Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito dermoclinico.com
  1. Home
  2. /
  3. Interviste
  4. /
  5. pelle: stop all’effetto lucido

pelle: stop all’effetto lucido

Possiede un vantaggio: invecchia lentamente. La pelle mista a tendenza grassa infatti, grazie ai suoi “eccessi” si mantiene più elastica e resistente a rughette e segni d’espressione rispetto a quella normale. Ma non ha vita facile. Soprattutto quando caldo e umidità la rendono ancora più lucida, favorendo la comparsa di brufoletti e imperfezioni. E non c’è trucco che tenga. Allora, per un’estate impeccabile, questo è il momento di dedicarle maggiori attenzioni scegliendo trattamenti e creme su misura.

UNA PRODUZIONE IN ECCESSO
A prima vista può sembrare una pelle robusta, perchè è più spessa. In realtà è resa fragile e delicata da uno squilibrio di superficie. La composizione del film idrolipidico risulta infatti sbilanciata da un eccesso di sebo che ne altera la funzione protettiva. “La pelle può essere grassa per fattori ereditari, ma può anche produrre più sebo del necessario a causa di squilibri ormonali, stress, disordini alimentari che stimolano le ghiandole in modo anomalo. Sbalzi di temperatura, raggi Uv, cosmetici aggressivi possono inoltre peggiorare la situazione”, spiega il dermatologo Antonino Di Pietro, di Milano.

PURIFICARE DOLCEMENTE
La prima regola per aiutarla è rispettare un’igiene rigorosa, ma utilizzando prodotti delicatissimi, anche due volte al giorno. “Saponi a base di zolfo, detergenti troppo sgrassanti e lozioni contenenti alcol possono infatti provocare il cosiddetto effetto rebound, cioè stimolare le ghiandole a produrre ancora più sebo per proteggere la pelle”, dice il dermatologo. Meglio un gel schiumogeno specifico da eliminare con abbondante acqua a temperatura ambiente. L’ideale è utilizzare quella demineralizzata (nei supermercati) priva di calcare. Infine tamponare il viso con un tonico a base vegetale. E mai rinunciare all’idratante che deve però essere fluido, leggero e oil free, arricchito con sostanze opacizzanti e rinfrescanti.

ERBE PER DISINTOSSICARE
Oltre ai trattamenti di “superficie”, si può agire anche dall’interno per eliminare le tossine accumulate da fegato e reni. “Ogni mattino a digiuno, mezz’ora prima della colazione, e la sera, mezz’ora prima di cena, è consigliabile bere un decotto depurativo”, suggerisce il dermatologo. Basta farsi preparare in erboristeria una misceia di foglie secche di ortica, tarassaco e gramigna (50 grammi di ognuna). Versarne otto cucchiai in un litro di acqua fredda e far bollire per 5-6 minuti. Lasciar riposare per 20 minuti e filtrare. Per riequilibrare la flora intestinale servirà una cura di lievito di birra in compresse.

NON SOLO PER IL VISO
La pelle grassa è un problema che riguarda soprattutto il viso dove si trova il maggior numero di ghiandole sebacee, in particolare su fronte, naso e mento. Un inestetismo che si trasforma però in brufoletti e punti neri su décolleté, schiena, glutei. Per prevenirne la comparsa occorre eliminare impurità e cellule morte massaggiando il corpo sotto la doccia con un guanto di crine. Una volta al mese, uno scrub in istituto servirà a purificare anche le zone più difficili. Infine chi ama il bagno, aggiunga all’acqua una manciata di petali di rosa e qualche goccia di olio essenziale di gelsomino a effetto antibatterico e antisettico.

Facebook Comments

VEDI ANCHE: