Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Abbronzatura e Sole
  4. /
  5. Abbronzatura
  6. /
  7. Vitamina A: a che...
READING

Vitamina A: a che serve e come integrarla

Vitamina A: a che serve e come integrarla

Tutti i giorni portiamo in tavola alimenti ricchi di sostanze naturali utili per il benessere di pelle e corpo. La vitamina A è un prezioso alleato della tua bellezza che risulta efficace per mantenere il benessere e l’equilibrio del tessuto cutaneo. Scopriamo dove possiamo trovare questa importante vitamina e perché è utile all’organismo.

Cos’è la vitamina A

La vitamina A è una vitamina liposolubile che si presenta come retinolo o retinoidi in alcuni alimenti, mentre in frutta e verdura è facile ritrovarla come carotene o carotenoidi. È importante ricordarsi che la vitamina A è termolabile, questo vuol dire che più viene scaldata e più perde i suoi preziosi attivi. Ecco perché in caso di carenza di vitamina A è consigliato consumare cibi con vitamina A crudi ed eventualmente sottoporsi a un trattamento con degli integratori alimentari per assimilare questa preziosa vitamina in maniera più semplice ed efficace.

A cosa serve e dove si trova la vitamina A?

Le albicocche sono ricche di vitamina A.La vitamina A rappresenta un ottimo antiossidante che stimola la compattezza della cute, permettendole di apparire più tonica. Ma possiede anche proprietà antinfiammatorie e protettive della vista e della struttura ossea. La vitamina A è reperibile in alcuni alimenti di origine vegetale come uova, fegato, pappa reale, polline, latte e suoi derivati. La vitamina A è ben distribuita anche tra frutta e verdura di colore arancione e giallo come albicocche, melone, peperoni, carote, zucca, mango, pesca e pomodori. E altri ortaggi come broccoli, aglio, cavoli, verze e lattuga. Questi alimenti di colore giallo e arancione li ritroviamo soprattutto in estate, quando la pelle è sottoposta a più ore di l’esposizione solare. In questo caso è proprio la natura che viene in soccorso all’uomo regalando frutta e verdura ricche di vitamina A dal potere antiossidante, utilissimo in estate per proteggere la pelle dall’attacco dei radicali liberi causati dai raggi UV.

La vitamina A fa male in gravidanza?

Il consumo di vitamina A in gravidanza dovrebbe aumentare così come durante l’allattamento per una corretta crescita e formazione del feto del nascituro. Attenzione però agli eccessi, poiché potrebbero generare degli effetti collaterali al bambino e malformazioni. Durante la gravidanza è bene evitare il consumo di integratori alimentari con vitamina A e l’assunzione di fegato ricco di questo eccipiente. Se il tuo trattamento antiage prevede l’utilizzo di una crema viso con retinolo o derivati è necessario cambiarla. Via libera alle verdura con carotenoidi che non arrecano alcun effetto collaterale al bambino.

Come smaltire un eccesso di vitamina A

Un eccesso di vitamina A può dipendere da una dieta squilibrata o dal consumo eccessivo di alcuni integratoti con retinolo e retinoidi. È molto difficile raggiungere livelli così fuori dalla norma di questa sostanza, ma nel caso in cui dovesse capitare possono cominciare a manifestarsi alcuni sintomi che si riversano sulla bellezza di pelle e capelli. Nei casi più gravi un eccesso di retinolo può intaccare anche l’equilibrio di fegato e milza.

Quando assumere vitamina A

Al contrario, quando il corpo non riesce a trattenere il retinolo, si possono verificare carenze immunitarie che rendono il corpo più soggetto allo sviluppo di alcune patologie che si protraggono nel tempo. Un semplice raffreddore può quindi durare anche un mese e si è soggetti più suscettibili alle infezioni. Oltre a questi danni al livello sistemico, la carenza di vitamina A colpisce soprattutto la vista con secchezza oculare, difficoltà di adattamento alla vista notturna, orzaioli frequenti, pelle e capelli secchi e ossa più fragili. Per accettarsi che questi sintomi siano veramente connessi alla carenza di vitamina appartenenti al gruppo A, è imperativo chiedere consiglio al proprio medico che suggerirà degli esami del sangue per identificare la natura di queste manifestazioni.

Come usare la vitamina A per la bellezza del viso

Ovviamente gli effetti positivi del retinolo sulla pelle sono stati sfruttati immensamente anche dalle più grandi casa dermoscometiche con texture di creme viso anti-aging ricche di questa vitamina. Una crema viso antiage ricca di retinolo è consigliata in caso di pelle secca che si screpola e arrossa facilmente. Mentre formulazioni ricche di retinoidi svolgono una preziosa azione sebo regolatrice molto utile in caso di pelle grassa e mista o in presenza di barriera idrolipidica alterata. Ultimo ma non meno importante, la vitamina A aiuta la normale pigmentazione della pelle così come l’azione antiossidante può essere d’aiuto contro i danni di vento, smog e inquinamento, questo rende i cosmetici ricchi di questo estratto versatili e funzionali sia in inverno che in estate.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis