Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Interviste
  4. /
  5. I falsi miti sulle...
READING

I falsi miti sulle occhiaie: smascherati!

I falsi miti sulle occhiaie: smascherati!

Per eliminare e attenuare le occhiaie se ne sentono di tutti i colori. Tra i rimedi fai da te e quelli naturali, ogni tanto emergono alcuni metodi a dir poco ortodossi che spesso non garantiscono il risultato promesso. Le occhiaie sono un inestetismo abbastanza diffuso e comune che può essere generato da scorrette abitudini quotidiane o da una predisposizione genetica. Certo è, che le occhiaie si formano a causa di un affaticamento del microcircolo della zona periorbitale. Scopriamo allora quali sono i falsi miti e i trattamenti da seguire per attenuare questo inestetismo:

Le occhiaie dipendono dalla carnagione?

VERO

I motivi per cui vengono non sono gli stessi per tutti. Le persone con carnagione olivastra, ad esempio, ne soffrono spesso perché la melanina si concentra sulla pelle della zona intorno agli occhi, rendendola scura. E infatti, quando invecchiano e la quantità di melanina nel sangue diminuisce, le loro occhiaie si attenuano. Le persone con fototipo I o II, invece, possono averle perché hanno una microcircolazione rallentata nei capillari in questa parte del viso. Il meccanismo è lo stesso della couperose che compare sulle gote. Infine, le occhiaie possono essere conseguenza di abitudini sbagliate: vengono, infatti, anche a chi è molto stanco, ha dormito poco o è stata a lungo In piedi.

L’azione di un dermocosmetico può eliminare le occhiaie?

FALSO

Di creme che facciano scomparire le occhiaie non ne esistono. L’alone brunastro tipico delle occhiaie non dipende dalla pelle. Il tessuto cutaneo risulta più scuro perché lascia intravedere in trasparenza i piccoli vasi sanguigni sottostanti. Ora si possono trovare in farmacia delle nuove creme a base di vitamina K, in grado di rinforzare il microcircolo ed evitare il coagulo dei vasi capillari responsabili delle occhiaie. Sono prodotti che vanno prescritti dal dermatologo.

Dormire con un cuscino alto può aiutare a migliorare le occhiaie?

VERO

In questo modo si evitano accumuli e ristagni nei capillari intorno agli occhi. Diffidate, quindi, di chi vi consiglia cuscini bassi o di dormire addirittura senza.

Si possono attenuare le occhiaie con della ginnastica facciale?

VERO

Tutte le mattine, appena sveglie, per una decina di volte potete fare degli esercizi per allenare i muscoli orbicolari e attenuare così il vostro problema. Un esempio? Appoggiate i polpastrelli dell’indice e del medio rispettivamente sugli angoli esterno e interno dell’occhio. Le dita devono formare una sorta di ”V”. Esercitate una leggera pressione e nel frattempo aprite e chiudete gli occhi, cercando di forzare un po’:  il sangue torna a circolare più in fretta, dopo il riposo notturno, e le occhiaie (nonché le borse, se le avete) si noteranno meno.

Le compresse di tè riescono a schiarire le occhiaie?

FALSO

Il tè ha un effetto astringente, quindi usarlo per farne delle compresse per impacchi può servire al più a ridurre le borse e i gonfiori intorno agli occhi. Per le occhiaie non serve, anzi: potrebbe addirittura peggiorare la situazione perché, contenendo tannino, se non viene sciacquato per bene macchia la pelle e la fa diventare ancora più scura.

Per nascondere le occhiaie posso utilizzare un correttore bianco?

FALSO

I truccatori sconsigliano di usare prodotti «nascondi-occhiaie» troppo chiari: a contatto con la pelle scura tendono ad assumere uno sgradevole punto di grigio e gli occhi somigliano a quelli di un panda. Per nascondere le occhiaie bisogna usare un correttore con una tonalità tra il beige e il terracotta. Per sceglierlo c’è una regola: più olivastra è la carnagione, più aranciato deve essere il correttore. Di conseguenza, se avete la pelle molto chiara orientatevi su un tono sul beige rosato.

 Il migliore correttore per occhiaie è quello fluido?

VERO

Il trucco che ti aiuta a nascondere le occhiaie e non far risaltare le microrugheIl miglior correttore per occhiaie è fluido, ancora meglio ancora se è quasi liquido, cioè simile a un fondotinta, perché solo così riesce a sfumare il difetto. Se però avete più di 40 anni, non abbondate col correttore: rischiereste di mettere in evidenza le micro rughe. Invece del correttore, optate per un fondotinta dai toni aranciati, di quelli che avete usato lo scorso anno quando eravate abbronzate. Attenzione anche a come lo mettete. Non applicatelo mai direttamente sulle occhiaie: mettetelo sui polpastrelli e massaggiatelo con delicatezza. I truccatori, ad esempio, mettono il correttore nel palmo della mano e da lì lo prendono un po’ alla volta coi polpastrelli. In questo modo riescono a dosarlo meglio.

di Bianca Mazzini (con la consulenza del professor Antonino Di Pietro, dermatologo a Milano)

Facebook Comments

VEDI ANCHE: