Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Abbronzatura e Sole
  4. /
  5. Sole
  6. /
  7. Sole e salsedine fanno...
READING

Sole e salsedine fanno male ai capelli?

Sole e salsedine fanno male ai capelli?

Succede spesso, e a molti: si ha la consapevolezza che il sole fa male alla pelle, sia del viso sia del corpo, e quindi ci si protegge a sufficienza, dimenticandosi però di altre zone altrettanto a rischio. I capelli, per esempio, che invece necessitano non soltanto di protezione ma di tutta una serie di accorgimenti che sono fondamentali per mantenerli in forma anche dopo l’estate. Che cosa succede, infatti, ai capelli quando stanno troppo a lungo al sole o a contatto dell’acqua di mare e se non si seguono i giusti accorgimenti? Scopriamo insieme se sole e salsedine fanno male ai capelli e come intervenire quando il cuoio capelluto fa male.

Quali sono i danni provocati dai raggi UV ai capelli?

Partiamo dall’azione dei raggi UV, che possono provocare sia un danno ai capelli (decolorazione, secchezza) sia, attraverso un’ustione del cuoio capelluto, un progressivo diradamento, che si manifesta spesso agli inizi d’autunno. Ecco perché, nel primo caso, è fondamentale proteggere i capelli con formule adeguate e nuove, come gli spray, da vaporizzare più volte per mantenerli morbidi, o meglio ancora gli olii con fattore di protezione, che hanno una doppia funzione, riparare sia dal sole sia dalla salsedine. Ma non è tutto. Bisogna anche ricordarsi di sciacquare sempre i capelli ogni volta che si fa il bagno: l’acqua di mare infatti aggredisce la cheratina, disidratando il fusto. Ovviamente dopo il risciacquo bisogna applicare di nuovo la protezione.

Come proteggere il cuoio capelluto?

L’abitudine di indossare un cappellino in spiaggia è positiva perché serve a evitare l’ustione del cuoio capelluto. Naturalmente il copricapo non deve essere né pesante né stretto e deve lasciar respirare i capelli, senza comprimere il cuoio capelluto. Alla sera, per compensare i danni causati da una protezione non adeguata, ci sono varie cose da fare, tra le quali usare uno shampoo delicato, massaggiando delicatamente il cuoio capelluto per riattivare la microcircolazione nel caso i capillari si siano dilatati. Inoltre, si consigliano alcuni trattamenti rigeneranti ed emollienti, a partire dagli olii vitaminici, che sono utili anche per il cuoio capelluto, per finire con le maschere o gli impacchi a base di fosfolipidi super idratanti, o gli impacchi proteici e di collagene, i quali hanno l’importante funzione di ricompattare la cheratina.

Anche l’alimentazione è molto importante perché i capelli, proprio in questa stagione, hanno assoluto bisogno di molti oligoelementi come il ferro, il rame e lo zinco. Di conseguenza, via libera a frullati e verdure fresche.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: