02.29406306 | segreteria@dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. News
  4. /
  5. Come capire se i...
READING

Come capire se i vostri capelli sono sani

Come capire se i vostri capelli sono sani

Anche i capelli invecchiano e con il passare degli anni possono apparire più deboli e rovinati a seguito di trattamenti come tinte o decolorazioni o semplicemente a causa di prodotti per capelli aggressivi e non adatti al proprio cuoio capelluto. Come capire se i capelli sono rovinati per sempre? Come rimediare? Scoprilo in questo articolo.

Quali sono le cause dei capelli rovinati?

Tinte, decolorazioni e trattamenti alla cheratina sono i principali responsabili di capelli rovinati, secchi e crespi. A questi fattori si aggiungono piastra e phon utilizzati spesso e in maniera irresponsabile. Il caldo è  un nemico dell’intera chioma perché indebolisce il microcircolo, così come il sole. Esporsi ai raggi solari in maniera diretta e senza protezione solare o cappello (soprattutto nelle ore centrali della giornata) causa disidratazione dalle radici alle punte favorendo una chioma ribelle e secca. Se a questo sommiamo l’azione di sale marino e vento, il risultato è abbastanza scontato e si traduce in capelli rovinati e spenti. Anche la cura quotidiana può essere fatale, se eseguita con prodotti per capelli non adatti al cuoio capelluto sensibile.

Come capire se i tuoi capelli sono rovinati

I capelli rovinati si riconoscono alla vista e al tatto. Ci sono alcuni parametri che permettono di individuare quando i capelli sono secchi crespi e bruciati. Vediamo quali:

  1. Capelli spenti e opachi: il primo sintomo per come capire se i capelli sono rovinati è verificare la loro luminosità. Questi sintomi si possono verificare in seguito a lavaggi frequenti con shampoo troppo aggressivi. Smog e ambienti chiusi e con riscaldamento e aria condizionata possono incentivare disidratazione che a primo impatto si manifesta con un capello spento e senza riflessi.
  2. Capelli sottili: può esserci una predisposizione genetica a capelli più fini, ma in altri casi l’avanzare dell’età e trattamenti chimici contribuiscono a indebolire la struttura del bulbo pilifero che può assottigliarsi e favorire capelli con poco volume.
  3. Capelli secchi: questo avviene quando il microcircolo è affaticato e non riesce a raggiungere correttamente e con i giusti nutrienti gli annessi cutanei periferici come i capelli. Questo fenomeno può dipendere anche da inestetismi che riguardano il cuoio capelluto, se irritato o infiammato da particolari fattori esterni può faticare a mantenere il benessere delle lunghezze. In questi casi ottime sono le texture in gel degli shampoo con Glixina.
  4. Capelli poco elastici: come capire se i capelli sono rovinati e poco elastici? Guarda la spazzola! Se dopo aver pettinato i capelli trovi sempre su pettine o spazzola una concentrazione alquanto massiva di capelli è chiaro che la chioma è indebolita. Un capello sano, elastico e forte non si spezza al primo colpo di spazzola.
  5. Doppie punte: quando la cuticola è fragile, tende a spezzarsi e a formare un biforcazione che interessa le punte. Questi sono i principali sintomi che interessano capelli rovinati dalla piastra e dal phon, quando il calore eccessivo spezza le fibre del capello.

Come capire se i capelli sono sani: la prova del 9

Capelli rovinati come trattarliPer sapere se i vostri capelli sono sani, fate questo semplice test: dopo lo shampoo prendete una piccola ciocca bagnata fra due dita e tiratela per allungarla. Se si comporta come un elastico e torna come prima allora vuole dire che le vostre chiome sono in salute. Se invece i capelli rimangono statici e sulla mano rimane qualche ciocca o qualche residuo di doppia punta è chiaro che la chioma ha bisogno di aiuto. Un altro esperimento che si può eseguire per capire se i capelli sono sani o rovinati è appoggiare una ciocca di capelli sull’acqua. Se pian piano i capelli vanno verso il fondo vuol dire che le fibre del bulbo pilifero sono danneggiate e permettono all’acqua di entrare. Se al contrario in un primo momento la ciocca di capelli rimane a galla salute ed equilibrio del cuoio capelluto sono intatti.

Per essere veramente sicuri sullo stato di salute delle proprie lunghezze è possibile eseguire dal dermatologo una visita di dermatoscopia, uno strumento utilissimo per la prevenzione di inestetismi che possono attaccare annessi cutanei come unghie e capelli. Grazie al dermatoscopio è possibile analizzare il cuoio capelluto e i capelli per capire se sono rovinati.

 I migliori rimedi per capelli secchi, sottili e sfibrati

La salute dei capelli passa attraverso piccoli accorgimenti quotidiani e dalla scelta di prodotti per capelli rovinati scelti in farmacia e dagli attivi nutrienti in grado di idratare e tutelare anche i capelli rovinati. La Glixina ad esempio è un complesso supportato dalla ricerca tricologica e dermatologica di esperti italiani. Questo complesso unisce l’azione di glicogeno, fucoxantine e pool di aminoacidi derivati dalla cheratina, tre attivi che si preoccupano di ridare all’intera chioma volume, struttura e nuova forza, per essere più resistenti agli attacchi degli agenti esterni. Ovviamente alla scelta di buoni prodotti per capelli supportati da test di efficacia è importante associare delle buone abitudini come le seguenti:

  1. Asciugare i capelli con il phon a debita distanza e aria tiepida;
  2. Pettinare i capelli quando sono un po’ asciutti, di modo da prevenirne la rottura;
  3. Limitare l’uso di piastra e ferri particolari che sfruttano l’azione del caldo;
  4. Verificare con il proprio parrucchiere quali composti vengono utilizzati durante tinte, decolorazione e altri trattamenti.

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: