Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it
READING

I cibi per l’abbronzatura perfetta

I cibi per l’abbronzatura perfetta

albicocche abbronzaturaIl prof. Antonino Di Pietro, dermatologo a Milano, svela i segreti per avere una pelle fresca come quella delle celebrità

Ci sono alimenti che mi consiglia di mangiare per preparare la pelle all’esposizione solare?
Sofia

Certamente. Un’abbronzatura che risulti sana e duratura va anticipata anche a tavola. Per farlo. le consiglio di consumare meloni, pomodori, albicocche, pesche e carote, perché sono cibi ricchi di beracarotene, una sostanza che forma una barriera contro gli effetti nocivi dei raggi solari e che al tempo stesso dona alla tintarella toni ambrati. Inoltre questi alimenti contengono vitamine A. E e C, dall’effetto antiossidante e in grado di proteggere la pelle dalla disidratazione provocata dai sole. Le suggerisco infine di non trascurare nutrienti importanti, come le proteine presenti in carni bianche, pesce e latticini, che preservano il tono e l’elasticità della pelle.

Tatuaggi e sole

Ho pensato di farmi un tatuaggio ma, poiché sto per partire per il mare, mi è sorto un dubbio. Posso prendere il sole senza problemi?
Davide

In realtà no. In caso di tatuaggi recenti, va assolutamente evitato di esporre al sole la zona interessata almeno per un mese dalla realizzazione. Infatti il tatuaggio si comporta come una vera a propria ferita, che si rimargina progressivamente fino alla comparsa di crosticine, che poi cadono. Per evitare infezioni. la zona tatuata viene di solito trattata con creme antibiotiche, che in seguito a esposizione solare diretta potrebbero creare spiacevoli fenomeni di fotosensibilizzazione. Le consiglio perciò caldamente di non esporre al sole l’area in cui realizzerà il tatuaggio.


Eritema solare: come curarlo e prevenirlo


Cellulite: l’acqua di mare fa bene

È vero che camminare nell’acqua di mare aiuta contro la cellulite? Vorrei approfittarne questa estate.
Linda

Sì, è vero. Camminare nell’acqua di mare favorisce il funzionamento del sistema circolatorio. La riattivazione della circolazione aiuta, a sua volta, a eliminare i liquidi in eccesso, che sono responsabili della comparsa della cellulite. Questo semplice esercizio permette inoltre di bruciare i cuscinetti di grasso più facilmente. Le do però qualche suggerimento, per ottenere buoni risultati. Ricordi innanzitutto che mentre cammina il livello dell’acqua non deve superare l’inguine. Le consiglio anche di passeggiare per almeno quaranta minuti. Infatti nella prima mezz’ora di esercizio il corpo non brucia i grassi depositati sotto la pelle ma solo gli zuccheri presenti nel sangue. Interrompendo la camminata dopo soli trenta minuti, o meno, non ci sarebbero perciò effetti positivi sulla cellulite.

Facebook Comments

VEDI ANCHE: