari come anoressia, bulimia e obesità possano pregiudicare la salute dei capelli, creando disordini che colpiscono l’ordine metabolico e favoriscono capelli sottili, sfibrati che si spezzano più facilmente e cadono. Questo potrebbe accadere anche in caso di carenza di ferro, quest’ultimo è necessario per trasportare ossigeno a tutto l’organismo, incentivando la corretta funzionalità di tutte le attività fisiologiche. Questi disturbi alimentari portano l’organismo a subire stress estremi che possono causare danni bene evidenti. In questi casi invito sempre a rivolgersi a un esperto, l’unica guida efficace a riequilibrare e restituire una dieta equilibrata la paziente. Se si ritorna alla regolarità anche i capelli ritroveranno pian piano il loro splendore. Ma attenzione, prima si interviene e meglio è, per ovviare a questi problemi.

Carnivori, vegani o onnivori: quale scegliere?

L’evoluzione ha portato sulla nostra tavola una varietà di alimenti e tendenze alimentari. Come anticipato, il nostro organismo non può permettersi a lungo di sostenere carenze alimentari, poiché i primi a risentirne potrebbero essere annessi cutanei come pelle, unghie e capelli e a cascata l’intero organismo. Perciò qualsiasi siano le scelta alimentari da seguire è bene ricordare che l’uomo è un animale onnivoro e qualora si preferissero alcuni cibi rispetto ad altri è necessario supportare l’intera salute dell’organismo con integratori e il supporto di un esperto in caso sopratutto di particolari patologie presenti.

Leggi l’articolo completo

Leggi l’approfondimento su Di Più

Facebook Comments