Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Cura del Corpo
  4. /
  5. Gambe e Glutei
  6. /
  7. Cellulite o ritenzione idrica:...
READING

Cellulite o ritenzione idrica: quali sono le diffe...

Cellulite o ritenzione idrica: quali sono le differenze?

Con l’aumento inevitabile della sedentarietà e dell’attività fisica ridotta o ristretta, le richieste per trattamenti contro la cellulite e le soluzioni più indicate per aiutare a eliminare la ritenzione idrica hanno registrato un’impennata! La cellulite è una vera e propria patologia, che va costantemente monitorata perché difficile da eliminare una volta comparsa. In una preziosa intervista con Maria Elena Perrero della Gazzetta dello Sport abbiamo condiviso le strategie da utilizzare contro la buccia d’arancia, ma soprattutto le differenze tra cellulite e ritenzione idrica e i migliori rimedi per entrambe.

Cellulite e ritenzione idrica: le differenze

Quando si parla di cellulite e ritenzione idrica, le differenze consistono nella stessa patologia, ma a diversi stadi di gravità e sintomi. Entrambe si manifestano a causa di grasso che trattiene liquidi e che si manifesta soprattutto tra le donne e a livello degli arti inferiori.

Ritenzione idrica che cos’è?

Le cause della ritenzione idrica sono da ricercarsi nel ristagno dei liquidi nei tessuti adiposi. Come avviene questo processo? Le cellule adipose sono costituite da lipidi che sono spesso avvolti o si trovano in prossimità di vasi capillari. Quando con il passare degli anni o per determinate situazioni e predisposizione genetica, questi piccoli vasi sanguigni perdono elasticità e risultano più permeabili. Questo fenomeno permette al siero, la parte acquosa del sangue, di fuoriuscire e insinuarsi nei possibili spazi tra le cellule del tessuto adiposo. Cosa succede quindi? Queste cellule (gli adipociti) si gonfiano (a causa del siero fuoriuscito) e causano un’infiammazione che viene riconosciuta come ritenzione idrica o edema.

Come si riconosce la cellulite?

Quando la ritenzione idrica permane per molto tempo e non si interviene rapidamente dà vita alla cellulite, un’infiammazione cronica dei tessuti. Il tessuto diventa fibroso e il grasso perde di elasticità e tono, causando la formazione di piccoli noduli sottocutanei che possono variare di grandezza: da piccoli piselli possono diventare grandi come un’albicocca. Più grandi diventano questi noduli più sarà percepibile il disagio non solo estetico, ma anche cutaneo. Questi addensamenti possono infatti comprimere i nervi adiacenti, causando dolore alla semplice e leggera pressione della pelle.

Quali sono i rimedi più efficaci contro la cellulite?

Contrastare la cellulite è un processo che deve avvenire su più fronti. Per quanto riguarda i trattamenti, tra i migliori rimedi contro la ritenzione idrica (stadio iniziale della cellulite) ci sono massaggi linfodrenanti e massaggi specifici come il mass mar e mass-up. Devono essere eseguiti con costanza e da mani esperte o in centri specializzati per essere realmente efficaci. Ottimi risultati si possono ottenere con la microterapia, un trattamento esclusivo dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis, che si promette di richiamare i liquidi stagnanti grazie a una soluzione ipertonica; veicolata negli strati superficiali della pelle, attraverso delle microiniezioni. Questa terapia aiuta a eliminare i liquidi, ma per il grasso è necessario affiancare attività fisica e dieta. In caso di cellulite, sono invece consigliate sedute con microonde (Onda Coolwaves) che colpiscono selettivamente le cellule adipose aiutando a ridefinire la silhouette. Attenzione invece ai dermocosmetici, le creme anticellulite non agiscono sull’inestetismo, possono solo contribuire a ridare tono ed elasticità alla pelle. A questo punto, per rassodare e rigenerare è possibile affidarsi a una buona crema corpo con Fospidina.

Quali sono gli sport indicati in caso di cellulite e ritenzione idrica?

Non ci sono differenze per l’attività fisica consigliata per ritenzione idrica o cellulite. In generale sono utili sport aerobici come camminata veloce e cyclette, mentre attenzione alla corsa o a tutti quelle attività che prevedono salti o impatti ripetuti con il suolo, perché possono stressare la circolazione. Eccezionale invece il nuoto e tutte le attività in acqua.

L’alimentazione giusta

Per quanto riguarda l’alimentazione è ormai noto il ruolo del sale, che deve essere limitato, perché contribuisce alla formazione di ritenzione idrica. Vanno anche limitati insaccati, salumi, alcol e junk food. Via libera invece a frutta e verdura. Indicati i frutti rossi o di bosco ricchi di antiossidanti e bioflavonoidi. Utile è integratore anche integratori alimentari con centella per contrastare gli inestetismi della cellulite o con rusco.

Leggi l’intervista sulla Gazzetta dello Sport

Facebook Comments