Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Viversani & Belli
  4. /
  5. Cosa fare contro i...
READING

Cosa fare contro i pidocchi?

Cosa fare contro i pidocchi?

Stanno per ricominciare le scuole e già si pensa alla diffusione dei pidocchi. Pulizia e igiene non c’entrano: questi insetti possono colpire chiunque, perché i pidocchi si trasmettono per contatto diretto tra le teste (non saltano, non volano e non sopravvivono nell’ambiente). Che fare, allora, se il bambino viene colpito da questi fastidiosi parassiti? Niente paura: esistono diversi prodotti per eliminare i pidocchi. Vediamo insieme quali sono i migliori.

Chi viene colpito di più dai pidocchi?

In genere, i pidocchi colpiscono i piccoli tra i 3 e i 12 anni. Si pensa che questa predisposizione sia dovuta al diverso grado di acidità del cuoio capelluto. Nei ragazzini, infatti, non vengono ancora prodotte alcune sostanze grasse tipiche degli adulti capaci di alterare il grado di acidità della testa, che è meno ospitale verso questi insetti. I pidocchi sembrano avere preferenze anche per il tipo di capigliatura. Meno frequenti in chi ha capelli molto ricci e pelle scura, poiché il fusto dei capelli di questi individui ha forma ovale, preferiscono vivere sui capelli dalla forma cilindrica, tipica di chi ha pelle chiara.

Come individuare i pidocchi?

I pidocchi sono insetti grigiastri lunghi 1-3 millimetri. La loro bocca è dotata di un “rostro” e tre stiletti per succhiare il sangue, liberando contemporaneamente una sostanza anticoagulante che risulta irritante e provoca prurito. La loro vita media è di circa un mese: le femmine possono arrivare a produrre fino a 300 uova, che si schiudono in 15 giorni. Scoprire la presenza di questi animaletti è facile: basta spostare una ciocca di capelli, facendoli scorrere contro pelo, controllando bene la base, dove si attaccano i pidocchi e le uova. Inoltre, un segno da non sottovalutare è la presenza di una polverina grigia o nera sulla federa del cuscino.

Cosa fare per i pidocchi: i prodotti più utili

In farmacia si trovano shampoo, mousse, lozioni, polveri e spray a base di insetticidi (in genere piretro, permetrina o malathion). Tra i prodotti a base di insetticidi, gli shampoo sono un po’ meno efficaci. Possono essere usati, però, come complemento per lavare schiume e simili dopo l’applicazione. Un solo trattamento è di solito in grado di eliminare tutti gli insetti adulti, ma non le lendini, cioè le uova. I bambini possono tornare a scuola già il giorno dopo, perché le uova non si possono trasmettere ad altre persone. Dopo una settimana la cura va ripetuta per eliminare i pidocchi eventualmente nati in questo periodo. Le uova vanno rimosse con un pettinino a denti fitti.

Chi ama il naturale può trovare in farmacia prodotti a base di oli essenziali “antipidocchio”. Si applicano come i prodotti “chimici” e non provocano resistenze, ma non rimuovono le uova, che devono essere tolte con il pettinino. Non ci sono dati certi sull’efficacia di questi prodotti, che sono comunque innocui per le persone. Già da qualche tempo sono disponibili anche prodotti antipidocchi a base di silicone che agiscono in modo meccanico e non chimico, ossia avvolgono e soffocano i pidocchi adulti. Anche in questo caso le uova devono essere rimosse con il pettinino e il trattamento deve essere ripetuto dopo una settimana. Sono meno irritanti di quelli chimici, ma l’efficacia non è sempre paragonabile ai trattamenti tradizionali.

Il pettine elettrico per i pidocchi

L’aspetto è quello di un normale pettinino per togliere le uova, ma si tratta di uno strumento un po’ più sofisticato. Il pettine elettrico, infatti, libera delle scariche elettriche a bassa intensità (e quindi innocue e non dolorose per le persone) capaci di uccidere sia i pidocchi adulti, sia le lendini. Si compra in farmacia. È più efficace del pettinino tradizionale, ma per riuscire a eliminare tutti gli insetti e le uova è necessario utilizzarlo per un paio di settimane. I produttori sconsigliano di usarlo in associazione a prodotti chimici contro i pidocchi e avvertono di impiegarlo solo sui capelli asciutti.

Consigli per eliminare più velocemente i pidocchi

Ecco qualche dritta per eliminare più in fretta i pidocchi:

  1. Imparare a individuare subito la presenza dei pidocchi. Innanzitutto distinguendo le uova dalla forfora: le uova si attaccano alla base del capello, vicino alla cute. Sono delle palline biancastre simili alla forfora che, però, a differenza di questa non si staccano con le dita. In presenza di pidocchi, si può anche vedere una polverina grigia sulle federe.
  2. Quando i pidocchi ci sono, si possono seguire alcuni suggerimenti per eliminarli più velocemente: lavare spesso le federe, i vestiti e anche i peluche che i bambini tengono vicino alla testa, in lavatrice a 60 gradi, oppure lasciarli chiusi in un sacchetto di plastica per 4-5 giorni (tempo sufficiente a uccidere i pidocchi) e poi procedere a un normale lavaggio.
  3. Inutile tagliare i capelli. Serve solo a togliere più facilmente le uova. Queste, però, si attaccano alla base del capello e quindi, lungo o corto, in termini di infestazione non fa differenza.
  4. Passare il pettinino per 2-3 settimane, ogni 2-3 giorni, dopo avere effettuato il trattamento.
  5. Non usare i trattamenti troppo spesso. Eseguirne due a distanza di una settimana l’uno dall’altro è necessario per eliminare i pidocchi. Non serve, invece, esagerare “per sicurezza” perché si rischia solo di rendere gli insetti resistenti al rimedio. Comunque, seguire accuratamente le istruzioni sulla confezione.
Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: