Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Dermatologia
  4. /
  5. Nei Granulomi Escrescenze
  6. /
  7. Grani di miglio sugli...
READING

Grani di miglio sugli occhi: sono pericolosi?

Grani di miglio sugli occhi: sono pericolosi?

Ultimamente hai notato piccoli puntini bianchi intorno a occhi e naso? Probabilmente si tratta di grani di miglio, un disturbo estetico cutaneo che colpisce solitamente le donne, ma spesso anche i neonati. Il professore e direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis di Milano Antonino di Pietro chiarisce su DiPiù come si può diagnosticare questo inestetismo cutaneo e come è possibile eliminare e prevenire la formazione dei grani di miglio.

Cosa sono le palline bianche che si formano sulle palpebre?

grani di miglio occhi: cosa sono?Vengono confusi con le palline di grasso che si formano soprattutto intorno a occhi e naso, ma i grani di miglio sono causati da un accumulo di cheratina e sebo che si cicatrizza e forma una piccola ciste. Sono una conseguenza dei pori occlusi e vengono chiamati così proprio perché ricordano i semi dell’omonima graminacea (hanno un diametro piccolissimo, di circa 2 o 3 millimetri). Solitamente si formano a causa di cattive abitudini nella cura della pelle, ad esempio quando si utilizzano texture di creme viso troppo grasse, che soffocano i pori e impediscono al tessuto cutaneo di respirare. Lo stesso succede quando non si effettua correttamente la pulizia del viso: sporco e particelle inquinanti si accumulano nei pori della pelle e si cheratinizzano formano dei piccoli pallini bianchi. Altra causa scatenante può essere una scorretta esposizione ai raggi solari.

Grani di miglio nei neonati: sono pericolosi?

I grani di miglio del viso possono colpire anche la pelle di molti bambini appena nati. Rappresentano un disturbo transitorio, che non deve preoccupare le mamme, in quanto la salute del bambino è totalmente al sicuro. I grani di miglio nei neonati sono infatti causati dagli ormoni materni che restano in circolo dopo il parto. Queste cisti del viso spariscono da sole, senza il bisogno di particolari trattamenti. L’unica avvertenza è quella di mantenere pulita e ben idratata la pelle del bambino con prodotti indicati per rispettare il pH cutaneo e quindi poco aggressivi. È importante evitare di schiacciare, strofinare o eliminare con qualche modo ortodosso i grani di miglio dai neonati, perché si peggiorerebbe la situazione, infiammando e irritando la pelle e causando dolore e fastidio al bambino.

Esistono creme per ridurre i grani di miglio su viso e palpebre?

Non esiste una crema contro i grani di miglio, ma esistono delle buone abitudini per mantenere l’epidermide al sicuro dalla formazione di queste cisti del viso. Il primo consiglio è quello di utilizzare una corretta crema per il viso, individuando texture e ingredienti adatti a rispondere alle esigenze dermatologiche della cute. Ad esempio, in caso di pelle mista o grassa sono sconsigliate le formulazioni troppo nutrienti, perché possono incentivare la produzione di sebo e occludere i pori, favorendo la futura comparsa della prima pallina bianca sulla palpebra. Per la detersione sono consigliate acque micellari ricche di prebiotici come inulina e gluco-oligosaccaridi che aiutano a mantenere in equilibrio il microbioma cutaneo, oppure un latte detergente con vitamina C e acido ialuronico che favorisca l’eliminazione delle cellule morte e l’idratazione. Infine si può arricchire la tavola con kiwi, frutti di bosco, fragole e agrumi, ricchi di vitamina C e sostanze antiossidanti che mantengono il film idrolipidico intatto.

Rimozione delle cisti sul viso: quanto costa e come farla

Se i grani di miglio sono numerosi e causano un disagio estetico possono essere eliminati definitivamente grazie all’intervento del dermatologo. Il trattamento migliore per eliminare questi pallini bianchi consiste in microiniezioni effettuate con un bisturi sottilissimo che permette la fuoriuscita di sebo e cheratina e l’eliminazione totale del grano di miglio. L’operazione può essere eseguita anche senza anestesia. Il costo della seduta per la rimozione dei grani di miglio è soggettivo: esso dipende infatti dall’ampiezza dell’area in cui si deve intervenire. Una raccomandazione fondamentale è sempre quella di affidarsi alle mani di un esperto: anche se i grani di miglio sono molto piccoli, se eliminati in maniera scorretta possono causare infezioni che lasciano segni e cicatrici sulla cute.

 

Leggi l’articolo su Di Più.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis