Giradito: da cosa dipende e come curarlo

Il giradito, il cui nome scientifico è “perionissi”, è un disturbo infettivo della pelle caratterizzato da un’infiammazione che può colpire sia le dita dei piedi sia quelle delle mani.

L’infezione compare solitamente intorno all’unghia o al polpastrello. Nella maggior parte dei casi, a provocarla è lo Streptococcus pyogenes, mentre in percentuale minore può essere causata dallo Pseudomonas aeruginosa o dall’Escherichia coli. A favorirne la comparsa possono essere anche una manicure o una pedicure troppo aggressive o svolte con strumenti non sterilizzati.

Sebbene non sia grave, è comunque necessario non trascurare questo tipo di disturbo cutaneo perché, in caso contrario, si rischierebbe di incorrere in complicazioni.

Indipendentemente dall’area in cui è comparsa l’infezione, è possibile contribuire alla guarigione con dei piccoli accorgimenti. Uno dei rimedi più utili consiste nell’immerge la zona colpita in acqua tiepida e sale per alcuni minuti. In alternativa, il dito interessato può essere fasciato con garze imbevute di disinfettanti.

Sono inoltre valide applicazioni di pomate antibiotiche, avvolgendo per qualche ora il dito con una pellicola trasparente in modo tale da favorire la penetrazione della crema.

Naturalmente se il disturbo non si risolve entro pochi giorni occorre rivolgersi al medico di base, che prescriverà adeguati farmaci, evitando l’eventuale diffondersi dell’infezione.
 

Questa voce è stata pubblicata in Blog, Infezioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento