Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it

Difendersi dalle zanzare

rimedi contro le zanzareCon l’arrivo dei primi caldi, le zanzare cominciano a sferrare i loro attacchi, disturbando la tranquillità e il benessere con le loro incursioni. Ma evitare che la presenza di questi animali nelle nostre abitazioni diventi eccessiva non è impossibile. Basta seguire alcune regole di igiene, che ognuno di noi può facilmente mettere in atto, per cercare di ridurre le loro aggressioni.

Non sono pericolose
Le zanzare che vivono in Italia non sono pericolose. Tuttavia, in seguito a una loro puntura, la pelle presenta una chiazza rilevata e di colore rosso, pruriginosa, più o meno grande, al centro del quale si trova un punto sporgente. Se la puntura è vicina all’occhio, la palpebra può gonfiarsi notevolmente e il gonfiore persistere anche per un paio di giorni.
Per ridurre il prurito, premere la puntura con qualche oggetto per alcuni secondi e, soprattutto, non grattarsi, per non provocare ulteriori lesioni che si possono infettare.
Se fuoriesce sangue, lavare sotto acqua corrente e disinfettare. Quando il prurito è molto forte, si può ricorrere a creme a base di antistaminici o di cortisone.
Le sostanze repellenti da applicare sul corpo o sui vestiti sono efficaci, ma sono controindicate per i bambini piccoli.

Come comportarsi

  • Quando si viene circondati da zanzare, allontanarsi lentamente, senza scacciarle e, soprattutto, senza fare gesti bruschi, perché li ecciterebbero e li renderebbero più aggressive.
  • Non grattare, schiacciare o incidere la puntura. Soltanto se il pungiglione è rimasto conficcato nella pelle, premere leggermente ai bordi della vescica.
  • Non camminare a piedi scalzi, con sandali o con ciabatte infradito: se si schiaccia una zanzara, l’animale reagisce pungendo.
  • Coprire le braccia e indossare pantaloni lunghi, per ridurre le parti del corpo esposte alle punture, non vestendosi con colori accesi, blu o neri, che le attraggono: meglio il bianco.
  • Non avvicinarsi a fiori, frutti maturi, alberi, cespugli, raccoglitori per immondizia e cataste di legna, perché possono attirare le zanzare.
  • Non mangiare o bere all’aperto, in particolare, non lasciare bibite da lattina aperte, che attirano gli insetti.
  • Eliminare i recipienti inutili all’esterno della casa, utili alle zanzare per deporre le uova e coprire con un telo i recipienti che contengono acqua, come gli annaffiatoi.
  • Tenere l’erba tagliata bassa in prossimità di corsi o pozze d’acqua, per non fornire un riparo alle larve e alle zanzare adulte.
Facebook Comments

VEDI ANCHE: