Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.dermoclinico.it
READING

Quali sono le cause e come eliminare i peli su sen...

Quali sono le cause e come eliminare i peli su seno e petto femminile?

Alcune donne presentano una peluria femminile più folta ed evidente in alcune parti del corpo dove la cute è solitamente priva di peli. Questa fenomeno è connesso ad alcune cause ormonali o genetiche come l’irsutismo femminile. Intervenire e ottenere risultati è possibile solo se si consulta un esperto, ma vediamo intanto insieme quali sono le principali cause dei peli su seno e petto femminile e a quali patologie può essere correlato un eccesso di peluria in queste zone.

È normale che a una donna crescano peli su petto e seno?

I peli sul seno o i peli intorno al capezzolo sono causati dall’irsutismo femminile. Questo fenomeno compare tra le donne e favorisce la crescita di peli in zone dove non è prevista come sul petto, sul mento o sul viso tra labbra e naso. Anche i peli in altre parti del corpo risultano più duri e spessi rispetto al normale. Questa crescita anormale dei peli sul seno o in altre parti del corpo è fortemente connessa a disturbi ormonali o all’assunzione di alcuni farmaci (ad esempio crotisone o minoxidil) che possono creare disordini all’interno dell’organismo.

Peluria sui capezzoli: le cause ormonali

Durante l’adolescenza o la menopausa, il corpo di una donna può essere soggetto a diversi squilibri ormonali, che si traducono in mestruazioni non regolari. Tra le cause principali di peluria femminile sul seno entra in gioco il testosterone. Questo ormone maschile è presente anche nella donna e in casi straordinari può essere secreto in maniera eccessiva dalle ovaie, favorendo la comparsa per esempio di peli sui capezzoli. Al contrario, quando si è in presenza di scarsi livelli di proteina Shbg, l’azione del testosterone è compromessa, ma il risultato è sempre una sovrapproduzione anomala di peli. Per ultimo, può esserci un’attività molto intensa degli enzimi che trasformano il testosterone in Diidroepiandiosterone (dhl), sostanza che agisce favorendo la crescita dei peli. Tutti questi sintomi dell’irsutismo femminile sono definiti idiopatici, in quanto non esistono cure e vere proprie, poiché si tratta di un momento di passaggio. Una volta che l’attività ormonale verrà regolarizzata spariranno anche i peli sul seno o in altre zone del corpo “scomode” per una donna.

Peluria sui capezzoli: a quali patologie può essere correlata

La sindrome dell’ovaio policistico è tra le principali cause dell’irsutismo femminile. La policistosi ovarica è un disturbo dell’apparato femminile che si traduce in un’eccessiva produzione di testosterone ed altri ormoni maschili ad opera delle ovaie. Questo squilibrio ormonale causa la crescita di peli sul seno, peli sui capezzoli o sul viso che causano un forte disagio estetico nella donna. Fortunatamente l’ovaio policistico e un disturbo benigno che se viene correttamente monitorato non causa danni per la salute. Un’altra causa scatenante di irsutismo femminile è la malattia di Cushing, che coinvolge una disfunzione delle ghiandole surrenali. Anche la amenorrea (assenza di ciclo mestruale) può essere tra le cause principali della comparsa di peluria femminile anomala, come i peli intorno ai capezzoli.

Come eliminare i peli superflui sul seno

Irsutismo femminile: i rimedi dal dermatologoUna volta stabilito che i peli sul seno o intorno ai capezzoli sono causati da disturbi ormonali è importante intervenire immediatamente per regolarizzare questa attività. Nella maggior parte dei casi vengono consigliate terapie con iproterone acetato o con spironolattone. Per attenuare il disagio estetico è invece necessario rivolgersi un struttura specializzata dove si effettuano trattamenti di luce pulsata o laser.

I metodi sì: pinzetta, luce pulsata ed epilazione laser

Quando si manifestano peli sul seno o peli sui capezzoli, è meglio evitare rimedi fai da te. In queste parti del corpo la pelle è estremamente delicata e sensibile e può irritarsi e arrossarsi facilmente.  Se l’irsutismo femminile si presenta con pochi peli è possibile rimuoverli con l’aiuto di una pinzetta. Quando invece si vuole dire addio definitivamente ai peli sul seno e in altre zone X, il dermatologo potrà consigliare sedute di laser o luce pulsata. Il primo più efficace anche sui peli più chiari e resistenti, la seconda consigliata invece su pelli chiare con peli scuri per garantire risultati ottimali. È bene sapere che quando la peluria femminile è molto concentrata sul viso saranno necessarie molte sedute per un’eliminazione totale dei peli.

I metodi no: ceretta, rasoio e creme depilatorie

Trattandosi di zone molto delicate del corpo, dove la pelle è più sottile e sensibile, è sconsigliato rimuovere i peli sul seno con una crema depilatoria. Le creme depilatorie che trovi in commercio hanno formulazioni studiate per gambe e braccia, che possono essere irritanti se applicate in altre parti del corpo. L’obiettivo di queste pomate per la depilazione non è di certo quello di rimuovere i peli sul seno o sui capezzoli. Anche il rasoio può causare effetti collaterali, irrobustendo la struttura del pelo e la conseguente ricrescita più forte ed evidente. Sconsigliatissimo è infatti utilizzare il rasoio per rimuovere la peluria femminile del viso. I peli diventeranno più spessi e visibili anche ad occhio nudo, creando quell’alone più scuro sulla pelle. Anche la ceretta può avere controindicazioni, in quanto può generare lesioni cutanee.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis