Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Capelli
  4. /
  5. Tricotillomania: cause e rimedi...
READING

Tricotillomania: cause e rimedi per la mania di gi...

Tricotillomania: cause e rimedi per la mania di giocare con i capelli

Giocare con i capelli, arrotolarli alle dita, portarli alla bocca e strapparli. Si tratta di tricotillomania, un’abitudine compulsiva che crea aree nude al cuoio capelluto, alle sopracciglia, ciglia, barba e, in casi piuttosto rari, nella zona intima. Le ricerche dimostrano che la tricotillomania è una “mania” acquisita nell’infanzia a causa di un bisogno di compensazione affettiva e si manifesta in persone timide e ansiose soprattutto in presenza di situazioni sociali difficili. È possibile liberarsene? La risposta qui sotto.

Quando si manifesta la tricotillomania?

La mania di giocare con i capelli colpisce in modo particolare i bambini già tra i 2 e i 6 anni, ma anche adolescenti e adulti. Si ritiene che anche lo stress giochi un ruolo primario nella sua comparsa, come il vizio di mangiarsi le unghie. Secondo uno studio dell’Associazione psichiatri, il disturbo si sta diffondendo sempre di più e pare ne soffre 1 persona su 20 interessando fino al 4% della popolazione. Numeri non reali perché molti hanno la tendenza a coprire o negare il disturbo.

Quali sono le conseguenze della mania di strappare i capelli?

Le persone affette da tricotillomania possono arrivare a strapparsi i capelli o i peli, fino a procurarsi dermatiti o alopecia. Nei casi molto gravi il tic può persino essere accompagnato dalla tricofagia, ossia l’ingestione dei capelli o dei peli strappati. Le chiazze che vengono a formarsi hanno in effetti un aspetto simile all’alopecia aerata, anche se in caso di tricotillomania la forma è autoindotta con capelli o peli residui spezzati a varie altezze come risultato di un’azione traumatica.

Come ci si cura dalla tricotillomania? I capelli poi ricrescono?

L’unico intervento possibile consiste nell’eliminazione del tic. Sottratti al comportamento dannoso, infatti, i capelli ricrescono immediatamente. La cura è in genere di tipo psicoterapeutico, anche se i casi più difficili necessitano di un supporto farmacologico aggiuntivo. Il dermatologo, dopo i dovuti accertamenti, può individuare la cura giusta consentendo, dopo qualche mese, la ricrescita dei capelli o peli persi.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: