Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it
READING

Rughe intorno alla bocca: come prevenirle e ridurl...

Rughe intorno alla bocca: come prevenirle e ridurle

Rughe intorno alle labbra: i migliori consigli del Dermatologo Antonino Di Pietro dell'Istituto Dermoclinico Vita Cutis di Milano
I metodi per prevenire e ridurre le rughe intorno alla bocca. Ne parla il Prof. Antonino Di Pietro, dermatologo a Milano e direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis

Fischiettare una canzone, bere una bibita con la cannuccia, dare un bacio o fumare una sigaretta. Cos’hanno in comune queste situazioni? La posizione assunta dalla bocca che, chiudendosi per fischiare, succhiare, baciare o fumare, spinge in fuori le labbra formando delle piccole pieghe sulla pelle. Con il passare degli anni, queste pieghe possono fissarsi in piccole rughe di espressione conosciute con il nome di codice a barre, ma definite scientificamente come rughe periorali.

«Dopo i 35-40 anni la formazione ripetuta di queste pieghe crea una sofferenza dei vasi capillari, quindi un rallentamento della circolazione sanguigna che porta a delle aderenze fibrose tra i piani superficiali e i piani profondi della pelle», spiega Antonino Di Pietro, direttore scientifico dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis di Milano. «Sono come dei lacci che tengono unite due facce di un materasso creando delle increspature sulla superficie, cioè le rughe che poi vediamo intorno alla bocca». Tipico segno dell’invecchiamento di un volto, le rughe periorali non danno fastidio solo da un punto di vista estetico perché diminuiscono il volume delle labbra, ma anche da un punto di vista funzionale, dato che rendono le labbra meno estensibili.

Rughe intorno alla bocca: tracce della mimica facciale

La mimica facciale è la prima causa della formazione del codice a barre intorno alle labbra, ma alcune cattive abitudini possono anticiparne l’insorgenza. «I vizi peggiori sono fumare o tenere spesso il dito in bocca, perché implicano la formazione delle pieghe intorno alle labbra molte volte durante una giornata», avverte Di Pietro.
«Con queste azioni ripetute è più facile generare una condizione di sofferenza della micro-circolazione sanguigna, che poi porta alla fibrosi dei tessuti e alle rughe».


Febbre sulle labbra


Tra i due vizi, il fumo è sicuramente quello peggiore, non solo perché può causare l’insorgenza di neoplasie, ma anche perché è controproducente in tema di elasticità cutanea. «La sigaretta è doppiamente dannosa: favorisce la formazione delle pieghe cutanee e crea una sofferenza dei vasi sanguigni, che perdono elasticità e diventano fibrosi», sottolinea l’esperto.

Cattive abitudini ed espressioni del volto, però, non sono gli unici colpevoli. Alla base del problema c’è anche uni predisposizione genetica. «Avere di natura una pelle elastica e una buona circolazione sanguigna rappresenta un vantaggio», spiega il dermatologo. «Più i vasi capillari sono efficienti, più i tessuti sono ossigenati ed è difficile che si crei un’aderenza fibrosa tra gli strati cutanei».

Rughe intorno alla bocca: rigenerare le cellule

Evitare la comparsa delle rughe periorali, soprattutto per chi ha una pelle geneticamente poco elastica, è quindi molto difficile, ma ritardare la loro insorgenza è possibile Il primo consiglio di prevenzione è eliminare il vizio del fumo, il secondo è aiutare la pelle a fare il pieno di vitamina A ogni giorno (ne sono ricche la verdura e la frutta di colore giallo-arancione come carote, albicocche secche e zucca) e il terzo è cercare nei prodotti cosmetici i principi attivi più efficaci per il contorno labbra.

Quali? «Bisogna puntare sulle sostanze in grado di irrobustire e rigenerare le cellule», sottolinea l’esperto. «Se si formano cellule più giovani, migliora l’elasticità della pelle. In questo senso sono utili il betaglucano e la boswellia, due principi attivi che aiutano il metabolismo e la rigenerazione cellulare. Importanti anche la fospidina, un complesso formato da fosfolipidi e glucosamina, che irrobustisce la membrana cellulare e favorisce la formazione di nuovo acido ialuronico, e le ceramidi, perché ricompattano la pelle in superficie e migliorano l’idratazione profonda della pelle».

Rughe intorno alla bocca: filler di acido ialuronico

Se invece il tempo della prevenzione è passato e volete cancellare queste piccole rughe con un trattamento specifico, allora dovete affidarvi all’acido ialuronico, che può essere utilizzato sia per riempire e sollevare le pieghe della pelle, che per migliorare l’elasticità e il turgore di tutta la zona delle labbra. «La tecnica si chiama overlap e consiste in micro-iniezioni di circa uno-due millimetri di profondità sulla superficie cutanea per rigenerare tutta la zona periorale», spiega Di Pietro. «Con filler leggeri di acido ialuronico si riempiono e si risollevano le piccole rughe, mentre con un acido ialuronico naturale si migliorano il turgore, la vitalità e l’elasticità di tutto il labbro».


Acido ialuronico: cos’è e come si utilizza


Veloce e indolore, è uno di quei trattamenti che si possono fare addirittura in pausa pranzo. «Prima delle iniezioni si applica una crema anestetica per evitare ogni sensazione di fastidio, ma le punture non sono traumatiche perché non c’è rottura dei vasi capillari e non si formano ecchimosi», sottolinea l’esperto. Tuttavia, la cute non invecchia solo in profondità, dove si creano le fibrosità e si agisce con acido ialuronico, ma anche in superficie, dove possono comparire macchie cutanee a causa dell’invecchiamento cellulare. In questo caso può essere più funzionale un trattamento laser o con luce pulsata. «Questa tecnica», conclude Di Pietro, «elimina le cellule morte e stimola la formazione di un’epidermide più giovane, uniforme, compatta e liscia».

Testo di Giulia Masoero Regis


Rughe intorno alla bocca: consulto online del migliore dermatologo a Milano all'Istituto Dermoclinico Vita Cutis Plinio

Facebook Comments

VEDI ANCHE: